GarganoManfredonia
Ufficiale Leonardo Maruzzi (Pd)

San Giovanni Rotondo: in 5 (forse) per la corsa a sindaco

Il sindaco uscente Luigi Pompilio si ripresenta ma non avrà l’appoggio di Forza Italia

Di:

Foggia. Votato in direzione cittadina senza primarie, come richiesto dalla minoranza Pd e dall’eurodeputato Elena Gentile. Il tempo, dicono i militanti, ha giocato a favore di una decisione rapida. Il 5 giugno si vota e il partito candida Leonardo Maruzzi, avvocato, approdato qualche mese fa fra i tesserati e che, per questo, viene considerato espressione della società civile. A chiedere le consultazioni era stato, fra gli altri, Giuseppe Siena, ex assessore all’urbanistica e molto esperto di questioni politiche ed amministrative, un ex Ds fautore delle primarie ed oggi fra i più delusi per la decisione. Che in ogni caso riunisce i Socialisti, i Democratici per la città, il Movimento popolare sangiovannese in dialogo con l’assessore regionale Leo Di Gioia. Il gruppo è formato da alcuni ex Udc dell’amministrazione in carica passati all’opposizione negli ultimi due anni e molto attivi, in sintonia col Pd, nel cercare inutilmente di mandarla a casa in anticipo.

Le consultazioni di Forza Italia. Il sindaco uscente Luigi Pompilio si ripresenta ma non avrà l’appoggio di Forza Italia, partito che lo elesse cinque anni fa. “Abbiamo lavorato fino a 48 ore fa per tenerlo nella coalizione- spiega il coordinatore provinciale Raffaele Di Mauro- ma ha preferito la scalata solitaria sostenuto da Fratelli d’Italia e Noi con Salvini. Non si è trovato l’accordo con la maggioranza che l’ha sostenuto in questi anni e in cui per il sindaco praticamente Forza Italia e il partito quasi non sono esistiti”.

Per il candidato di centrodestra si attende l’ufficialità. Al momento il nome accreditato è quello di Gerardo Scaramuzzi, impegnato nella corsa a sindaco di An nel 2005 e sostenuto da alcuni esponenti di centrodestra e centrosinistra. Lo supportano Centro democratico, Agire insieme e il consigliere provinciale Gaetano Cusenza.

Nel frattempo, si sta lavorando anche per un altro nome in una task force formata da esponenti di centro e di Forza Italia. A sentire gli addetti ai lavori del paese di San Pio, Scaramuzzi potrebbe addirittura aspirare al simbolo della Lista Emiliano già presente alle regionali, ipotesi esclusa da Forza Italia e vista come una iattura dal Pd. Cosa verrà fuori da quest’aggregazione, coacervo di forze diverse, contesa da Forza Italia dal centrosinistra, non si sa. Nelle prossime ore il rebus sarà sciolto.

I cinque stelle per ufficializzare il loro candidato attendono la certificazione della lista la settimana prossima. Fra i nomi dei possibili e probabili candidati, quello del segretario comunale di Manfredonia (fino al 31 maggio 2016,ndr) Federico Fiorentino.

L’Udc, che ha giocato un ruolo fondamentale nella conferma dei cinque anni di governo comunale, presenta Costanzo Cascavilla, commercialista legato al mondo del welfare. Si ipotizza che fra questi concorrenti qualcuno potrebbe essere riassorbito in una specie di “operazione Miglio”, il sindaco di San Severo sostenuto da molte civiche e vittorioso otre il Pd alle comunali, operazione già tentata e per ora non riuscita. Anche Fi, in ogni caso, potrebbe convergere su questo candidato insieme ai Conservatori e Riformisti ed altre civiche.

(A cura di Paola Lucino – paola.lucino@virgilio.it)



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • napi


  • Giano76

    Credo sia più giusto dire che Pompilio è l’unico rappresentante di Centro Destra. Scaramuzzi che si presenta con Agire insieme e Centro Democratico si pone inevitabilmente nella frammentata tradizione del centro sinistra. Forza Italia non riesce neppure a presentare una sua lista e la condivide con altre civiche e altri fantomatici esponenti del centro destra non sono altro che i soliti “vagabondi” della politica nella tradizione squisitamente italica e meridionale del “Chi mi battezza mi è compare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi