Attualità
Come ogni anno, l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha monitorato i costi della tradizionale cena della Vigilia di Natale e di Capodanno

Cenone 2015: “a Capodanno solo 1 famiglia su 8 cenerà fuori casa”


Di:

Bari. Come ogni anno, l’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha monitorato i costi della tradizionale cena della Vigilia di Natale e di Capodanno. Il costo del menu “classico” è cresciuto, rispetto allo scorso anno, del +1,2% per quanto riguarda Natale e del +0,7% per quanto riguarda Capodanno. Ma, a causa della forte riduzione del potere di acquisto (-13,4% dal 2008), non tutti potranno permettersi il classico cenone all’insegna del pesce fresco e del vino ricercato. Molte famiglie saranno costrette a portare in tavola, anche quest’anno un menù più economico, ma sempre a base di prodotti “tradizionali”. Invece di mangiare la spigola, si sceglieranno pesci più “poveri” (di costo, ma non di valori nutrizionali), come la trota o lo sgombro, ma altrettanto buoni. Anche per il vino, si sceglieranno bottiglie sempre di buona qualità, ma più economiche.

Per quanto riguarda il cenone di Natale (Tab.1.1): La sa spesa media ammonterà a 35,52 € a persona, pari a 195,12 € per una famiglia composta da genitori, due figli e due nonni.
Il Menu “anticrisi” (Tab.1.2), che comprende pesce e vini più economici, costerà invece 15,89 Euro a persona, per un totale di 95,34 € a famiglia, pari al 51% in meno rispetto al menu classico.

Per quanto riguarda il cenone di Capodanno (Tab.2.1): La spesa media ammonterà a 40,72 € a persona, pari a 244,32 € per una famiglia composta da genitori, due figli e due nonni. Il Menu “anticrisi” (Tab.2.2):, che comprende prodotti più economici, costerà invece 26,09 Euro a persona, per un totale di 156,54 € a famiglia, pari al 36% in meno rispetto al menu classico. Qualunque sia il menu scelto, per risparmiare Federconsumatori ed Adusbef consigliano di approfittare della vendita diretta e delle numerose promozioni che, in questo periodo, vengono proposte presso gli esercizi commerciali, prestando però molta attenzione alle etichette, alle date di scadenza ed alla qualità dei prodotti, diffidando sempre dai prodotti contraffatti.

Anche a causa del clima di sobrietà e di rigore saranno pochissime, quest’anno, le famiglie che decideranno di festeggiare fuori casa, presso ristoranti e agriturismi: rispettivamente sarà a Capodanno solo il 1 famiglia su 8 cenerà fuori casa, il -4,16% rispetto al 2014. A Natale, invece, la percentuale è vicina allo zero.

(federconsumatori, 17 dicembre 2015)

Cenone 2015: “a Capodanno solo 1 famiglia su 8 cenerà fuori casa” ultima modifica: 2015-12-17T13:58:55+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi