CapitanataStato news

San Severo, prima bozza di Giunta (e già polemiche)

Di:

San Severo – San Severo torna nelle mani di politici che hanno influito sulla sfera amministrativa del paese per quasi 50 anni. A tessere le file del potere campeggia, oramai da mesi il nome di Francesco Damone, consigliere regionale di maggioranza e supporter del figlio, Luigi Damone, eletto tra le file dei Popolari per l’Italia a sostegno del neo-sindaco, Francesco Miglio, in quota alla coalizione di centrosinistra.

Si era proposta come il nuovo che avanza, la linea della nuova amministrazione: 6 assessori in luogo di 7 per ridurre le spese a carico dell’Ente. Ma dalle prime indiscrezioni che trapelano sull’assegnazione degli assessorati, 2 andrebbero a militanti esterni non candidati, né dunque eletti nel corso di questa tornata elettorale, che fatica ad essere archiviata. Alcuni di essi, ancora tesserati per il pd, partito che spingeva, invece, per l’elezione di Dino Marino.

La formazione della prossima Giunta comunale doveva risolversi, in questi giorni nel pieno riserbo. Ma sono comunque traplati i primi nomi in quota alla coalizione di Miglio. Per i due assessorati esterni, rispettivamente alle politiche sociali, e all’urbanistica i nomi sono quelli di Mariella di Monte, e Luigi Montorio in quota per “La Svolta”, e “San Severo Democratica”. I Popolari per l’Italia schiererebbero al bilancio, e ai lavori pubblici: Odina Inglese, e Lino Albanese.

Si da quasi per certo, invece, l’attribuzione della Presidenza del consiglio a Marianna Bocola, seduta tra le file dell’opposizione, con Sderlenga Vicesindaco e delega alle politiche agricole in quota al centro democratico

Intanto, se le indiscrezioni venissero confermate, le prime poltrone consigliari a saltare sarebbero quelle dei secondi candidati di lista non eletti, che evidentemente non hanno gradito certi accordi. Accordi che minerebbero la coesione del gruppo costituito da centristi a svantaggio di tutta la coalizione orientata a sinistra, ed in lotta con il Partito democratico.

(a cura di Ines Macchiarola – inesmacchiarola1977@gmail.com)



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Adriano Marracino

    Aldilà dell’appartenenza politica, si è omesso di descrivere la personalità della Dott,ssa Mariella Di Monte, persona equilibrata, seria ed onesta e soprattutto a favore delle politiche di equità, senza discriminazione alcuna, per quanto riguarda gli orientamenti politici, personalmente sono stato il primo a polemizzare ed essere scettico, sulla coalizione Miglio, ma con queste nomine, mi sono ricreduto sulla regia occulta, del consigliere regionale Damone, infatti hanno dimostrato di essere indipendenti e di attuare la vera politica di cambiamento, cosa che negli ultimi vent’anni non era mai successo

    Adriano Marracino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi