Manfredonia
Continuano le voci, gli incontri e le consultazioni per definire la rosa dei 7 nuovi assessori

Riccardi: “nuova Giunta? Entro la fine della prossima settimana”

A Cerignola intanto il neo sindaco Metta (affermatosi dopo ballottaggio) ha già composto la nuova Giunta

Di:

Manfredonia – “LA nuova Giunta entro la fine della prossima settimana”. Così a Statoquotidiano il sindaco Angelo Riccardi mentre continuano le voci e le consultazioni per definire la rosa dei 7 nuovi assessori della Giunta ‘Riccardi bis’, come del nuovo presidente del Consiglio comunale. Per le partecipate: tranne improbabili ribaltoni, il ruolo di Amministratore unico dell’Ase continuerà ad essere svolto da Giuseppe Dicembrino.

La ‘matassa’. Come risaputo, sono 9 le posizioni ipoteticamente disponibili: 7 per il ruolo da Assessore (il 40% donne, ai sensi della L.Del Rio), 1 per le funzioni da Presidente del Consiglio comunale, 1 per il ruolo di AU dell’Ase, partecipata in house del Comune. In quest’ultimo caso scontata la conferma per Giuseppe Dicembrino in quota ‘Il Bello viene ora’, secondo i ben informati, in considerazione della candidatura alle Amministrative di Mariline Lombani.

Da raccolta dati, l’altro ieri si è svolta la prima seduta della coalizione con riaffermazione degli indirizzi generali che il sindaco Riccardi avrebbe comunicato a tutti i partiti e ai movimenti che hanno conseguito dei seggi (focus: i 24 nuovi consiglieri comunali, dati non ufficiali,ndr): la comunicazione di una rosa di 3 uomini e 3 di donne per il ruolo da assessore, con possibilità di 1 posizione di Governo (dunque assessore, presidente del Consiglio, ruolo nelle partecipate) ogni 2 seggi conseguiti. Le indicazioni del sindaco non sarebbero state digerite di buon grado in considerazione della richiesta di alcuni rappresentanti politici di conoscere tanto il settore di competenza per il futuro assessore quanto le deleghe previste.

In ogni modo, in base a quanto emerso finora e all’esito delle consultazioni svoltesi, 3/4 assessori dovrebbero essere in quota PD (8 i seggi ottenuti; 1 assessore per la lista ‘Il Bello viene ora’ (che alle Amministrative ha conseguito 4 seggi, l’altra posizione di governo sarà ricoperta come detto da G.Dicembrino), 1 all’UDC (2 seggi), 1 per Iniziativa Democratica (2 seggi), 1 per il Movimento Est (2 seggi).

Mentre si continua ad ipotizzare il ruolo di vice-sindaco per Salvatore Zingatiello, per le presenze femminili nella nuova Giunta i nomi sono quelli di Maria Grazia Campo, Lucia Trigiani, con la neo consigliere motivo di contesa nel ‘Gruppo della Montagna’ composto tra l’altro da Tonino Prencipe e Libero Palumbo, primo dei non eletti nel PD. Come già anticipato, Prencipe vorrebbe avere le deleghe da assessore. In questo modo libererebbe un posto da consigliere proprio in favore di Palumbo. In ogni modo, più posti da assessore saranno rivestiti nel PD tra i consiglieri eletti e non esterni più se ne dovrebbero avvantaggiare i candidati della stessa lista esclusi all’esito delle urne. Da ricordare che anche Pasquale Rinaldi ha mire assessorili. Difficile, come emerge dal Palazzo, che il PD possa ‘mollare’ gli assessorati al Bilancio ed ai Servizi Sociali (sarà riconfermato Paolo Cascavilla?).

Qui ‘Ilbellovieneora’. 4 i seggi conseguiti dalla lista civica del sindaco, consiglieri: Adamo Brunetti, Carlo Cinque, Salvatore Valentino, Mario Totaro. Proprio Brunetti spinge per il ruolo di assessore. Lo stesso dicasi per Carlo Cinque. Tuttavia, il sindaco Riccardi sembrerebbe spinto per la scelta del ruolo, nella propria lista, affidandosi ad una ‘donna esterna’.

UDC. 2 i seggi conseguiti dall’Unione di Centro all’esito delle urne. Consiglieri: Antonio Conoscitore e Antonietta D’Anzeris. L’ex capogruppo del Pdl ora in maggioranza spinge anch’egli per un ruolo da assessore o da presidente del consiglio comunale. Con l’entrata in Giunta di un consigliere eletto nell’UDC via libera in consiglio per Franco Tomaiuolo ma non sarebbe questa la direzione presa dal partito. Partito che per il ruolo da assessore spingerebbe per la nomina tra 2 esterni: Michele Ricucci, già consigliere comunale, figlio del commissario cittadino Domenico, o Cosimo Titta, ex consigliere comunale, candidato al consiglio regionale in quota ‘Popolari’ e che da qui godrebbe del sostegno dell’onorevole Cera. Come detto, fra quanti auspicano un ruolo da assessore anche Michelangelo Basta che avrebbe chiesto un intervento in tal senso di ‘influenti ambienti romani‘. Basta desidererebbe vedersi riconosciuto l’impegno profuso a sostegno di Riccardi (come dallo stesso avvocato ammesso pubblicamente) sin dalle scorse primarie. Da raccolta dati, da evidenziare come nella prima seduta di coalizione sarebbe stato presente di fianco a Michele Ricucci anche Stefano Pecorella, ex consigliere comunale, che riveste attualmente il ruolo di Presidente del Parco nazionale del Gargano.

ID. Il rieletto ex consigliere del Pdl Giuseppe La Torre spinge anch’egli per un ruolo da assessore. Riproponendo la logica citata, si libererebbe un posto in questo modo per il candidato dell’ID Angelo Salvemini.

EST. Consiglieri eletti: Michele La Torre e Alfredo De Luca. La Torre spinge per un ruolo da assessore o per l’indicazione di un esterno dallo stesso suggerito. Possibile ricorso ad una donna per il nome dell’assessore: o dall’interno (ipotesi Marinella Talamo) o dall’esterno: continua a circolare il nome della dirigente scolastica Maria Grazia Valente alla quale andrebbero le deleghe già di Antonella Varrecchia. Deleghe per le quali ci sarebbe in lista, oltre che la stessa Varrecchia, anche Pasquale Bisceglia coordinatore della lista ‘Il bello viene ora’.

Fondamentale per la formazione della nuova Giunta anche la diramazione dei dati ufficiali delle Amministrative. Le posizioni dei candidati nelle singole liste della maggioranza potrebbero cambiare. Con la modifica dei dati, l’inserimento di un consigliere eletto in un ruolo da assessore muterebbe di conseguenza la presenza in Consiglio di candidati pro o contro il primo cittadino.

COMUNE MANFREDONIA – CHI SONO I 24 NUOVI CONSIGLIERI COMUNALI – DATI NON UFFICIALI

g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
39

Commenti


  • A.A.A. CERCASI GIUNTA !?

    Non voglio essere pungente,ma se non riescono a mettersi d’accordo nel comporre la giunta come potranno interessarsi dei problemi veri che affliggono la città e sappiamo tutti di quale malattia è affetta Manfredonia…..la, DISOCCUPAZIONE CRONICA e ACUTA !!!


  • erny

    Angelo punta su giovani capaci e su coloro che ti hanno sempre sostenuto. Lascia stare chi ti ha osteggiato nelle primarie ed oggi è lì a leccarti x ottenere incarichi. Ti cornificheranno nuovamente. Non sbagliare di nuovo altrimenti potresti rischiare di perdere pure i tuoi fedelissimi.


  • Cittadino

    VISTO CHE TUTTI SPINGONO E PROPONGONO NOMI ESTERNI,MA ALLORA ANCHE IL SINDACO POTREBBE METTERE ALLO SPORT UN SUO FIDATISSIMO E COMPETENTE UOMO DI FIDUCIA ” ESTERNO ” CON UNA LUNGA ESPERIENZA E PRATICA SPORTIVA STIMATO DA TUTTI E SPECIE DAI GIOVANI !!!

  • Ma che servono gli assessori? tanto comanda Angelo, e chi si permette di “pensare” è fuori Giunta


  • AMICO DEL SINDACO

    BRAVO SINDACO, secondo me la giunta potrebbe essere gia pronta:
    VICE SINDACO ZINAGRIELLO..
    Assessore LAVORI PUBBLICI – Un tecnico
    ASSESSORE AMBIENTE VARRECCHIA
    ASSESSORE PUBBLICA ISTRUZIONE BALZAMO
    ASSESSORE PERSONALE D’AMBROSIO
    PRESIDENTE DEL CONSIGLIO LA TORRE DEL CAPOLINEA
    ASE DECEMBRINO
    ASSESSORE AL CULTO S.E. BRUNETTA
    ASSESORE URBANISTICA RICUCCI
    ASSESSORE SPORT CAMPO
    ASSESORE SERVIZI SOCIALI LUCIA TRIGIANI
    ASSESORE ALL’ALLOFFA LA TORRE O CINQUE

    TUTTI solo consiglieri, quindi tutti i voti che avete preso, li usate come punti racolta MULINO BIANCO. poveri illusi. altri che fedelissimi, mica siamo al campo MIramare


  • Ringos

    per la Redazione: scusate secondo me vi sbagiate, gli assessori saranno 6 e no 7.
    vedii Cerignola.

    con i nuovi tagli i consigliari passano da 30 a 24 2 gli assessori da 8 a 6


  • Redazione

    Buongiorno Ringos,
    da nostra raccolta dati, “per i Comuni con popolazione superiore a 30.001 e fino a 100.000 abitanti è previsto un numero massimo di 7 assessori (40% donne,ndr) (tranne diversa previsione – comunque inferiore – statutaria)” (legge 7 aprile 2014, n. 56, legge Delrio, “che stabilisce il numero dei componenti dell’organo a seconda della popolazione residente nel comune italiano di riferimento“)


  • Sì sapeva

    Assessori esterni e non politici? purtroppo riccardi non ha il coraggio di fare scelte di rottura, né di affidarsi ai giovani. La vecchia politica regna sovrana. Ma che senso ha fare guerre politiche e poi accordarsi col nemico, bisfrattando chi l’ha sostenuto da 7 mesi a questa parte? Che senso ha dotarsi di staff di professionisti se non li si considera minimamente nelle scelte che contano? che senso ha far scegliere ai partiti dei nomi di spraticoni dell’ultima ora? La mediocrità vince sulla capacità e sul merito in barba ad amici e compagni


  • povera manfredonia

    I lupi sono tanti, la messe è finita, tutti spingono a fare gli assessori, tutti vogliono un posto in prima fila per rifarsi le tasche. Una cosa è certa, da quando la politica è finita nelle mani dei .rinvenuti, serve solo per arricchire ..sulle spalle pubbliche.
    Se questa è politica?


  • giuseppe

    Angelo non farti condizionare dai volponi! Non sono le preferenze che ti devono condizionare ma la qualità e la lealtà che tanti “eletti” non hanno! Ti parlo col cuore lascia a casa, anzi in consiglio, coloro che sono stati votati perché vantavano sicurezza nella nomina assessorile.. Non è questa la politica, il saper amministrare. Fidati solo di coloro che effettivamente sono il meglio, che sanno prendere decisioni per il bene comune o non per il singolo. Loro in consiglio ti sfiduciano? Allora sapremo chi sono costoro che mirano solo al loro tornaconto. Sei sempre stato un innovatore, ribadisci la tua supremazia. Angelo scegli il meglio te lo chiede la città.


  • sbillo

    A che serve litigare se’ poi tutto cadrà’?vedrete che succederà’!


  • cico

    un consiglio che mi sento dare al Sindaco è quello di puntare sui giovani o perlomeno su gente nuova. Manda a lavorare il sig. D’Ambrosio visto che ti è andato contro alle primarie fagli fare un semplice consigliere . lascia stare a casa tutto il marciume che da anni occupa un posto a palazzo San Domenico perchè secondo me non capiscono niente stanno li solo per assicurarsi un po di soldi e fare una politica famigliare. Abbiamo bisogno di gente nuova e di giovani che per adesso non sono ancora intrallazzati nei giochi di poteri e non penso che in cinque anni possano prendere cosi potere da comportarsi come i vecchi volponi che abbiamo adesso. Comunque torno a ripetere che se non vuoi perdere anche la mia stima e la mia fiducia, visto che ti ho votato, manda via il Sig. D’Ambrosio che di politica non capisce ……


  • MC

    @Redazione Mi permetto di precisare che la Legge N. 56 del 7 aprile 2014 prende in esame le città metropolitane e i comuni con popolazione inferiore a 10.000 abitanti. Al momento, per quello che ne posso sapere, il testo di legge che determina il numero di consiglieri comunali e di assessori è la Legge N. 191 del 23/12/2009 (G.U. 30/12/2009), la quale riduce il numero dei consiglieri da 30 a 24 (Art. 184: “In relazione alle riduzioni del contributo ordinario di cui al comma 183, il numero dei consiglieri comunali e’ ridotto del 20 per cento. L’entità della riduzione e’ determinata con arrotondamento all’unita’ superiore.”) e fissa il numero degli assessori a 6 (Art. 185: “Il numero massimo degli assessori comunali e’ determinato, per ciascun comune, in misura pari a un quarto del numero dei consiglieri del comune, con arrotondamento all’unita’ superiore.”). Cordialmente.


  • Redazione

    Buonasera, le alleghiamo la “Nota informativa dell’ANCI per le elezioni amministrative del 25 maggio 2014” nella quale si confermano i dati indicati (7 assessori, Comuni con numero abitanti: 30.001 – 100.000)
    http://www.comune.foiano.ar.it/upload/files/USERFILE41753_3473958.pdf
    A disposizione, Statoquotidiano.it – segreteria@statoquottidiano.it


  • Bastaaaa

    “fra quanti auspicano un ruolo da assessore anche Michelangelo Basta che avrebbe chiesto un intervento in tal senso di ‘influenti ambienti romani‘. Basta desidererebbe vedersi riconosciuto l’impegno profuso a sostegno di Riccardi (come dallo stesso avvocato ammesso pubblicamente) sin dalle scorse primarie.”

    BASTAAAA non vogliamo più , bastaaaaa siamo stanchi di voltagabbana.
    Lui e il suo fedele amico con tutti gli ambienti romani hanno preso dei miseri 303 voti. Tutto qua!!! dovete andare


  • Per MC + Sindaco + pettinatori di bambole in genere

    L’unica cosa giusta che hai scritto è stata: “Al momento, per quello che ne posso sapere, il testo di legge che determina il numero di consiglieri comunali e di assessori è la Legge N. 191 del 23/12/2009 (G.U. 30/12/2009)”.

    Un consiglio: la prossima volta prima di scrivere accertati che non sia stata emanata un’altra norma in materia! Se non ti dispiace, vorrei consigliarti la lettura di un testo normativo successivo (guarda un pò!) alla legge da te richiamata: “Legge 26 marzo 2010, n. 42 di conversione del decreto-legge 25 gennaio 2010, n. 2 recante: “Interventi urgenti concernenti enti locali e regioni”. Numero consiglieri e assessori comunali provinciali.”

    Ti allego anche un link utile in tal senso…
    https://www.prefettura.it/FILES/docs/1173/Febbraio%207%20-%20Riduzione%20numero%20assessori%20consiglieri%20(comunali%20e%20provinciali%20anno%202011).pdf

    Inoltre, se mi posso permettere, volevo farti sapere che ci saresti potuto arrivare anche da solo, semplicemente con l’uso della matematica e degli arrotondamenti necessari, solo che il calcolo del numero degli assessori pari ad 1/4 dei consiglieri lo devi/dovevi fare su 25 e NON 24 (perchè si contano i 24 + il sindaco=25 !!!).

    Ciao e spero proprio che tu non sia uno di quelli a cui il nostro sindaco vorrà dare un incarico di assessore, perchè con la nomina ad assessore con il solo criterio della scelta trai consiglieri comunali eletti ne abbiamo gìà viste delle belle, vorrei evitare di vederne altre “belle” nonostante la promessa del sindaco in questo senso…

    SPERO PROPRIO CHE IL SINDACO RICCARDI NON SCELGA TUTTI GLI ASSESSORI TRA GLI ELETTI PERCHE’ NON HA SENSO, NON SI PUO’ CHIAMARE A FARE L’ASSESSORE UNO SOLO PERCHE’ HA PRESO 600-700-800 VOTI, NON HA SENSO… CI VUOLE GENTE COMPETENTE, CON ESPERIENZA E PROFESSIONALITA’… SI TRATTA DI ANDARE AD AMMINISTRARE UNA CITTA’ CON UN BILANCIO DI DECINE DI MILIONI DI EURO, NON DI ANDARE A PETTINARE LE BAMBOLE… MA IL SINDACO LO COMPRENDERA’ MAI QUESTO?!?!?


  • MC

    @Redazione Il documento indicato conferma quanto da me scritto (“un quarto del numero dei consiglieri”), perciò il numero di sette indicato in tabella è da intendersi comprensivo del sindaco. P.S. Colgo l’occasione per correggermi: il testo da me segnalato nel post precedente è dei commi 184 e 185 dell’art. 2 Legge 191/2009 e non come erroneamente scritto degli art. 184 e 185. (Buonasera, confermiamo il numero di assessori – 7 – da noi riportato, naturalmente verificheremo i dati da lei indicati, grazie per la sua attenzione, ndr)


  • Per MC

    Ma allora sei duro di comprendorio…

    La legge del 2009 è stata superata da quella del 2010 e il numero max di assessori è 7 (Sindaco escluso!).

    MC ARRENDITI, SEI CIRCONDATO!!!


  • da non dimenticare

    Il 30 giugno prossimo si terra’ invece l’udienza preliminare davanti al gup del Tribunale di Pescara, Gianluca Sarandrea, per le altre persone coinvolte nell’inchiesta. Si tratta del sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi; dell’imprenditore foggiano Michele D’Alba; del prof. Nicola De Marco, docente di inglese alla Facolta’ di Scienze Manageriali dell’Universita’ G. d’Annunzio di Pescara-Chieti; di Margherita Tinari, componente della commissione e sottoscrittrice del verbale relativo all’esame orale di Lingua Inglese II del 26 giugno 2012; e di Joelle Touitou, compagna di Panzone. Il sindaco di Manfredonia e’ accusato di corruzione, falso ideologico e peculato. De Marco, che ha chiesto ed ottenuto di essere giudicato con il rito abbreviato condizionato all’audizione di un testimone, e Tinari devono rispondere solo di falso ideologico; l’imprenditore D’Alba e Touitou di corruzione.

    http://www.cityrumors.it/notizie-pescara/cronaca-pescara/127363-pescara-esami-truccati-il-processo-a-panzone-slitta-a-gennaio.html


  • Rita

    Da non dimenticare , pensa piuttosto ai .tuoi che ne hai tanti . Sei una persona malvagia , non sopporto la cattiveria e mi auguro che …,.,,,,………….,………………………..!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


  • pino

    Riccardi, ti sei dimenticato della figlia del fotografo! Lei si che saprebbe fare l’assessore!!!!


  • sort

    per non dimenticare: sei ridicolo 😀


  • MC

    Prendo atto della emanazione della Legge 26 marzo 2010, n. 42 e, dopo attenta lettura, il testo non fa menzione del numero di assessori. Include il sindaco del numero dei consiglieri, è vero, (24+1=25), ergo il numero degli assessori dovrebbe (uso il condizionale, non si sa mai!) essere di 25/4=6,25, che arrotondato dovrebbe (vedi parentesi sopra) fare 6, a meno che l’espressione “arrotondato all’unità superiore” non voglia significare che per qualunque decimale ne derivi l’arrotondamento è sempre al numero intero successivo. Vedremo. P.S. Mi dispiace deludervi, ma sono un semplice cittadino senza ambizioni politico/amministrative. Non capisco la foga che impiegate nello scrivere, quasi che dobbiate “vincere” a qualunque costo. E’ uno scambio di idee e di informazioni, così facendo la fate diventare una sorta di “guerra” verbale. Mi spiace, sono abituato a discutere in altri modi, non disturberò ulteriormente (buonasera, potrà continuare ad intervenire quando lo riterrà più opportuno, anzi la ringraziamo per la sua attenzione utile per ulteriori approfondimenti, Statoquotidiano.it – segreteria@statoquotidiano.it)


  • Uno di Voi

    Che il Sindaco ci impiega un mese per formare la giunta, in attesa anche dei dati ufficiali delle elezioni, dovrebbe essere visto, in linea puramente teorica, come una cosa positiva dalla cittadinanza, perchè vuol dire che c’è una discussione, un dialogo, una pluralità di opinioni per raggiungere il Bene Comune nei prossimi 5 anni e non si tratta solo di scegliere gli uomini giusti al posto giusto!

    E’ segno di democrazia e non di dittatura del mezzo uomo al comando (in linea di principio puramente teorico…)

    Purtroppo, se si entra nella cruda e arida realtà di Manfredonia e si fa attenzione su alcuni eletti e quali gruppi di potere rappresentano (in quanto da costoro sostenuti nella recente campagna elettorale) mette i brividi pensare in che mani ci siamo messi da soli e credo che tutti lo sappiamo e pertanto il solo porsi l’obiettivo “Bene Comune” ce lo possiamo scordare e leggerlo solo nei forum da qualche cocciuto idealista!

    Sarebbe stato interessante da parte del Sindaco far conoscere in questi giorni a tutti i cittadini i suoi “indirizzi generali”, se circolano, in modo da farci discutere di sostanza, di futuro concreto, di cosa vuole fare, e come, nei prossimi 5 anni, non nascondendoci nulla.

    Visto che mancano oltre una settimana, il Sindaco, tale documento lo potrebbe dare alla stampa locale, in modo da far partecipare attivamente tutta la popolazione sin dall’origine di questa consiliatura.

    Considerando la miopia stradimostata del mio Sindaco e se fosse in buonafede, per respingere gli attacchi alla dirigenza si potrebbe appoggiare alla cittadinanza attiva, attraverso la trasparenza e la partecipazione.

    Se il buongiorno si vede dal mattino, ci toccano altri 5 anni da tifosi, da scommettitori, da consumatori e da spettatori…. da poveracci, da sfruttati….e da emigranti!!!!


  • booo

    lombani donna capace X SORPRENDERVI????


  • Un solo assessore per "il bello viene ora"

    Se ho compreso bene, poichè sarà uno soltanto l’assessore per “il bello viene ora”, perchè ha già l’amministratore unico dell’ase, e quell’unico assessore sarà una donna (Carpano? Varrecchia? Dado? Valente?) allora vuol dire che gli impegni assunti con Cinque, Brunetti o Pasquale Bisceglie resteranno lettera morta?! Meglio, così imparano a non fidarsi…


  • pescatore

    Assessore. Angelillis alla istruzione. Zingarelli vicesindaco Gelsomino presidente Ase Conoscitore presidente del consiglio poi tre donne Varrecchia Campo D’Anzeris.


  • No al gpl a Manfredonia

    Accantonate i vari bisticci che come al solito servono solo a perdere tempo, insediatevi e datevi da fare per il bene di questa città. Il silenzio che fino ad ora ha caratterizzato la situazione dell’impianto di gpl della Energas è vergognoso. Mandate via dalla città lo spettro di questo inutile mostro.


  • Gino

    Il sindaco è espressione del PD
    Il vice sindaco non può essere del PD
    Ma è così difficile capirlo????
    Il vice sindaco va al bello viene ora
    Brunetti
    Chiaro?


  • yaris

    Credo che Brunetti non possa non essere nominato Assessore…..è un valore aggiunto molto qualificante e preparato gli altrin? Beh lasciamo perdere sanno solo prendere voti. Se Brunetti è fatto fuori sarà la fine del PD e del centrosinistra a Manfredonia perché nascerebbe un asse di moderati molto forte formato da Brunetti-Gatta in grado di stravincere le prossime amministrative, ecco perché sono convinto che Adamo sarà sicuramente Assessore anche con l’incarico di vice sindaco. Io farei una Giunta di 35enni in modo di creare una nuova classe politica anche scelti tra candidati non eletti,non sempre chi è eletto è migliore di uno non eletto,anzi alle volte è il contrario. Poi non capisco l’assessorato ai Barbone-gelsomino-titta considerato che tutto il loro partito ha portato un candidato unico e che senza l’aiuto delle donne collegate non avrebbero superato i 400 voti. I veri portaacqua dell’iniziativa democratica è stato il gruppo portato da La Torre. Mah che stranezze. Ma Riccardi sa valutare tutto questo.


  • Antonello Scarlatella

    Signori e Signori,
    Questi hanno vinto alla PRIMA BOTTA. Ora cosa consigliate. Avete votato? Tutti zitti e sperate! I Cerignolani hanno dimostrato di avere piu’ palle di noi. Hanno dimostrato di non voler piu’ sottostare ad un partito che non rappresenta piu’ il popolo.
    State a guardare ora che deve venire il Bello.
    Su ora Nicola Rosa e company, divertitevi ad insultare.

    Antonello Scarlatella (il mediocre)


  • Varrecchia ancora assessore????

    Varrecchia ancora assessore????

    Allora volete proprio che Manfredonia non si riprenda più…

    Sono d’accordo per la presenza di noi donne in giunta, ma almeno qualcuna che comprenda di politica e amministrazione di enti pubblici.

    La Varrecchia è stata bocciata sonoramente dagli elettori manfredoniani, quale altro segnale vuole il sindaco per comprendere che l’operato della varrecchia è già stato giudicato scarso e non gradito ai cittadini?!

    Da donna non dovrei dirlo, ma lo dico lo stesso: meglio un uomo come Brunetti o Cinque…


  • Nicola

    Scarlatella continui a fare la vittima , e a non rispondere alla mia domanda. Non ho detto mediocre, ma ” omino mediocre ” . Guarda che al mondo non tutti possono essere grandi uomini, tu,purtroppo sei quello che sei : un pollo che si crede un aquila .


  • I TERRIBILI ARTIGLI DEL MOSTRO GAS SI AVVICINANO A MANFREDONIA

    Con tutti i mister voto che hanno vinto, si scanneranno come cani per le poltrone!!


  • Michela

    Competenze e capacità per donne e uomini della “nuova” GIUNTA. Niente rancori o “vendette”: il Sindaco “punti” sulle persone migliori.
    La Politica faccia la “sua” parte.
    A chi rivendica un POSTO per “fedeltà” al Sindaco, vorrei far notare che la fedeltà e la lealtà sono autentiche, “reali”, se disinteressate…senza “secondi fini”!
    Buon lavoro!


  • Wu Ming 189°

    ma la lombani, diventerà assessore solo perchè parente di Dicenbrino? Mi sbaglio? (in verità il testo riporta dati totalmente differenti,ndr)


  • Antonello Scarlatella

    @ Grazie Nicola.

    Firmato:
    Un omino mediocre che e’ un pollo che si crede di essere un’aquila.

    P.s. Se vuoi aggiungo altro, basta chiedere.


  • Manfredonia = Atene?

    Fossi un consigliere non voterei mai un bilancio di un anno precedente… a meno che non fossi riconfermato!


  • max

    notizia dell’ultima ora: tonino zcarr assessore al turismo e Gino karatè alle opere pubbliche.All’ase fayol mnnezz..non fatevi sbilanciare più che vi ho già detto tanto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi