Manfredonia
L'assessore Giuseppe La Torre replica al consigliere Italo Magno

Manfredonia, delocalizzazione Miramare? E si torna a parlare di una “Cittadella dello sport” …

Relativamente alla richiesta della realizzazione di una pista d'atletica "Voglio dirvi anche che su questa situazione mi sono interessato molto", sostiene La Torre


Di:

Manfredonia, 18 maggio 2017. ”E’ intenzione di questa Amministrazione (…) delocalizzare l’impianto sportivo Miramare con, addirittura, la creazione di una cittadella dello sport (esattamente come era stato detto a fine anni ’80,ndr). Cittadella che prevede, appunto, l’ultimazione del campo sportivo Scaloria, l’ultimazione anche dell’altro palazzetto abbandonato, con strade di collegamento che colleghino il cuore della città con quella parte che oggi può sembrare periferica”. Così l’assessore comunale Giuseppe La Torre, in risposta (come da atti) ad una recente interrogazione del consigliere comunale Italo Magno.

“Concordo con lei sull’opportunità di delocalizzare lo stadio Miramare – ha detto La Torre durante il suo intervento – ma dissento dal fatto che quella struttura sia un obbrobrio. Ovviamente sono punti di vista (..)”. Il Miramare “(…) da chi ha visitato lo stadio” rappresenterebbe infatti “un gioiellino nella pancia della città, nel cuore della città, sul lungomare, bellissimo”. Tuttavia è proprio questa “pancia” ad aver originato qualche problema. Difatti, continua La Torre, “ci rendiamo conto che forse proprio l’ubicazione dello stadio Miramare, proprio inteso nella pancia della città, potrebbe creare dei problemini”.

“Io e l’assessore Zingariello, che si è molto interessato a questa situazione, più volte abbiamo avuto confronti con la Lega Nazionale Calcio dilettanti, e c’è stato l’impegno da parte del presidente Armini (..) di raddoppiarci proprio i campi da gioco”. Ovvero: “se noi riusciamo a realizzare il campo da gioco Scaloria, lui ce ne fa un altro altrettanto grande, oppure altri, tanti, campi, campetti da calcetto”.

“La questione è un po’ finanziaria – ha aggiunto La Torre – in quanto, come lei diceva prima, ci sono questi cento milioni di euro messi a disposizione dal CONI per realizzare le opere nelle periferie delle città. A questi finanziamenti noi, per svariati motivi, non possiamo accedere in quanto, appunto, è un contributo in conto interessi, cioè io faccio l’investimento, faccio un mutuo, sugli interessi che maturano su quel mutuo io ho un abbattimento fino ad un massimo di due milioni di euro. Però questo non ci ha scoraggiati, anche perché oggi ci sono nuove modalità, nuove misure per cercare di portare avanti questo progetto che questa Amministrazione cerca di realizzare, vuole realizzare, appunto, per delocalizzare quello stadio”.

Giuseppe La Torre, attuale assessore alla cultura e allo sport del Comune di Manfredonia

“Una di queste nuove misure potrebbe essere una joint venture, cioè una società mista tra soggetti privati e, appunto, l’ente che mettono in piedi questa cittadella della dello sport e dove il Comune di Manfredonia è tenuto a pagare annualmente una rata, oppure con lo stesso metodo che è stata fatta la piscina comunale”. “La piscina comunale – ricorda La Torre – è nata con un project financing, un imprenditore privato realizza l’opera, per 25 anni il Comune paga un canone – questo è la piscina, ovviamente è tutto da stabilire per lo stadio Scaloria – il Comune di Manfredonia paga una rata, dopo 25 anni il Comune diventa singolo proprietario di quell’opera”.

“Pista d’atletica: anche su questa situazione mi sono interessato molto”
Relativamente alla richiesta della realizzazione di una pista d’atletica “Voglio dirvi anche che su questa situazione mi sono interessato molto”, sostiene La Torre. “Abbiamo fatto dei sopralluoghi con una delle società che ha creato le piste di atletica in Brasile, dove si sono svolte le ultime Olimpiadi. E in seguito a questo sopralluogo la cosa è fattibile, anche perché lo stadio lo consentirebbe”. Secondo l’assessore comunale “basterebbe mettere in sicurezza la tribuna, e anche là il problema è trovare risorse finanziarie”.

