Politica
Ipotizziamo un colloquio di lavoro con una posta in gioco alta, la carica di sindaco della Capitale, per esempio

Meloni e Raggi a colloquio: ‘Azienda Roma’ assume

Candidate, tra gli altri, due donne. Questo aspetto non sarà ininfluente, nella selezione

Di:

Roma. Ipotizziamo un colloquio di lavoro con una posta in gioco alta, la carica di sindaco di Roma, per esempio. Per una volta i ruoli decisionali si invertono e gli elettori, i cittadini della capitale, collettivamente manager delle risorse umane, sono in procinto di essere artefici di una scelta rilevante per il futuro della Capitale. Candidate, tra gli altri, due donne. Questo aspetto non sarà ininfluente, nella selezione; si tratterebbe di un importante passo avanti: l’’azienda Roma’, come l’’azienda Italia’, ha bisogno di donne ai vertici. Anche se gli eventi degli ultimi giorni potrebbero, a primo impatto, mostrare attardamenti su posizioni maschiliste e maschio-centriche della politica, troppo evidente è la lunga mano della competizione pre-elettorale, laddove si sia cercato di convincere la parte più tradizionalista che che una donna incinta debba restarsene a casa.

Le candidate in questione sono Giorgia Meloni e Virginia Raggi: in entrambe si rileva subito quell’espressione di romanità che è largamente sentita come elemento identitario importante per un sindaco capitolino.

(FONTE, ARTICOLO DI VALENTINA SAPONE – Meloni e Raggi a colloquio: ‘Azienda Roma’ assume – a cura di Valentina Sapone)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This