Cronaca

Mazza: “Trasporto pazienti oncologici, perché demagogia?”

Di:

Mazza (IdV)

Il consigliere regionale Patrizio Mazza (IdV)

Bari – “RIGUARDO la problematica del trasporto malati oncologici come ho avuto più volte modo di precisare poiché il servizio non rientra nei L.E.A., Livelli Essenziali di Assistenza, accade che oltre ad essere stato concepito come progetto sperimentale è un qualcosa di meramente opzionale, al punto che le Aziende sanitarie o altri Enti, come il Comune o altre Istituzioni, potrebbero improntarlo da sé conferendogli proprie risorse economiche”. Lo dice in una nota il consigliere regionale Mazza.

“Pertanto, oggi chiedere come fanno i consiglieri Cervellera, Pentassuglia, Laddomada, Lospinuso e chiunque altro di utilizzare i soldi appena stanziati dalla regione alla Asl di Taranto, cioè gli 8 milioni di euro circa, per pagare il servizio di trasporto malati oncologici, non tenendo conto che queste risorse devono andare a sopperire le tante carenze che sono presenti in tanti Reparti e tanti Servizi, anche di grande rilevanza ed impatto sul piano assistenziale, è qualcosa che fa pensare a come la politica sia ottusa nei contenuti”. “Il trasporto malati oncologici pur encomiabile è secondario come importanza e reputo, invece, che per i pazienti oncologici sia più opportuno quanto già previsto nei L.E.A. cioè ‘un servizio di assistenza sanitaria domiciliare integrata’ secondo una selezione del paziente bisognoso e come previsione legislativa prescrive; questa soluzione la considero la più rispondente alle esigenze del paziente e valida sotto il profilo sanitario”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi