Manfredonia
"I punti sono gli stessi, se la responsabilità del fallimento sono i tagli del Governo come farà a rispettare gli impegni?"

F.La Torre: osservate, progetti Riccardi 2015 uguali al 2010

"Una minima parte della Città ha che fare quotidianamente con la pubblica amministrazione e in queste fasi sta sulle sue poiché non vuole esporsi, 'inimicarsi' l’amministratore di turno, ma questa è una patologia dalla quale si esce solo attuando una seria programmazione e disciplinando in maniera puntuale ogni procedimento"


Di:

Manfredonia – “TRA inaugurazioni e proclami, c’è il rischio di non vedere come i punti qualificanti de #ilbellovieneora di Angelo Riccardi, dunque del futuro programma, siano gli stessi annunciati nel 2010. Non si è fatto lo sforzo neanche di modificare le parole. Ora, anche in vista del voto di domenica, invito i nostri concittadini a fare una riflessione nel merito”. E’ quanto dice a Stato l’avvocato Franco La Torre, Consigliere Provinciale e capogruppo del Partito Democratico di Manfredonia, a sostegno di Gaetano Prencipe, candidato alle primarie del prossimo 21 dicembre 2014 per la individuazione del candidato sindaco del centrosinistra in vista delle Amministrative 2015.

In particolare, questa l’analisi dell’avvocato Franco La Torre sul programma elaborato da Riccardi per il 2015: “‘Parco di Lama Scaloria: la connessione mare, città, campagna’: era nel programma 2010, di nuovo abbiamo visto le tavole progettuali nel chiostro, lavori nulla“. “Piscina coperta: era nel programma 2010, da circa 1 anno e’ stata sostituita la recinzione di cantiere, lavori niente“. “Riqualificazione area del PalaSport e primo lotto funzionale del Campo Scaloria : nulla“.

Treno-tram: era nel programma 2010, niente. Laboratorio per l’Innovazione e lo Sviluppo: era nel programma del 2010: nulla di fatto”.

Il mancato raggiungimento dei punti qualificanti del programma del 2010, del sindaco Riccardi, secondo La Torre, “è dovuto anche e soprattutto a errori nelle scelte del primo cittadino”. “Ricordo ad esempio l’individuazione quale Assessore all’Urbanistica del prof. Matteo Palumbo, nominato in giunta per esclusivo volere del sindaco. Dopo pochi mesi sono emerse criticità nella gestione di quell’assessorato, tali da impedire il mantenimento degli impegni programmatici, ed è stato prontamente sollevato da tutti il tema della sua inadeguatezza a ricoprire quell’incarico, ma ciò nonostante, è rimasto al suo posto per 4 anni, salvo sostituirlo quando ormai era troppo tardi, con gravi ripercussioni nella gestione delle lottizzazioni avviate, oltre che con l’abbandono di programmi avviati e finanziati dalla precedente amministrazione, tra i quali: a) il Programma Integrato di Recupero delle Periferie, che prevedeva la realizzazione di 30 alloggi da parte dell’IACP, il recupero dell’ex Mattatoio con la realizzazione di un City Center, residenza e servizi privati; b) il progetto di recupero del water front (comparti CB6 e CB7 – Siponto) all’interno del quale era prevista la trasformazione della tratta ferroviaria in treno tram, progettazioni queste, rimaste nel cassetto per 4 anni nonostante l’imponente lavoro avviato negli anni precedenti. Come poter dunque correlare gli errori di scelta commessi nella attribuzione di ruoli strategici, alla crisi economica globale e ai tagli del Governo.”

“Ancora – continua La Torre – ricordiamo la proposta di costituzione di una holding per la gestione delle reti e dei servizi che avrebbe dovuto, a dire del Sindaco, portare nelle casse comunali ingenti risorse, soprattutto dall’aumento del canone di concessione della rete di distribuzione del gas. Invero, nonostante l’aggiudicazione provvisoria alla società risultata vincitrice del bando, non si procede ancora alla aggiudicazione definitiva e alla stipula del relativo contratto perché un’altra società partecipante, dopo essersi vista rigettare dal TAR il ricorso avverso l’aggiudicazione provvisoria, ha impugnato il provvedimento di rigetto innanzi al consiglio di stato e si attende l’esito da alcuni anni, con la conseguenza che il consistente aumento del canone di concessione, previsto nell’offerta della società aggiudicataria, continua a non entrare nelle casse comunali”.

“Così come è naufragata in maniera grossolana l’idea, corroborata da uno studio di fattibilità del prof. Calzone, lautamente retribuito, di far partecipare l’A.S.E. S.p.A. in A.T.I. con la Mediterranea Energia al bando suddetto, relativo alla concessione della rete di distribuzione del gas. E’ successo che l’A.T.I. tra A.S.E. e Mediterranea Energia è stata esclusa dalla gara per assenza dei requisiti prescritti dal bando. Per essere chiari, il Comune di Manfredonia ha predisposto e pubblicato il bando al quale ha partecipato l’A.T.I. della quale fa parte l’A.S.E., società partecipata al 100% dal Comune stesso, che è stata esclusa per assenza dei requisiti previsti dal bando.”

“Ancora: il mercato ittico, altro cavallo di battaglia del programma del sindaco nel 2010, che avrebbe dovuto essere trasformato da struttura esclusivamente dedicata alla produzione, a mercato dedicato alla produzione e al consumo, così da diventare punto di riferimento per gli operatori dell’Italia meridionale, unico luogo per il commercio ittico, nel quale avrebbero dovuto trovare collocazione i banchi vendita di tutti i dettaglianti.”

Al momento resta il fallimento del Consorzio di gestione del mercato ittico, del quale il comune è socio, ed è in atto la gestione diretta, che grava pesantemente sulle casse comunali; senza dimenticare il fatturato che è ai minimi storici”.

Come poter dunque parlare di “vendette, di bramosia di poltrone” da parte di un’area del Pd che “ha come unico obiettivo lo sviluppo della nostra amata cittadina. Gaetano Prencipe – dice Franco La Torre – rappresenta l’artefice della Primavera manfredoniana. Oggi al contrario stiamo vivendo – per varie contingenze, anche amministrative – una fase di inverno rigido e freddo. Dobbiamo reagire mettendo in campo le energie e gli uomini migliori, basta giocare sulla pelle della gente. I problemi sono stati rilevati, perseverare sarebbe diabolico”.

“In queste settimane – continua l’avvocato Franco La Torre – piuttosto che pensare a rievocare storie e vicende altrui, abbiamo svolto dei cantieri aperti a tutti sui principali settori della Pubblica Amministrazione; un lavoro puntuale che sta sollecitando le menti più attente della città e soprattutto i giovani”.

Il voto di domenica. “Sono fiducioso – continua Franco La Torre – credo che la città abbia metabolizzato quanto avvenuto in questi 5 anni. Sono convinto che Manfredonia sia una città libera, con cittadini liberi e privi di lacci. Una sua minima parte ha che fare quotidianamente con la pubblica amministrazione e in queste fasi sta sulle sue poiché non vuole esporsi, ‘inimicarsi‘ l’amministratore di turno, ma questa è una patologia dalla quale si esce solo attuando una seria programmazione e disciplinando in maniera puntuale ogni procedimento. Questo è ciò che vogliamo fare”.

Sulle posizioni di altri partiti relativamente al voto di domenica: “penso – conclude Franco La Torre – che le scelte personali abbiano un significato e un peso, quelle politiche un altro. Certo, è evidente che per relazioni personali e per vicende legate ad alcuni interventi che si stanno realizzando nel territorio c’è qualcuno che sembra aver già deciso chi sostenere. Ma parliamo di vicende personali.”

“Infine, faccio una riflessione e, al tempo stesso anche una sollecitazione, ai partner della coalizione Manfredonia Viva che avrebbero dovuto esprimersi sulla scorta di una valutazione oggettiva dei risultati riportati dall’Amministrazione Riccardi in questi anni. Sentir dire dal portavoce dei partiti che sostengono il sindaco uscente che il programma è stato realizzato e che quanto non realizzato lo si deve alla crisi economica e ai tagli del Governo centrale è preoccupante”.

“Da queste affermazioni emerge l’assenza di una visione di futuro e, in particolare, viene spontanea la seguente considerazione: se il programma del 2010 non è stato realizzato per via dei tagli ai trasferimenti e della crisi economica, poiché per il programma del 2015, come emerge dal documento pubblicato da Riccardi, i punti sono gli stessi, due sono le opzioni possibili, o, immaginano che a breve passerà la crisi economica e il governo centrale riaprirà i cordoni della borsa, o, cosa molto più probabile, ci troviamo nuovamente di fronte a impegni che non saranno mantenuti, anche in considerazione del fatto che, visti gli schieramenti in campo, la squadra di Riccardi, in caso di vittoria alle primarie e in caso di vittoria alle elezioni del prossimo anno, pare essere la stessa. Non basta rinnovare l’elenco delle cose da fare, bisogna anche dire come si intende realizzarle e soprattutto con quali uomini”.

g.defilippo@stoatoquotidiano.it

F.La Torre: osservate, progetti Riccardi 2015 uguali al 2010 ultima modifica: 2014-12-17T15:44:11+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
43

Commenti


  • Solo i c...... possono ancora andargli dietro a Riccardi!

    CHE RIDERE, RICCARDI HA MESSO COME OBIETTIVI DA RAGGIUNGERE NEL PROSSIMO MANDATO, IN CASO DI SUO RIELEZIONE (DIO CE NE SCAMPI!), GLI STESSI PUNTI DEL PROGRAMMA DI 5 ANNI FA, CHE OVVIAMENTE NON AVEVA RAGGIUNTO. LA DOMANDA ADESSO E’ QUESTA. MA SE NON VA DICENDO CHE NON GLI HA RAGGIUNTI QUEGLI OBIETTIVI PERCHE’ C’E’ LA CRISI E IL COMUNE HA MENO SOLDI, COME PENSA ALLORA DI POTERLI RAGGIUNGERE ADESSO CHE LA CRISI C’E’ SEMPRE E IL COMUNE HA SEMPRE QUESTI STESSI POCHI SOLDI. DELLE DUE L’UNA. O HA DETTO BUGIE QUANDO HA TROVATO QUESTE SCUSE O LE STA DICENDO ADESSO. FATE VOI, MA PER PIACERE CACCIATELO A QUESTO QUA, CHE NON SE NE PUO’ PIU’, OGNI GIORNO E’ UNA OFFESA ALL’INTELLIGENZA DELLA GENTE. A PROPOSITO IL WI.FI GIA’ NON FUNZIONA PIU????????? ADDIO RICCARDI! ADDIOOOOOOOO!


  • vedo oltre

    I conti non tornano nel momento che ci si separa. Quando ci si amministrava assieme tutto era perfetto.Verra il giorno del giudizio


  • Angelo Verde

    Franco La Torre è capo gruppo di quale PD ?.


  • MICHELE

    I COMPARTI CHE FINE FARANNO?
    DOMANDA POSTA AI CANDIDATI SINDACI.


  • pretosino

    e tu dov’eri??? la torre dov’eri? mi spieghi tu dove sei? che fai? per favore ehhh


  • Zizzio

    Alla tristezza non c’è mai fine. Siete ormai disperati. Alla frutta. Ormai attaccate frontalmete perchè avete finito tutti gli argomenti. Da Franco me lo potevo aspettare, ma da Gaetano no. Non capisco come possa essersi fatto coinvolgere in questa porcheria politica. Franco…. lunedì è arrivato!! Facciamo colazione insieme?


  • Mina

    @ Solo i c…….. etc etc etc . Ma pensi che non sappiamo leggere che scrivi maiuscolo? Non urlare statt calm per fortuna possiamo fare a meno di leggerti. Fai parte dei 7 per cui ho deciso di non votare ……….


  • promesse

    scusa Franco, ma tu parli? fin’ora hai mangiato con questa gente. adesso ti fai il forte perchè ti sei circondato di certi personaggi? io nnon voto domenica… nè te nè riccardi. perchè non voglio essere complice di un partitello come il pd che si fa la guerra tra di loro, invece di pensare ai problemi seri. Questi soldi si potevano risparmiare e dar da campare la gente che ha fame—


  • GianMario

    Francuccio bello … mi spiace per te…


  • iL GIORNO DEL GIUDIZIO E' GIA' ARRIVATO: IL 21 !

    Anch’io vedo oltre, ma non mi serve, perchè il giorno del giudizio e’ già arrivato ed è domenica 21, quando migliaia di cittadini onesti e delusi si recheranno alle urne per votare Gaetano Prencipe e ricordare a Riccardi che le bugie hanno le gambe corte…


  • Il Re è nudo

    Ma veramente Riccardi pensa che la gente abbia ancora l’anello al naso? Rimettere lo stesso programma dopo 5 anni dicendo che il bello deve ancora venire……..A casa, domenica vengo a votare Prencipe pur di liberare Manfredonia dai nulla .Bordo Campo Riccardi


  • chepamalet

    X angelo di tutti i colori e quanti altri nickname del comitato di Riccardi che scrivono sul forum un solo grido: cercatevi un lavoro serio.


  • pacioccone

    Franco La Torre vicesindaco per 10 anni assessore e siede in comune almeno da 20 ci spighi cosa hai fatto tu per Manfredonia?


  • fracchia

    Da politico consumato quale sei racconta alla gente che sei stato al fianco di RICCARDI per avere i voti per diventare consigliere provinciale ottenuto l’aiuto lo hai pugnalato noi Manfredoniani non vogliamo fare la stessa fine e il 21 voteremo in massa RICCARDI


  • LADY OSCAR

    A conclusione di questo discorso vorrei aggiungere, riprendendo le parole del capogruppo PD (che poi è lo stesso PD di Riccardi), che “visti gli schieramenti in campo, la squadra di” Prencipe, “in caso di vittoria alle primarie e in caso di vittoria alle elezioni del prossimo anno, pare essere la stessa. Non basta rinnovare l’elenco delle cose da fare, bisogna anche dire come si intende realizzarle e soprattutto con quali uomini”.

    Caro Franco, cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia.
    PD siete voi PD è Riccardi.

    Zingariello è nell’attuale giunta e con voi Zingariello sarà nella prossima giunta.
    D’Ambrosio è stato in questa giunta e D’Ambrosio sarà nella prossima giunta.
    Salinari è stato in questa maggioranza e Salinari sarà nella prossima.
    Mimmo Scarano è in questa maggioranza e Mimmo Scarano sarà nella prossima.

    E tu, caro Franco, sono 15 anni che sei nell’Amministrazione del Comune di Manfredonia. Come assessore, vicesindaco e consigliere di maggioranza.

    Per sillogismo se Riccardi è stato un fallimento lo sei stato anche tu, lo è stato anche Zingariello, lo è stato Scarano e anche Salinari e ovviamente D’Ambrosio.
    Quindi, se la gente non deve votare Riccardi per tutti i motivi che hai enunciato non può votare per gli stessi motivi nemmeno Prencipe.

    E allora…DI CHE COSA STIAMO PARLANDO??


  • MacGyver

    Che bella Mattinata!


  • MORALIZZATORE

    a me sembra che siamo arrivati nello stesso modo col quale volevano far cadere Berlusconi : votiamo chiunque altro tranne che lui!!!!E’ per questo che Angelo Riccardi VINCERA’ con un largo margine!!!!La torre vai a cogliere i funghi di frevola che ne è pieno in questi periodi!!!


  • berny

    Coerenza vorrebbe che franco la torre si dimetta da capogruppo e che cambi gruppo. Non è normale che un capogruppo sfiduci il proprio sindaco tramite statoquotidiano. Abbia le palle e la responsabilità di farlo nelle sedi istituzionali dove nè lui nè i suoi colleghi hanno mai votato contro sulle cose che contano. Altrimenti dimettetevi rinunciate ai soldi che vi spettano fino a maggio. E invece vi piace. Squallidi


  • MATTINATA

    OSSERVATE. OSSERVATE.OSSERVATE.OSSERVATE.OSSERVATE.OSSERVATE
    “Nella profonda convinzione che la politica debba essere al servizio esclusivo della comunità e del bene comune, rassegno in data odierna le mie dimissioni dalla carica di Sindaco, rivolgendo il mio augurio di ogni bene alla città di Mattinata”. Si affida a queste scarne parole Lucio Roberto Prencipe, per spiegare le sue dimissioni da primo cittadino del paese garganico. La decisione di dare l’addio alla carica di sindaco, segue le richieste di condanna formulate dalla Procura della Corte dei Conti nei confronti del sindaco di Mattinata, Lucio Roberto Prencipe, e dei suoi assessori, Raffaele Prencipe, Antonio Sacco, Rosa Pia Ciccone e Raffaele D’Apolito, per danno erariale a seguito della nomina dell’avv. Francesco La Torre, già vicesindaco del PD del Comune di Manfredonia, quale componente di supporto dell’Ufficio di staff del sindaco. Una nomina di consulenza nelle materie urbanistiche da 125.000 euro durante i 5 anni di mandato del sindaco Prencipe. 5106-franco_la_torre
    La vicenda nasce nel 2010, quando l’allora assessore al bilancio, avv. Pierpaolo Fischetti, “si rifiutava di votare una delibera di nomina a consulente dell’avv. Francesco La Torre nelle materie urbanistiche per 125.000 euro durante i 5 anni di mandato del sindaco Prencipe”. Una decisione che ha prima causato la revoca delle deleghe da assessore, e che poi ha dato inizio ad una lunga battaglia politico-giudiziaria col sindaco Prencipe, con la presentazione di un esposto nel marzo 2011 alla Procura regionale della Corte dei Conti da parte di Fischetti.
    Una vicenda per la quale gli assessori ex Udcap Raffele d’Apolito e Antonio Sacco avevano chiesto risposte, e alla quale Prencipe ha replicato con la revoca delle deleghe assessorili. Oggi poi le dimissioni. A Mattinata ora arriverà il commissario prefettizio, in attesa delle urne. (11 Febbraio 2014 Fonte http://www.manfredonianews.it)


