Manfredonia
"Siamo convinti più che mai che a spingere la tua azione in giro per il mondo ci sia quella voglia innata di giustizia sociale, ma prima di tutto ambientale"

Gruppi Territorio Zero Capitanata a Paul Connett “Speriamo di contare sulla tua guida”

"Noi ci rifiutiamo di restare spettatori passivi mentre una politica scellerata distrugge il sogno di Rifuti Zero"

Di:

Manfredonia. ”Caro Paul, siamo felicissimi del tuo ritorno in Puglia e in modo particolare nella nostra Provincia, quella di Foggia, che pian piano sta diventando un hub di rifiuti tossici e industrie fossili. Siamo convinti più che mai che a spingere la tua azione in giro per il mondo ci sia quella voglia innata di giustizia sociale, ma prima di tutto ambientale.

È questo il filo rosso che ci lega, a te come gruppi zero (gruppi cioè che fanno riferimento al Manifesto Territorio Zero, a cui anche tu hai contribuito)! Come sai, immaginiamo da tempo l’alternativa utile a questo sistema carbonizzato e dimostriamo ogni giorno i benefici di un’economia circolare attraverso un’azione capillare sui territori. Diffondiamo il senso di una giusta rivoluzione, la terza; quella del km0, dell’energia alternativa e libera e quella del Rifiuto0.

La provincia di Foggia ha un bisogno certificato di cambiare verso al sistema, lo deve fare! Il problema dei rifiuti è grave e incide pesantemente sui costi delle amministrazioni e quindi dei cittadini e in più svilisce un’economia importantissima per i territori: l’Economia della bellezza!

I motivi sono da ricercarsi nella mancata informazione sicuramente, ma anche negli atteggiamenti di associazioni, pseudo ambientaliste passive e quasi rinunciatarie. Il riferimento è a tutti e nessuno in particolare. Parlare di rifiuti zero è ormai divenuto un ottimo alibi per non realizzarne le pratiche virtuose, facendo riferimento a vuote formule ormai svuotate di ogni senso, come ecologia, ambiente e sostenibilità. Ti scriviamo per chiarire che non c’è a nostro avviso alcuna parte politica che sia realmente intenzionata a andare oltre i proclami di facciata per impegnarsi nel progetto di realizzare strategie Zero Waste per “riprenderci le comunità una ad una” , come tu ripeti spesso.

Del resto crediamo che tu ne abbia dimostrato la massima consapevolezza, quando hai scritto la lettera aperta a Beppe Grillo in merito alla situazione nella quale si era venuta a trovare Roma con l’assessore Inceneritorista Muraro, in cui lo esortavi a non uccidere il sogno di rifiuti zero. Questa regione è governata proprio dal tipico rappresentante di quella politica degli annunci di cui abbiamo detto sopra, il Presidente Emiliano, che dopo aver annunciato in una riunione con Rossano Ercolini che la Puglia era impegnata per Rifiuti Zero, ha fatto esattamente il contrario ignorando la proposta di legge firmata dal consigliere Tony Trevisi del M5S per Rifiuti Zero.

Noi ci rifiutiamo di restare spettatori passivi mentre una politica scellerata distrugge il sogno di Rifuti Zero, ma vogliamo essere attori consapevoli e protagonisti di questa “Rivoluzione Necessaria” che si integra perfettamente, nella nostra visione, con pratiche tendenti a emissioni zero nell’energia e km zero per una reale sovranità alimentare. Questo è il film a cui vogliamo partecipare, sperando di poter ancora contare sulla tua guida e sul tuo coraggio, che non guarda in faccia nessuno e rifiuta ogni compromesso al ribasso e ogni soluzione pasticciata!”.

Gruppi Territorio Zero Capitanata

Allegati
http://cetri-tires.org/press/2016/paul-connett-scrive-a-grillo-a-roma-state-uccidendo-il-sogno-rifiuti-zero/
https://www.change.org/p/presidente-regione-puglia-michele-emiliano-adesione-a-territorio-zero-puglia-e-istituire-un-assessorato-terza-rivoluzione-industriale



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This