Manfredonia
Il piazzale del Daino, in quello di Siponto, non finisce mai di stupire

Per il decoro e la pulizia dei luoghi ameni sipontini (foto)

Basta un nulla, quindi, solo l’amore per il luogo ove si opera e …si vive


Di:

Manfredonia. Il piazzale del Daino, in quello di Siponto, non finisce mai di stupire; dopo l’addobbo del Daino nel periodo natalizio, il conduttore dell’esercizio commerciale prospiciente (facce fronde) ha provveduto a trasformare in fioriera il terreno che giace attorno alla base della fontana ivi esistente. Con la primavera matura, lo spettacolo che si gode è degno della migliore tavolozza di un pittore del Rinascimento, con fiori variopinti, di varia dimensione, esalanti odori suadenti e sbocci di  colori… convincenti.
 
Ma di più, non mancando qualche… cane che per i suoi… bisogni (non disdegnando quelli del padrone) si introduce tra i petali, mordicchiandoli pure, a suo compiacimento,  ecco nascere un reticolato metallico plastificato, a mo’ di recinzione (di 40 cm. di altezza), per la difesa contro quelle intrusioni. Lo spettacolo, della aiuola, così posta e fiorita,  è degno di vera ammirazione.
        
Va dato  merito al Bar Ristorante Minami, senza ombra di sciocca propaganda (al cui conduttore si deve accreditare l’iniziativa), per l’opera svolta, quasi un afflato tra esercizio commerciale ed ambiente, proprio per il decoro e la pulizia dei luoghi di lunga frequentazione. Basta un niente od un poco per  far combaciare la propensione al buono ed al bello dell’esercizio commerciale e la volontà dell’utenza (cliente) a fruire di cose per il buon vivere della comunità sipontina.
 
Bene farebbe il Comune se realizzasse  delle convenzioni con i conduttori degli esercizi commerciali, proprio per il mantenimento del verde pubblico (specie per corso Manfredi e per i luoghi di maggior frequentazione dei cittadini nel periodo invernale ed, in particolare, nel periodo estivo). Non saranno poi molti i nuovi posti a sedere, siti nei luoghi di frequentissimo traffico, togliendo spazio ai parcheggi, o ai luoghi caratteristici di antico retaggio storico e folclorico, od ancora a siti per i quali l’Ente pubblico ci si avvale di avvocati di  “cause perse”.

Basta un nulla, quindi, solo l’amore per il luogo ove si opera e …si vive.

Un invito ai conducenti di automezzi che passano per il Piazzale del Daino: andate piano, quasi con religioso rispetto, è un luogo ameno, creato per voi… Ma forse stiamo sognando?…

(A cura di Giovanni Ognissanti, Manfredonia 18.05.2017)

fotogallery

Per il decoro e la pulizia dei luoghi ameni sipontini (foto) ultima modifica: 2017-05-18T09:17:12+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • Daino

    Quella recinzione è orrenda. Toglila!


  • Linebacker

    e falla tu “Daino”


  • fico

    Non saranno poi molti i nuovi posti a sedere, siti nei luoghi di frequentissimo traffico, togliendo spazio ai parcheggi, o ai luoghi caratteristici di antico retaggio storico e folclorico, od ancora a siti per i quali l’Ente pubblico ci si avvale di avvocati di “cause perse”.
    Giovanni Ognissanti sei unico. (ma quanti capiranno?)


  • La stazione fantasma di Manfredonia ovest (costo 2 milioni di euro)

    Mi sembra una buona iniziativa.


  • Antonello Scarlatella

    Non solo le attivita’ commerciali. Uniamoci all iniziativa.
    Io sono pronto. Ci invitassero ad aderire ad una iniziativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi