Manfredonia

Sangalli, duro Bordo: nessuno pensi di chiudere a Manfredonia


Di:

Manfredonia – “NESSUNO pensi di chiudere lo stabilimento di Manfredonia. Ci opporremmo con tutte le nostre forze contro questa eventualità e faremmo ogni sforzo per impedirlo”. È quanto sostenuto questa mattina dall’on. Michele Bordo, presidente della Commissione Politiche UE della Camera, durante l’incontro con i lavoratori della Sangalli, in sciopero per sostenere la ripresa dell’attività produttiva e salvaguardare i livelli occupazionali, avvenuto sulla statale 89 nel tratto tra Manfredonia e Mattinata.

“Voglio credere – continua Bordo – all’infondatezza delle voci, che pure circolano in questi giorni, secondo cui la proprietà del gruppo Sangalli lavorerebbe ad un progetto di rilancio di altri impianti e non di quello manfredoniano. Perché se così fosse sarebbe molto grave e noi non potremmo consentirlo. Per quanto ci riguarda, continueremo a lavorare nei prossimi giorni solo con l’intento di ottenere il risultato della ripresa delle attività industriali nel nostro territorio e della salvaguardia di tutti i livelli occupazionali.

I lavoratori, ai quali ho rinnovato la mia solidarietà personale e istituzionale, sanno di poter contare sul sostegno anche della popolazione, dei Comuni, della Regione e del Governo, con il Ministero dello Sviluppo Economico attento agli sviluppi e pronto a riconvocare le parti in qualsiasi momento. Mi auguro – conclude Bordo – che soprattutto l’azienda comprenda con quale de-terminazione stiamo conducendo questa battaglia a difesa del lavoro”.

Redazione Stato

Sangalli, duro Bordo: nessuno pensi di chiudere a Manfredonia ultima modifica: 2014-12-17T17:40:42+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
6

Commenti


  • alleznam

    Un messaggio ad alcuni amici dello stabilimento, dopo il 21 spariranno tutti. Bordo è uscito da un letargo comatoso, oggi si preoccupa del contratto d’aria ma mi faccia il piacere.


  • zoover

    Ormai presso la Sangalli certi signori vorrebbero produrre più comunicati stampa che vetro !


  • barfus

    E vai……… Staremo a vedere quanto tempo dura questa farsa.


  • BRADIPO

    Bordo ritorna a dormire, dove eri fino a quando ad un mese fa continuavano a chiudere, le aziende mai una parola spesa niente di niente, quindi torna nel tuo letargo


  • Graziano

    E si ora ci sono le elezioni e si fanno vedere, spero non siate così scemi da credergli e quando chiudevano tutte le altre dov’erano???? Ma per piacere…un bel calcio in culo a lui, sindaco e tutti i politici …è solo loro la colpa..sia del contratto d’area che del suo fallimento!!!! Vergogna


  • CIMA DI RAPA

    come dice il proverbio montanaro ” ultimo ad arrivare fu gamba corta. Si è ricordato dei lavoratori della Sangalli Vetro. Questo è il risultato dell’attuale legge elettorale, lista di politici blindata, che non si sono presi neanche la briga di andare a chiedere il voto ai cittadini per essere eletto. Questo portava il politico a conoscere e risolvere i problemi della popolazione della zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This