  • canagghion

    Prencipe forever, non c’è paragone. Mi piacerebbe sapere se quel sindaco leghista che si permise di copiare il programma di Riccardi del 2010 ha realizzato qualcosa di tutto quanto era previsto o, se anche lui, non ha lasciato traccia.


  • antonio

    Potrei anche concordare con quanto detto dal consigliere Franco, ma da manfredoniano che deve votare, mi piacerebbe che siano ricordate tutte le gesta compiute da Prencipe nella sua precedente esperienza da sindaco. Personalmente non le ricordo e potrei anche sbagliare, ma mi piacerebbe che qualcuno mi convincesse che per Manfredonia non ci fosse un nuovo personaggio all’altezza della situazione che faccia anche rinnovamento. Non sono fanatico del rinnovamento a tutto i costi ma non mi piace neanche una deludente minestra riscaldata.


  • LA MANNAIA


  • MANFREDONIANO

    Angelo il 22 cacciali tutti dal palazzo…devono andare a lavorare Zingariello D’ambrosio Scarano Salinari etc fuoriiiiii.. Ognissanti anche x te e’ finita la pacchia maggio e’ vicino


  • assopigliatutto

    azz allo staff del sindaco, pronto a rintuzzare tutti i rilievi. Cercatevi un lavoro.


  • rocchino

    Come siamo combinati male, senza aver fatto nulla in questi 5 anni intende ricandidarsi a sindaco. Ma che paese è questo? Prencipe sarà sicuramente all’altezza della situazione.


  • gino

    che lotta fraticida, spero che alle prosime elezioni fra i due cantatori di balle esca il terzo, chi sia nn si sà, spero nel miracolo.


  • maestro

    Condivido molto di quello che dice il signor La Torre,l’unica cosa che non condivido e’ il giudizio sull’assessore all’urbanistica sopra citato.
    Quello della citta’ di MANFREDONIA credo sia l’unico assessorato all’urbanistica di tutta l’EUROPA che in soli TRE GIORNI ha rilasciato l’AGIBILITA’ per una struttura sanitaria.
    Caro La Torre la richiesta di agibilita’ viene fatta il 7 dicembre,l’8 e’ la CUNCETTA(festivita),il 9 si ha l’AGIBILITA’,ALTRO CHE BUROCRAZIA.
    Ecco perche’ il bello e’ gia’ PASSATO.


  • Manfredoniano doc

    Gli uomini da te elencati sono uomini del popolo no di un dittatore che crede che il mondo sia hai suoi piedi


  • Pavese

    Poesia : Verrà la coerenza e avrà i tuoi occhi………………


  • Osservatore e commentatore

    Anche un’ingenuo riesce a comprendere che il programma del Sindaco uscente non esiste e spiego tutto.
    Quello che esso è intenzionato a fare è una sorta di pacchetto-opere (alcune ancora in fase embrionale) senza un programma serio che possa rilanciare la città.


  • rino

    Si ma La Torre dove stava? Quando era Assessore funzionava tuto bene, poi quando è stato messo fuori va tutto male! LA TORRE stai sereno……che fra un po la città non saprà più nemmeno chi sei!


  • gilberto

    Un danno erariale per circa cinquantamila euro. La Procura regionale presso la Corte dei Conti ha contestato, quantificando il danno alle casse comunali, l’illegittimità di incarichi esterni dati dalla giunta guidata dal sindaco Lucio Roberto Prencipe.
    Nel mirino della magistratura contabile gli incarichi esterni, ad iniziare dall’incarico di staff all’avv. Francesco La Torre (in materia di urbanistica, giurisprudenza e legislazione), già vice sindaco di Manfredonia. La messa in mora in notifica a presentare le proprie deduzioni arriva dopo circa due anni di indagini dei magistrati contabili, originate dall’esposto denuncia dell’otto marzo 2011 alla firma del consigliere Pierpaolo Fischetti, il quale, all’inizio del mandato dell’attuale sindaco, nella primavera del 2011, era stato prima nominato assessore e subito messo fuori dalla giunta, in quanto, ricorda il consigliere comunale, “si era rifiutato di votare una delibera di nomina a consulente dell’avv. Francesco La Torre nelle materie urbanistiche per centoventicinquemila euro durante i cinque anni di mandato del sindaco Prencipe”.
    Per la Procura regionale vi è stato il mancato rispetto della normativa in materia; inoltre l’assunzione nello staff da parte della giunta Prencipe maschera in maniera surrettizia un incarico esterno di consulenza, senza che esistano nemmeno i requisiti di legittimità. Con decreto del luglio 2011 il sindaco Lucio Roberto Prencipe aveva individuato quale collaboratore esterno l’avvocato sipontino, senza vincolo di subordinazione, con accessi liberi, non prevedendosi né un numero minimo di ore né un orario di lavoro.
    Per la Procura regionale invece non si poteva far luogo all’assunzione con contratto di lavoro autonomo. Inoltre, sempre secondo i magistrati contabili, il sindaco e gli assessori non hanno dimostrato l’assenza di personale interno idoneo a ricoprire l’incarico. Secondo l’accusa vi è stata una grave negligenza e quindi una colpa grave per evidenti trasgressioni di obblighi di regole di condotta.
    Sotto accusa anche l’incarico dato dalla giunta, in materia turistica, a Roberto Seppi, per il quale la spesa illegittima sarebbe il rimborso spese da Bolzano.
    “Ho sempre nutrito, commenta Fischetti, una estrema fiducia nella magistratura e nelle risultanze del suo lavoro, che oggi pare ben ripagata. La vicenda connota l’operato dell’amministrazione Prencipe ne segna forse definitivamente il passo”.
    Con le deduzioni da presentare a Bari entro i prossimi trenta giorni la giunta potrà fornire la propria versione dei fatti.
    Fonte: Gazzetta del Mezzogiorno

  • Peccato che non si facciano commenti seri e concreti per il bene della nostra città. E’ una guerra di parole che sa solo di pettegolezzo che danneggia e scoraggia gli elettori. In un momento così delicato c’è ben altro da dire e da fare..per Manfredonia e per i manfredoniani. Il popolo non è ignorante, la gente sa e conosce tutti i protagonisti di questo scenario politico, che lascia molto a desiderare… Le persone serie e dotate di buone capacità intellettive si mettono da parte perché non sono dotate di certi requisiti per poter combattere l’incoerenza e la falsità che si è diffusa a gran raggio e che favorisce gli opportunisti.


  • pacioccone

    Manfredonia, Ase, Dicembrino: nuovo direttore entro l’anno, non sarà Franco La Torre ora si spiega perchè contro ANGELO RICCARDI


  • pacioccone

    Ecco cosa vuole fare OGNISSANTO per il suo 3 mandato in regione svendere l’ospedale
    ALL’INDOMANI della reazione inaspettata durante la seduta di consiglio del 25 luglio, il consigliere regionale, presidente della VI commissione pugliese Francesco Ognissanti (piddino, originario di Manfredonia) sviluppa una riflessione ponderata sulla situazione sanitaria in Puglia, specie alla luce del Piano di riordino sanitario, ma soprattutto sui fattori determinati la valutazione degli stessi presidi sanitari: “un ospedale lo giudichi dai reparti, dalla produttività, un ospedale lo giudichi dai servizi”. Ma non dalla fantasia”.


  • Antonello Scarlatella

    Cari amici lettori di Stato, chiunque sia il prossimo Sindaco, e’ importante che ci sia un folto gruppo di opposizione. Avete visto quante cose e progetti si stanno mettendo in cantiere grazie a questa sfida tra Riccardi e Prencipe? Non dobbiamo piu’ incoronare imperatori con l 80 per cento di consensi. Dobbiamo ripristinare il ruolo delle opposizioni visto che la destra e’ latitante ed ha “firmato il patto di non belligeranza con il PD”. Spingere qualsiasi maggioranza a far meglio, e mettere sempre in discussione la loro leadership e’ la ricetta per iniziare a dare dignita’ alla città sotto il profilo economico e sociale. Cio’ che dice Franco La Torre e’ giusto ma e’ anche vero che ci sarebbe da chiedersi, come mai sia lui che gli altri hanno avallato questa amministrazione fino alla fine. Questo e’ quello che nn mi torna della candidatura di Prencipe. Quindi impegnarsi per creare tramite il voto OPPOSIZIONE. Ripeto gli atteggiamenti critici al potere spingono lo stesso potere a mettersi continuamente in discussione ed ha fare e non a gestire indisturbati in base alle loro esigenze ed alle lobby che rappresentano. La fiducia si esercita con il controllo. Il controllo lo si esercita in politica solo con un atteggiamento “critico” messa in atto da una opposizione seria, equilibrata, intelligente, preparata. Diversamente nessuno, ne Riccardi, ne Prencipe, potranno far nulla perche’ saranno in ostaggio dei loro elettori e di chi avra’ sponsorizzato la loro campagna elettorale.

  • X Mattinata. Che squallido personaggio che sei. Vatti a leggere le carte prima di dire le fesserie che hai scritto. E poi chiedi ai mattinatesi se l’attuale sindaco è meglio di Roberto Prencipe che ha fatto rinascere la città da tutti i punti di vista, vedi anche il risanamento del bilancio comunale. Comunque salutami i tuoi amici Paolo, Francesco, Michele, Carlo e così via… e ci vediamo per una cena da Monsignore.


  • Aldo M.

    Premesso che non voterò alle primarie perché non mi faccio coinvolgere dai giochi di poltrone di persone che non ha nessuna voglia di trovarsi un lavoro,
    ma dico…ma questo che parla era all’opposizione?

    Se conta solo il sindaco (ed è l’unico responsabile di tutto), cosa spendiamo a fare gli stipendi per assessori e consiglieri???

    Chi ha fallito è il progetto politico del PD…quindi, tutti i partecipanti alle primarie che hanno “lavorato” nel PD sono dei falliti.

  • Mi dispiace caro consigliere provinciale del P.D., ma io non credo a una sola parola di quello che lei dice. Per esperienza.


  • AQUILA

    IN UNO DEI SUOI PRECEDENTI COMUNICATI IL SINDACO HA ELENCATO UNA SERIE DI COSE FATTE DALLA SUA AMMINISTRAZONE COMPRESI ALCUNI PUNTI DEL SUO PROGRAMMA FUTURO, COME SI PUÒ DIRE UNA COSA E DOPO ALCUNI GIORNI AFFERMARNE UN’ALTRA, HA AFFERMATO ANCHE CHE IL BILANCIO DEL MERCATO ITTICO DA QUANDO SI HA LA GESTIONE COMUNALE È POSITIVA, MAH ……. ORA FRANCO LA TORRE PARLA DEL SUO FALLIMENTO E DEI DEBITI COSA CHE COMUNQUE RISULTA A TUTTI , MAH…….
    IL 21 DICEMBRE ALLE PRIMARIE VOTAGAETANO VOTAGAETANO VOTAGAETANO VOTAGAETANO VOTAGAETANO VOTAGAETANO VOTAGAETANO VOTAGAETANO VOTAGAETANO VOTAGAETANO VOTAGAETANO VOTAGAETANO VOTAGAETANO VOTAGAETANO VOTAGAETANO VOTAGAETANO VOTAGAETANO VOTAGAETANO VOTAGAETANO VOTAGAETANO


  • U vasc

    La torre va incant i scignnnn , ti conosciamo bene , che orrore…..


  • chiumer

    vai con il liscio, stiamo arrivando, caro sindaco hai finito. Analisi impeccabile. Vorrei comprendere come fanno questi lacchè del forum a sostenere il contrario. Speriamo in Gaetano Prencipe e nella sua capacità di gestire già dimostrata. Riccardi ha già dimostrato di non servire alla città. Smettetela di parlare di cose fatte dall’amministrazione campo e non da Riccardi.


  • anna

    Osservando!!!!!!!!!!!!!ii comparti che fine hanno fatto tu cosa hai fatto per Manfredonia osservandoti!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This