“Mi sto interfacciando con imprenditori desiderosi, imprenditori vogliosi di investire, sempre con quella misura del project financing, e cercheremo, insomma, di portare avanti
quantomeno prima della fine di questa Amministrazione almeno per realizzare la pista di atletica e portare a compimento il trasferimento del campo Miramare al campo Scaloria. Questo è tutto”.

Relativamente ai soldi utilizzati per l’impianto Scaloria “rispetto a questo miliardo di vecchie lire, che poi sono 980 milioni di vecchie lire, questi soldi fanno parte, appunto, delle legge Italia ’90, e sono stati utilizzati per la realizzazione di: parcheggio, biglietteria, servizi e spogliatoi sotto la tribuna e il corpo alloggio del custode, che poi fa parte di quella tribuna messa in piedi però che oggi non è più (…) idonea, deve essere messa in sicurezza e poi eventualmente abbattuta”.

ph matteo nuzziello - PALASPORT SCALORIA

ph matteo nuzziello – PALASPORT SCALORIA

FOCUS
E mentre si ritorna a parlare di una “Cittadella dello sport” e di project financing, come già pubblicato: queste le opere ritenute “non completate” nell’Elenco – anagrafe delle Opere Incompiute della Puglia, con anno di riferimento 2015:

IMPIANTI SPORTIVI LOCALITA’ SCALORIA
Stato opera incompiuta D.M. 42/2013 art. 1 comma 1 o comma 2:
lett. b) i lavori di realizzazione, avviati, risultano interrotti entro il termine contrattualmente previsto per l’ultimazione, non sussistendo, allo stato, le condizioni di riavvio degli stessi;
Totale intervento aggiornato ultimo q.e.: € 960.606,00
Importo oneri per l’ultimazione dei lavori: EURO 10.000.000,00
Percentuale lavori eseguiti 6.28%
Fruibilità opera NO
Uso ridimensionato opera SI’
Opera a rete NO
Costituisce discontinuità della rete NO

Ancora
STRADA DI COLLEGAMENTO VIA GIUSEPPE DI VITTORIO CON LUNGOMARE DEL SOLE, CON CAVALCAVIA SULLA FERROVIA FOGGIA-MANFREDONIA
Stato opera incompiuta D.M. 42/2013 art. 1 comma 1 o comma 2:
lett. b) i lavori di realizzazione, avviati, risultano interrotti entro il termine contrattualmente previsto per l’ultimazione, non sussistendo, allo stato, le condizioni di riavvio degli stessi;
Totale intervento aggiornato ultimo q.e.: € 568.103,00
Importo oneri per l’ultimazione dei lavori: € 950.000,00
Percentuale lavori eseguiti 16.77 %
Fruibilità opera: NO
Uso ridimensionato opera: SI’
Opera a rete: SI’
Costituisce discontinuità della rete: SI’

IMPIANTO SPORTIVO POLIVALENTE IN LOCALITA’ SCALORIA 1° STRALCIO
Stato opera incompiuta D.M. 42/2013 art. 1 comma 1 o comma 2:
lett. b) i lavori di realizzazione, avviati, risultano interrotti entro il termine contrattualmente previsto per l’ultimazione, non sussistendo, allo stato, le condizioni di riavvio degli stessi
Totale intervento aggiornato ultimo q.e.: € 1.032.913,00
Importo oneri per l’ultimazione dei lavori: € 2.500.000,00
Percentuale lavori eseguiti: 21.65 %
Fruibilità opera: NO
Uso ridimensionato opera: NO
Opera a rete: NO
Costituisce discontuità della rete: NO

ALLEGATI
Elenco_Anagrafe_Opere_Incompiute_2015
Comunicato_Opere_Incompiute_2015_5

FOCUS (elaborazione Statoquotidiano)
MANFREDONIA, OPERE DA RIQUALIFICARE (A cura di Statoquotidiano@ – DATI OTTOBRE 2013 + AGGIORNAMENTI)

ELENCO OPERE INCOMPIUTE MANFREDONIA (CLICCANDO LINK DI APPROFONDIMENTO – DATI OTTOBRE 2013 + AGGIORNAMENTI)
1) Pista ciclabile di Siponto (VIDEO) (Pista ciclabile Siponto; Comune Manfredonia a ditta: 79% deteriorata, ripristinare o risarcimento – 17.10.2013)

2) Impianto Scaloria – campo da calcio/atletica (dai fondi di Italia ’90 al progetto di ristrutturazione, da 99mila euro – 11.06.2013)

3) Palasport Scaloria

4) Ponte incompiuto viale Giuseppe di Vittorio – Ponte Lungo – 21.07.2015

6 – Impianti di raccolta acque nere e di sentina (21.07.2015)

8 – Nuovi comparti edificatori – Opere incompiute (COMPARTI EDIFICATORI – ESCUSSIONE POLIZZE – CONTENZIOSI – FOCUS – 27.05.2015 – Ultimi articoli Stato Quotidiano su comparti edificatori: Manfredonia, Convenzioni Comparti. Fine lavori? Proroga di 3 anni)

Un'opera incompiuta a Manfredonia (Ponte viale di Vittorio) IMMAGINE D'ARCHIVIO

Un’opera incompiuta a Manfredonia (Ponte viale di Vittorio) IMMAGINE D’ARCHIVIO FROM FACEBOOK

9) Capannoni Contratto d’Area di Manfredonia-Monte Sant’Angelo-Mattinata (fra non realizzati, realizzati ma abbandonati) (24.06.2013) – Manfredonia, aziende Contratto d’Area: “La Cooperativa per una risoluzione della crisi” (II)Rimodulazione somme Contratto d’Area, Tar boccia Comune Manfredonia

10) Infrastrutture Contratto d’Area territoriale (contenzioso con ditta Castellano) (al 10.07.2013)

11) Nastri Trasportatori (21.07.2015)

12) Urbanizzazioni villaggi Riviera Sud (08.08.2013)

La via per l’Inferno è costellata di buone intenzioni: il ‘caso’ ex Nautico (16.11.2015) (Aggiornamento al 27.03.2017> Ex Nautico, atto Regione “Finanziamento a Comune Manfredonia decaduto”. Post di Riccardi

IMPIANTI SPORTIVI IN AREA SCALORIA L’INCHIESTA DI STATO QUOTIDIANO.IT
Manfredonia, miliardi sprecati per impianti sportivi; programma RAI

Manfredonia, miliardi sprecati per impianti sportivi; programma RAI (II)

Redazione Stato Quotidiano.it, G.de Filippo – RIPRODUZIONE RISERVATA

NOTA BENE
In assenza di possesso diretto di note o atti, è permessa solo la riproduzione di PARTE degli articoli e solo se accompagnata da link diretto all’articolo intero sul sito. E’ obbligatorio citare la nostra testata giornalistica, www.statoquotidiano.it, come fonte. Avvisiamo che eventuali violazioni verranno perseguite direttamente per vie legali, senza avviso preventivo.

Redazione Stato Quotidiano.it – Riproduzione riservata

Manfredonia, delocalizzazione Miramare? E si torna a parlare di una “Cittadella dello sport” … ultima modifica: 2017-05-18T21:54:25+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
22

Commenti


  • svolta

    STRADA DI COLLEGAMENTO VIA GIUSEPPE DI VITTORIO CON LUNGOMARE DEL SOLE, CON CAVALCAVIA SULLA FERROVIA FOGGIA-MANFREDONIA
    Domanda: Ma se la tratta ferroviaria Siponto/Manfredonia e viceversa non è più in esercizio a cosa serve fare il CAVALCAVIA ? Non sarebbe più importante creare, con quei soldi, degli attraversamenti carrai e pedonali raso terra dove è possibile e quindi permettere una maggiore percorribilità per raggiungere Siponto, il Viale da più parti ?


  • perplesso

    Santo cielo quanti orrori e che sperpero di danaro pubblico. Ancora con lo stadio della Scaloria? Ma non ci sono le grotte sotto? Perchè si arenò il progetto? E se il luogo fosse idoneo perchè i soldi spesi al miramare non venivano investiti sullo stadio dello Scaloria? Poi non ho capito che cosa è l’offerta del supermercato di turno?

    Omissis..copio e incollo…“Io e l’assessore Zingariello, che si è molto interessato a questa situazione, più volte abbiamo avuto confronti con la Lega Nazionale Calcio dilettanti, e c’è stato l’impegno da parte del presidente Armini (..) di raddoppiarci proprio i campi da gioco”. Ovvero: “se noi riusciamo a realizzare il campo da gioco Scaloria, lui ce ne fa un altro altrettanto grande, oppure altri, tanti, campi, campetti da calcetto”. omissis
    Sembra il libro delle favole per favore state fermi almeno siamo sicuri che non fate danni.
    La città con 5 porti vuoti;
    due stadi non idonei o incompiuti;
    il ponte delle meraviglie;
    la pista ciclabile scomparsa;
    le stazioni fantasma;
    il mercato ittico senza pesce;
    il porto turistico senza barche;
    le più belle e funzionali barriere frangiflutti dell’adriatico
    etc etc
    Come fareste a completare lo stadio della scaloria? Con colate di cemento e pietro nelle grotte..oppure non ci sono grotte e sono solo storielle risalenti agli anni 80? Beato chi ci capisce! Ma ci sono geologi a Manfredonia? E’ stato mai fatto uno studio approfondito con degli appositi strumenti?


  • antonella

    Custodiremo questo articolo compreso di prospetto analitico dei soldi utili per la realizzaziine delle opere. Speriamo che non si finisca come la piscina comunale, cioè si inizia con una stima dei conti, e poi, anno dopo anno si arriva ad un crescendo di costi su costi. Da queste parti, simili casi di aumenti esponenziale dei costi opere, sono troppo frequenti.
    Okkio.


  • Antonio

    Chiacchiere che porta via il vento come quelle della cava Gramazio.


  • GSEPP

    MA CHE IET FACENN I SOLD NN SO FUNUT E STEM UNGUIET D DIBIT P 8 GNRAZION D MANFRUDUNINE POI U BAZUCA DI DREG U DIRETTOR DA BANG EUROPOIE HO FNT I PROIETTL MOMO’ UA SCUPPIET NU CASUN CA CIU SALVE’ SCHITT CHI TON FATT UN BUNGHER CONDRO I BOMB OTOMCH
    MANFREDONIE STE NGUATE D DIBT TASS E DISOCUPAZZIONE E STI FTIND PUR DA VI I VUT PRUMETTEN A DESTR A SNSTR A QUA STE NU SCUNGUAZZ TERRIBL E QUIST STANN A PRUMETT PA SPRANZA CA I CRSTIEN ABBOCCHN NN G CAPISC CHIO NIND SO TUTT CHIACCHER MORT I SOLD SO FNT DCEV NU BUN CRISTIEN ——–I VACAND U SICCHIE IU SO NU GNORAND MA A VU A CHEP NINN BON AVUT STRUPPIET U MON SAND E VULUT CUNDUNUE IET A COGH I FAF A ZAPPUNOT DUCIOV A BUNANM D NONM IET A NCNDE I SCIGNIE D TARZAN MA FACITUM I PIACIOR


  • La cittadella dei debiti ellenici


  • La crudeltà del voto segreto

    Che cosa è il giocattolino per Magno..non sanno più che cosa inventare per ottenere il consenso..ma davvero ci credete cosi idioti e teste di legno? Ci vediamo alle politiche


  • Il museo del mare che non c'è


  • Un cittadino si chiede...?

    Q8 – Energas
    Emirati fly
    perchè investono sul calcio sipontino?
    Oltre ai finanziamenti del miramare ora gli costruiamo anche stadi nuovi?


  • ilproletario

    Lo stadio fantasma Scaloria è stato iniziato con i soldi del CONI il quale chiede chi sia completato o rivuole indietro i soldi anticipati. Questo fatto io l’ho letto e ascoltato mille volte, ma forse La Torre era impegnato altrove.


  • Cittadino

    Allo stato attuale….., binari/ferrovia/stazioni chiuse…., e’ ancora pensabile ed attuabile il ponte/cavalcavia.
    Mi spiego, con i soldi per la sua ultimazione non sarebbe meglio abbattere l’esistente e realizzare, ove possibile dei passaggi a raso per permettere di raggiungere Siponto, il Viale ed il mare da più punti….


  • cittadino

    Questo elenco è la prova provata della alta efficenza della politica e della efficace azione amministrativa espletatata dagli apparati che hanno gestiti ieri ed anche oggi l nostro: territorio, esecuzione di opere pubbliche, i nostri soldi ed in ultimo il futuro, anche dei nostri figli e nipoti…..
    Che ti fa la politica ed una Italia “Azzeccagarbugli”, nessun responsabile in tanti anni di nulla facere… L’impensabile e che certuni nei tanti anni di presenza di tali scempi ha fatto anche carriera…. “Politica” col consenso di tanti balocchi, come direbbe qualcuno.


  • Franco

    NON C’è UNA LIRA…


  • amavomanfredonia

    Da quanta chiacchrj…..
    campo scaloria
    campetti croce e ungaretti
    campi tennis sop a scalorj
    palazzetti abbandunet
    parco giochi ca nn t dk
    acqua e fogna nella zona industriale
    pista ciclabile
    sporcizia ovunque
    a spiaggj ca nn c pot juarde’
    e potremmo scrivere per ore e ore…..
    buona giornata e mi auguro sempre di tornare e vedere Manfredonia + civile

    .


  • Antonio Trotta

    Vedendo il ponte che avrebbe dovuto collegare via di vittorio al lungomare di Siponto, nessuno degli esperti si è accorto:
    – della pendenza del ponte;
    – del passaggio del ponte tra palazzi;
    – che il treno passava in passato ogni ora è si fermava dalle 9 alle 13. In estate cambiava l’orario.
    Forse non era meglio fare una strada e gestire il tutto con un semaforo e relative barre. Quando il treno passava era obbligatorio continuare su via Aldo Moro.
    Penso che sarebbe costato di meno.
    Erano i bei tempi della DC!


  • matteo

    Se proprio quella ferovia non si può smantellare….
    In almeno 4 punti basterebbe fare dei semplici sottopassaggi, che costerebbero tutti insieme la metà di quell’orrendo ponte iniziato e mai finito, Avrebbero anche un impatto visivo/ambientale molto più ridotto.


  • Radames

    Quante cose ci sarebbero da scoperchiare. Amici, amici, amici, compromessi, coperture, inattaccabilità, impunibilità. Finchè in Italia non si puniranno i responsabili di queste porcherie nessuno avrà paura di continuare a commetterle. Lo vuole chi comanda per mantenere finanziatori e quindi potere. Pensate che sia solo Manfredonia il problema? E’ l’Italia … dipende dalla morale che un singolo amministratore ha.


  • Emosocazvustr

    Jet a zappeje, toje Zingarill e tutti a combriccule, avete finito. STET alla frot


  • eldos

    Che vuoi commentare , ci sarebbe bisogno della cittadella, ma doveva essere fatto tempo fa prima dell’euro, vacci capire, ma il ponte di Viale Di Vittorio è una VERGOGNA, tirate via quello schifo.


  • michele li bergolis

    il ponte abbandonato della stazione si puo’ utilizzarlo dopo appropriati aggiustamenti come passeggio pedonale,scalinata,con corrimano per eventuali biciclette.pensateci


  • michele li bergolis

    usarlo come scalinata,passaggio di pedoni.dopo opportuni lavori di manutenzione


  • michele

    ma.canic.va.–quantsop.a.cod.comun

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi