LavoroManfredonia
"La Regione Puglia conferma la disponibilità di un milione di euro sul fondo LSU pugliese"

Caroli, LSU: “Stabilizzare i lavoratori pugliesi”

"Esprimo soddisfazione per la piena convergenza con tutti i sindacati ed i sindaci pugliesi – da Corigliano d’Otranto a Manfredonia – utilizzatori di Lavoratori Socialmente Utili (LSU)"


Di:

Bari – “ESPRIMO soddisfazione per la piena convergenza con tutti i sindacati ed i sindaci pugliesi – da Corigliano d’Otranto a Manfredonia – utilizzatori di Lavoratori Socialmente Utili (LSU)”. Lo dice in una nota Leo Caroli.

“C’è bisogno infatti che la Legge di Stabilità preveda esplicitamente il rinnovo delle convenzioni con la platea storica degli LSU e metta a disposizione le risorse finanziarie necessarie. In Puglia da vent’anni 1.170 lavoratori rendono possibile la fruizione ai cittadini di servizi indispensabili alla vita pubblica. E’ scandaloso che oltre a non avere una copertura contributiva per la pensione, debbano vivere quotidianamente l’incertezza del rinnovo – ogni anno – della convenzione per continuare ad avere un minimo reddito.

Trovo sconcertante inoltre che la Legge di stabilità in discussione abbia sì previsto 100 milioni di euro per la stabilizzazione degli LSU, ma li destina esclusivamente a quelli di Napoli e di Palermo. E’ unanime quindi la posizione per ottenere i fondi diretti alla stabilizzazione del personale per risolvere definivamente la vertenza. Infine la Regione Puglia conferma la disponibilità di un milione di euro sul fondo LSU pugliese, che potrebbero essere utilizzati per l’integrazione di orario e reddito per l’attuazione di specifici progetti locali. Naturalmente, la liquidazione dei fondi regionali è sempre legata all’annosa vicenda – sempre di responsabilità governativa – del patto di stabilità. La Regione Puglia ha dichiarato guerra alla precarietà e continuerà con l’impegno per un reddito dignitoso e stabile per ogni lavoratore pugliese”.

Redazione Stato

Caroli, LSU: “Stabilizzare i lavoratori pugliesi” ultima modifica: 2014-12-17T23:04:32+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This