Manfredonia

Sisma, “Capannoni dal Contratto d’Area”. CAP: “solo dall’Emilia”

Di:

“Capannoni del CdA per imprese del sisma”. Da Modena: “offerte solo dall’Emilia” (STATO - fonte image: modenaonline)

Modena/Manfredonia – “PER sostenere le attività colpite dal sisma abbiamo effettuato un sondaggio (vedi sito www.capmodena.it) destinato alla ricerca di immobili aziendali; immobili da utilizzare temporaneamente durante la fase di ricostruzione o di messa in sicurezza delle aziende colpite dal terremoto. Lo spirito con cui si sta operando è quello solidaristico con la messa a disposizione di immobili a titolo gratuito o a prezzi calmierati. Tuttavia, le offerte da considerare saranno quelle derivanti dalla Provincia di Modena, e zone limitrofe, da Reggio Emilia, Mantova e alcune aree del Bolognese”. A precisarlo a Stato è il dottor Berni del Consorzio Attività Produttive Aree e Servizi di Modena, comprendente 13 Comuni del Modenese: Bastiglia, Bomporto, Campogalliano, Camposanto, Castelfranco Emilia, Castelnuovo Rangone, Nonantola, Novi di Modena, Ravarino, San Cesario sul Panaro, Soliera e Spilamberto oltre al comune capoluogo di Modena, complessivamente colpiti dagli eventi sismici del maggio 2012.

In seguito al terremoto la partenza di un sondaggio per la ricerca di immobili da destinare alle imprese intenzionate a riparire. Immobili da utilizzare in modo temporaneo ma nelle sole aree dell’Emilia Romagna. All’interno del database tutte le offerte pervenute. “Ad oggi non risultano offerte arrivate da Manfredonia; in ogni modo abbiamo ringraziato tutti coloro che hanno inviato delle proposte per ospitare le nostre imprese”, conclude il dr Berni.

La precisazione giunge in seguito alla proposta del Presidente del CAD di Manfredonia, Pasquale Marinaro. “Dopo aver prodotto l’idea, supportato dal nostro presidente Salsano, mi sono recato dal Sindaco Riccardi che ha accolto con entusiasmo la nostra proposta e ci ha messo a disposizione l’area industriale di proprietà della cittadina pugliese. L’area è semivuota ed è perfetta per accogliere qualsiasi attività di produzione industriale. Preparerò con il Comune una scheda partecipativa all’assegnazione dei capannoni”. La proposta completa “le tante iniziative che i dirigenti caddiani di tutta italia stanno attivando in questi giorni per i fratelli emiliani. Parma e Rimini, con il supporto del gruppo di Modena , dovranno nei prossimi giorni raccordarsi per mettere a punto le tante iniziative. Il CAD è presente”, ha detto Salsano. Si ricorda che diversi sono i capannoni presenti, tutti dei privati, ai quali si sarebbe dovuto far riferimento per la disponibilità dei beni.

Nonostante la buona volontà ed iniziativa, il freno arriva dallo stesso Consorzio Attività Produttive Aree e Servizi di Modena. Freno avvalorato anche dal sindaco Riccardi: “come Ente abbiamo dato la nostra adesione all’iniziativa del CAD di Manfredoniaanche se in qualche modo era previsto il diniego dall’Emilia Romagna, data la volontà di ripartire ma nella loro zona”. Il sindaco ha espresso il proprio augurio a tutta la popolazione e i soggetti interessati alla ripresa delle attività civiche, comunitarie, aziendali nell’Emilia Romagna.

Nota del CAD di Manfredonia: “ma privati fuori circuito CAP Modena si sono resi disponibili”. Ulteriore precisazione del CAD di Manfredonia, per conto del referente Pasquale Marinaro: “precisiamo che, nonostante l’apprezzamento ma diniego del CAP di Modena, altri privati, come riferito dal CAD territoriale, si sono resi disponibili per il trasferimento; e lo stesso potrebbe essere per imprenditori collegati al CNA, al CONAPI. Noi restiamo a disposizione, ricordando che anche l’Imar di Manfredonia si è resa disponibile per contratti a tempo determinato e per lo svolgimento di commesse non attuabili dalle aziende dell’Emilia Romagna”.

g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi