Manfredonia
E' la domanda rivolta a Stato Quotidiano - con richiesta di pubblicazione - di un lettore

Parco archeologico di Siponto, Basilica: dov’è finita la luce?

"Inoltre segnalo che anche l'opera 'artistica' della recinzione sembrerebbe labile dal punto di vista della sicurezza"


Di:

Manfredonia. “A pochi giorni dall’inaugurazione del Parco Archeologico di Siponto, con annessa opera ‘futuristica’, la Basilica è per caso caduta nelle ‘tenebre‘?”. E’ la domanda rivolta a Stato Quotidiano – con richiesta di pubblicazione – di un lettore che ha segnalato stasera, 18 marzo 2016, la mancanza di illuminazione nell’area indicata. “Questa oscurità – aggiunge – renderebbe vulnerabile l’area, da parte di ignoti e vandali, con possibili depredamenti. Inoltre segnalo che anche l’opera ‘artistica’ della recinzione sembrerebbe labile dal punto di vista della sicurezza”.

FOTOGALLERY

Redazione Stato Quotidiano.it – RIPRODUZIONE RISERVATA

Parco archeologico di Siponto, Basilica: dov’è finita la luce? ultima modifica: 2016-03-18T19:07:20+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
13

Commenti


  • Gianni

    Illuminatela, le luci la rendono ancora piu’ fantastica.


  • svolta

    Fantastica de che ?
    Essa è un’opera d’arte fine a se stessa.
    Lo scopo della realizzazione di una struttura era la salvaguardia del sito archeologico.
    La piramide futuristica di Parigi è stata realizzata nei pressi del Louvre e non dentro di esso, ed è un’opera d’arte che dice qualcosa nel contesto in cui è stata realizzata.
    una cosa simile la si poteva fare al centro di Piazza Giovanni XXIII…. forse aveva più senso.
    Oltre ad essere inutile per la salvaguardia e preservazione del sito, concorso sulla sua eventuale pericolosità…. sono stati fatti dei collaudi statici ed alla resistenza del vento. Qualora non fatto mettere dei cartelli che avvisano gli ignari visitatori che in caso di vento ….. “Stare alla larga” dalla struttura.


  • antonella

    Vero ieri era tutto spento, finita
    l’ inaugurazione calato il sipario, si spengono le luci perché è finita la solita passerella con tanto di spot pubblicitario delle grandi gesta politiche?900.000 euri spesi e poi? Tutto nel dimenticatoio?
    Si deve capire che non serve partecipare
    a un bando per ottenere un finanziamento, per trasfornare( a bene o
    a male )n monumento importante ,
    spendendo soldi della comunità giusto
    per quel unico giorno, quello
    dell’inaugurazione.


  • gino

    un’altra cattedrale nel deserto, in quelle condizioni sarà preda di ladri e spacciatori.


  • cittadino in difesa di Manfredonia

    Passata la festa……..! La disamina fatta dallo storico dell’arte De Giorgio ha bene spiegato quale tipo di operazione è stata fatta in quel di Siponto ! Purtroppo niente di buono per quello che doveva essere la sostanza dell’opera : portare gli scavi alla luce , proteggerli e se fosse il caso valorizzarli con appropriate opere d’ attrazione . Tutto ciò è stato sintetizzato in qualcosa tipo ” facciamo sensazione ” e ciò è stato fatto!! Ciò che rimane è ….NON CI RESTA CHE PIANGERE sul latte versato !


  • CROCE & Delizia

    Era già spenta la sera di sabato 12 marzo. Come me tante persone sono passate di là per vedere l’opera illuminata, ma siamo rimasti tutti delusi!
    Le solite COSE DI CASA NOSTRA!


  • stato a rotoli

    Come per tutte le cose in questo strano paese, anche la luce non illumina piu’, e il clima e’ impazzito adeguandosi anch’esso al carattere labile del sipontino.Tutto a Manfredonia lascia a desiderare colpa anche di chi ci abita.La cattiveria e malaeducazione son parte di molti.si aggiunge un clima di pazzia dato dalle leggi inique dettate dal governo, le quali non fanno che peggiorare la gia’ presente follia cittadina


  • Il più grande travaglio e incubo di tutta la storia di Manfredonia.

    anche qui il clero locale tace!!!!????? Non ho mai letto dichiarazioni ufficiali in merito!!!!!!!!


  • LA STAZIONE FANTASMA DI MANFREDONIA OVEST CON LE LUCI ACCESE

    TANTO PAGA PANTALONE!!


  • cittadino in difesa di Manfredonia

    Eccola la’ la fine dell’attrazione!!!!! Manca la luce ( ciò che appare ) ecco come tutto appare in decadenza ….di conseguenza!!! Dov’è il sito ? Che fine ha fatto la sostanza?!?!?! Ben ci sta!!!!!!


  • I GUAPPI DI MANFREDONIA

    vorrei andare via da Manfredonia proprio per non trovarmi sempre a contatto con questi imbecilli che fanno i saputelli, i professori e stronzi su tutto e per tutto. Vorrei vivere in un luogo dove anche il fiore che sboccia in mezzo alla stoppia dovrebbe essere glorificato. Qui invece si gratifica droga ed alcol, puttane e spacciatori, disoccupati e cassintegrati abbusi edilizi e mafiosi. Queste sono le figure da preservare e proteggere e qualsiasi cosa che la gente per bene “tenti” di fare o cambiare per questo maledetto equilibrio è sempre sintomo di attacchi ALLO LORO STATUS. Buona notte….abbassate il sipario che forse è meglio


  • Zuzzurellone Sipontino

    Accumzem sobbt!, PASSATA LA FESTA GABBATO LO SANTO. Vorrei , amici coniare un nuovo indirzzo, dopo Il Palazzo della Sorgente………………………………AH CHIS DU FRFLET


  • antonella

    X guappo di Manfredonia, grazie per la sfilza di insulti, come al solito chiunque partecipi a una discussione è oggetto di schernimento, di contro anche io vorrei vivere in un paese dove i politici non rubano alla comunità, dove i politici usano il loro potere istituzionale per mettersi al servizio del prossimo, per
    ottenere il meglio, risolvendo i problemi
    con umilta’ e compostezza, per il giusto,
    ma non per se ma per la collettivita’,
    dove il sinonimo politico è motivo di
    onore, non disonore, dove politico è
    sinonimo di giustizia ed equità, non
    approfittazione e sopraffazione o
    prevaricazione. Come puoi vedere, tutti
    abbiamo desideri nascosti e reconditi,
    forse per realizzare il tuo desiderio
    bisogna che prima si realizzi il mio! Ora si può anche chiudere il sipario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi