Capitanata

Foggia, incidente, muore assessore Stornarella Carbone

Di:

Foggia – L’OPERAIO 58enne Salvatore Carbone, attuale assessore alle Politiche Ambientali, Rifiuti, Nettezza Urbana e Periferie nel Comune di Stornarella, è morto stamane cadendo da un’impalcatura in viale degli Aviatori. L’uomo era impegnato in un cantiere edile nelle vicinanze del centro commerciale. L’operaio è morto da un’impalcatura nel vano ascensore, muorendo sul colpo dopo aver fatto un volo di 4 metri.

Sul posto i vigili del fuoco, alcune pattuglie della polizia di stato e gli uomini dello Spesal, il servizio di prevenzione infortuni sul lavoro. Bisognerà capire se l´operaio e soprattutto la ditta per cui lavorava avessero adottato tutte le misure per prevenire incidenti. Secondo una prima ricostruzione l´operaio – sposato padre di 2 bambine – stava preparando il cemento con altri suoi colleghi quando avrebbe ceduto la pedana (altri parlano di una piede in fallo) cadendo nel vano ascensore del cantiere. La morte è giunta sul colpo e i tentativi di rianimarlo da parte dei suoi compagni di lavoro sono stati vani.

Carbone nella sua città, Stornarella, ricopriva dal 2009 incarichi istituzionali: era stato eletto consigliere e quindi nominato assessore dal sindaco. “Alla famiglia del lavoratore il cordoglio e la vicinanza della Fillea Cgil provinciale”.


Campo. “E’ più che doloroso apprendere che il nostro amico Salvatore Carbone ha trovato la morte nel luogo in cui stava compiendo il proprio dovere di lavoratore e cittadino”. Così il segretario provinciale Paolo Campo esprime “profondo cordoglio di tutta la nostra comunità politica per il fatale incidente che lo ha strappato all’amore dei suoi cari ed all’affetto dei suoi concittadini, al servizio dei quali ha profuso grande e riconosciuto impegno”. “Il dolore, però, non ci può esimere dal chiedere il rapido e incisivo intervento della magistratura affinché sia ricostruita la dinamica dell’incidente e accertate le eventuali responsabilità. Le morti bianche continuano a funestare con troppa frequenza i cantieri e i campi della Capitanata – conclude Paolo Campo – e le istituzioni di vigilanza sono chiamate ad intensificare ulteriormente i controlli e le attività preventive”.

Morte sul lavoro a Foggia, solidarietà alla famiglia Carbone. Cisl e Filca auspicano la convocazione urgente di un tavolo sulla sicurezza in Prefettura. “Ogni incidente sul lavoro è una sconfitta per il territorio e per tutte le parti sociali impegnate per diffondere la sicurezza nei luoghi di lavoro. L’ennesima vittima a Foggia non può essere archiviata senza che l’intera Capitanata, a partire dalle autorità di controllo competenti, si interroghi seriamente per mettere in campo un più incisivo contrasto alle illegalità diffuse e per riaffermare regole e comportamenti indispensabili in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro”. E’ quanto affermano i segretari generali della Cisl e della Filca Cisl di Foggia, Emilio Di Conza e Urbano Falcone, che esprimono “solidarietà e cordoglio” alla famiglia di Salvatore Carbone, lavoratore di Stornarella deceduto in un cantiere edile a Foggia.

Cisl e Filca auspicano “la convocazione urgente di un incontro in Prefettura, alla presenza dei responsabili di tutti gli organi ispettivi, per fare il punto sulla situazione e rafforzare l’impegno sul territorio provinciale di Foggia. La sicurezza di chi lavora – sottolineano i sindacati – è un diritto fondamentale, la cui mancanza deve essere considerata una grave illegalità e deve essere perseguita severamente. In questo caso, registriamo un incidente particolarmente allarmante – rilevano Cisl e Filca – perché, dalle prime notizie sulla dinamica dei fatti, emergono pesanti ombre sul rispetto della normativa sulla sicurezza. E’ arduo ipotizzare che si tratti di una semplice e tragica fatalità. Siamo fiduciosi – concludono i segretari generali – che la Magistratura e gli organismi competenti faranno piena luce sui fatti per accertare ogni responsabilità”. Messaggi di cordoglio anche dalla Provincia di Foggia, del presidente Pepe.

MORTI BIANCHE, CORDOGLIO DELL’UGL ALLA FAMIGLIA DELL’ASSESSORE SALVATORE CARBONE.Il Segretario Territoriale UGL Foggia, Gabriele Taranto, esprime il suo cordoglio e la vicinanza di tutta la Segreteria Provinciale alla famiglia di Salvatore Carbone, assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Stornarella, morto questa mattina mentre era al lavoro presso un cantiere edile a Foggia. “In queste situazioni è sempre difficile dire qualcosa di giusto che non sia retorico – ha detto a caldo Taranto – perché di solito si parla tanto, ma alla fine si fa poco. E non mi riferisco alle campagne di sensibilizzazione che, invece, nel nostro territorio di certo non mancano. La Capitanata pecca piuttosto in termini di controlli e non mi riferisco solo a quelli relativi all’adozione delle misure di sicurezza sui luoghi di lavoro, ma anche a quelli che accertino la legalità dei rapporti lavorativi. Basti pensare a Luigi La Penna, l’operaio sanseverese morto cadendo dal tetto dell’azienda presso la quale lavorava mentre era intento a spalare la neve. La Penna quel giorno ufficialmente era in cassa integrazione”. Salvatore Carbone è la quarta morte bianca dall’inizio dell’anno. Solo 4 giorni fa, l’agricoltore di 41 anni Rocco Di Netta, è finito schiacciato dal suo trattore nelle campagne cerignolane. E prima di lui hanno perso la vita il 26enne Maurizio Iaccarino morto il 24 febbraio in un incidente stradale mentre si recava a lavorare presso l’Alenia, e Luigi La Penna 55 anni di San Severo deceduto lo scorso 13 febbraio.


Cordoglio senatore Morra.
“Alla famiglia dell’assessore Carbone formulo il mio più profondo cordoglio per la morte di Salvatore, amministratore appassionato e cittadino della Capitanata. La sua scomparsa ci lascia attoniti e addolorati, soprattutto perché frutto dell’ennesimo e purtroppo fatale incidente sul lavoro”. Così il senatore Carmelo Morra, vicepresidente della Commissione Lavoro del Senato della Repubblica, esprime il suo cordoglio, personale ed istituzionale, per la morte dell’assessore comunale di Stornarella, Salvatore Carbone, deceduto a seguito di un incidente avvenuto sul suo posto di lavoro. “Oggi la comunità di Capitanata si stringe attorno ai familiari di Carbone e a quanti lo hanno conosciuto e gli erano amici – afferma il senatore Morra –. La sua morte ci ripropone in tutta la sua tragicità la necessità di intensificare e rafforzare la sicurezza sui luoghi di lavoro, in particolare sui cantieri della provincia di Foggia. Il mio personale auspicio è che la magistratura ricostruisca al più presto la dinamica di questo drammatico episodio, accertando eventuali responsabilità”.

Redazione Stato@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi