CulturaManfredonia
A cura di Nino Sangerardi

La Puglia pimpante al Salone del Libro di Torino

Il 13 maggio Pugliapromozione organizza una “cena di networking-incontro di lavoro” tra i rappresentanti della Regione Puglia

Di:

Bari. La Regione Puglia spende 200 mila euro per partecipare all’edizione 2016 (12-16 maggio) del Salone internazionale del Libro di Torino. Finanziamento e avvenimenti gestiti da Pugliapromozione guidata dal commissario Paolo Verri,piemontese, nonchè direttore della Fondazione Matera-Basilicata 2019. Nel Villaggio Puglia “sono stati realizzati 90 eventi seguiti da una media di 20 persone, 200-300 all’incontro Russia e Puglia con il cantante Al Bano”. Folla in delirio, 600 individui, per il cabarettista Zalone alla presentazione del libro “Quo chi? Di cosa ridiamo quando ridiamo di Checco Zalone” scritto da Gian Battista Canova detto Gianni ,Sagoma editore. Pochi esseri umani hanno assistito al ricordo del centenario della nascita di Aldo Moro. Giuseppe Laterza della Casa editrice Laterza di Bari rileva: “Il Salone del libro dovrebbe farsi più selettivo magari con meno eventi. Mi piacciono i suoi film ma non abbiamo bisogno di Checco Zalone per parlare di libri. Come se a Sanremo avessero chiamato Umberto Eco”. E però alla taranta non è riuscito a resistere nessuno. Nemmeno il presidente della Giunta regionale delle Puglie Michele Emiliano(Pd) e il sindaco di Torino Piero Fassino(Pd) che si sono scatenati nel ballo della pizzica sopra i mattoni della Galleria Umberto I.

Su indicazione del commissario Verri messi in opera diversi provvedimenti. Ecco: ingaggio dell’artista pugliese Fabio Novembre “le cui opere rappresentano una produzione artistica unica e irripetibile”. Per fare? “Attività di ideazione del concept artistico per l’allestimento dello stand Puglia”. Onorario in favore dell’architetto Fabio Novembre-Novembre srl sede Milano, euro 15 mila; scelta dell’artista Roberto Herlistska per un momento di intrattenimento–lettura “Dai diari della prigionia”– dedicato allo statista Aldo Moro, compenso di 5.222,00 euro; affidamento ufficio stampa a La White di Silvia Bianco,sede legale Grugliasco(To) al prezzo di 2.500,00 euro : per caso trattasi della Silvia Bianco presente nell’ufficio stampa del Comitato Italia 150 Unità d’Italia di Torino il cui direttore era Paolo Verri?

Il 13 maggio Pugliapromozione organizza una “cena di networking-incontro di lavoro” tra i rappresentanti della Regione Puglia,opinion leader e invitati vari. Bisogna trovare una sede prestigiosa: spazio riservato e legato alla tradizione culturale torinese. Si opta per il Ristorante Del Cambio che propone “125 euro a pax “, con preparazione del menu da parte dello chef Matteo Baronetto. Non è dato sapere quante personalità e quali vip hanno gustato le prelibatezze del cuoco stellato. Comunque c’è l’area Food & Wine installata nel padiglione Puglia. Qui il buffet light di benvenuto,degustazione vini, cena con prodotti pugliesi : 4-5 antipasti,3 primi,1 dessert,vini bianco rosso e rosato più vino dolce, laboratori per la preparazione di pasta fresca d’Apulia, laboratori di cucina e street food, il tutto allietato dal Dj set.

Mancano i gadget con il brand Puglia? No. Sono stati comprati da Pugliapromozione,gara vinta da Pomilio Blum srl di Pescara che ha offerto la cifra di 13.330,00 oltre iva. Dieci mila pezzi in totale: ciabatte infradito eco in morbida Eva con suola antiscivolo, sottobicchieri a forma rotonda, borsa carta Avana riciclata e borsa di cotone, sciarpa da spiaggia in viscosa e poliestere, e il cappello in poliestere modello panama piccolo con banda in poliestere personalizzabile.

“La verità — è la chiosa di alcuni dirigenti del Salone — è che i pugliesi hanno scambiato il Salone del libro con la sagra del peperoncino”(Corriere del Mezzogiorno Bari, Rosanna Lampugnani).
Strani questi dirigenti torinesi. Chi ha ideato e organizzato la spedizione culturale della Regione Puglia in quel di Torino? Il dr.Paolo Verri, torinese doc, che vive “tra Torino e Matera” dice di sè medesimo.

(A cura di Nino Sangerardi, autore del testo ‘Quello che i pugliesi non sanno’)

RETTIFICA. ”Gentile Direttore, in relazione all’articolo “la Puglia pimpante al salone del libro di Torino” on line sulla vostra testata vi chiediamo ai sensi della legge sulla stampa (legge n. 47 del , art. 8) di pubblicare una immediata rettifica a nome di Paolo Verri come di seguito: “Puglia Promozione ha chiesto allo studio Novembre uno studio esplorativo per il concept dello stand da realizzare al salone del libro ma quanto realizzato in nessun modo è riferibile a tale studio. Lo stand della regione Puglia al salone del libro non è quindi opera del design di Fabio Novembre ma del progetto varato dal fornitore Fidanzia Sistemi sulla base della gara approntata all’uopo dalla Regione Puglia”. Paolo Verri Commissario straordinario di Pugliapromozione. (Paolo Verri, Commissario straordinario di Pugliapromozione, 20 maggio 2016)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This