ManfredoniaPolitica
"Tutte le aperture verso il Movimento 5 Stelle compresa la proposta dei 3 assessorati, erano soltanto un bluff mediatico"

Emiliano rifiuta incontro con M5S. La risposta dei consiglieri

"Il M5S è sempre aperto al confronto, quando abbiamo richiesto l'incontro sulla legge elettorale Emiliano ha detto di non poter intervenire"

Di:

“Davvero singolare la risposta del neo presidente. Dovrà quindi spiegare ai pugliesi che tutte le aperture verso il Movimento 5 Stelle compresa la proposta dei 3 assessorati, erano soltanto un bluff mediatico dal momento che quando gli chiediamo un incontro pubblico per discutere rimanda a data da destinarsi? Inoltre – continuano i consiglieri pentastellati – a partire dall’insediamento avrà solo 10 giorni per nominare gli assessori che lui aveva promesso avrebbe nominato con le primarie. Abbiamo già raccolto alcuni curricula che vorremmo consegnargli ma è impensabile valutare i curricula e fare le primarie in 10 giorni. Ne dobbiamo dedurre che anche gli assessorati sono in realtà già decisi e che anche le primarie sono una farsa? Anche questo Emiliano dovrebbe spiegarlo ai pugliesi.

Ad oggi la regione Puglia deve affrontare urgentemente problematiche serie che non possono più aspettare i comodi del governatore. Rinnoviamo con piena disponibilità pertanto il nostro invito a Michele Emiliano ad incontrarci, se preferisce anche davanti al suo “bar preferito” in un giorno della settimana prossima che lasciamo comodamente scegliere a lui.

Il M5S è sempre aperto al confronto, quando abbiamo richiesto l’incontro sulla legge elettorale Emiliano ha detto di non poter intervenire perchè l’incontro era stato richiesto troppo tardi, oggi lo stiamo richiedendo con ampio anticipo. Ci auguriamo pertanto che il neo governatore non si sottragga ad un confronto pubblico quando si tratta di lavorare e di discutere insieme per il bene della Puglia e dei pugliesi.”

(comunicato stampa Movimento 5 Stelle Puglia)



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • Antonello Scarlatella

    Il secondo Bluff sara’ la riduzione dei compensi consiglieri. Non glielo permetteranno mai i lor signori consiglieri. A loro non bastano neanche quei compensi vorrebbero anche altri.
    Effettivamente oltre diecimila euro al mese per andare a scaldare una sedia sono pochi. Non parliamo poi dei rimborsi. In Puglia non e’ accaduto ma tutti sappiamo che si sono acquistati di tutto con i nostri soldi in altre regioni, anche un gregge di pecore come e’ accaduto in Sardegna. Il popolo Italiano ha deciso di vivere così, schiavo, e tartassato.


  • Raffaele Vairo

    L’ex candidata presidente per il M5S Antonella Laricchia, dopo il rifiuto della poltrona di assessore all’Ambiente in giunta, ha rilanciato pochi giorni fa su Twitter la richiesta ad Emiliano di un incontro “per parlare di tutte le proposte (comprese quelle di governo) e delle promesse che il neo presidente della Regione ha lanciato sui giornali in queste settimane e in campagna elettorale”. Emiliano, in un primo momento, ha subito accolto l’invito dicendo: “Sono molto contento che il M5S sia disponibile ad un confronto per valutare la situazione. Fissiamolo subito dopo il mio insediamento, così che si svolga pubblicamente e nella sede istituzionale”. Ora invece, sulla richiesta d’incontro dei “pentastellati” sulla legge elettorale risponde “di non poter intervenire”. Che dire a questo punto? Emiliano, secondo me, punta solo all’immagine e alla propaganda politica e mediatica. Mi auguro di sbagliare, ma credo che Emiliano sia l’ennesimo politicante venditore di fumo……


  • IL TERRIFICANTE MOSTRO GPL MARCIA VERSO MANFREDONIA

    5 stelle, 6 stelle emiliano zapatos intanto l’incubo del grandissimo mostro aumenta…chi oserà fermarlo?


  • Antonello Scarlatella

    @ Terrificante.
    Se la popolazione continuerà ad andare a passeggio per Corso Manfredi, a fare le “belle statuine” invece di buttarsi in piazza e manifestare dissenso all’ impianto, ci sarà poco da fare.
    Quando un popolo vuole ottenere un risultato si deve buttare in piazza e rompere i maroni ad i politici. Se pensa al bel vivere poco si potrà fare.
    Poi c’è un altra cosa. Sicuramente i sostenitori dell’ impianto quelli che hanno promesso alla proprietà si daranno da fare promettendo a destra e manca posti di lavoro che non esistono e favori. Se il popolo dara’ ancora credito a questa gente, ci sarà poco da fare.
    Caro amico ogni popolo ha il governo che si merita. Non si puo’ sempre dormire e delegare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi