Regione-Territorio
"Il disseccamento potrebbe dipendere, semmai, dalla mancanza di buone pratiche agronomiche nei territori colpiti"

Stop eradicazioni piante; atteso nuovo Piano Silletti

E' la posizione diFareAmbiente, movimento ecologista europeo

Di:

(ANSA) – ROMA, 17 GIU – Non c’e’ alcuna certezza scientifica e giuridica che gli ulivi in Puglia stiano morendo di Xylella e quindi l’eradicazione delle piante malate a oggi non ha senso; il disseccamento potrebbe dipendere, semmai, dalla mancanza di buone pratiche agronomiche nei territori colpiti. E’ la posizione di FareAmbiente, movimento ecologista europeo, responsabile della bocciatura da parte del Consiglio di Stato a maggio scorso del Piano del Commissario Giuseppe Silletti che prevedeva, tra le varie misure, il taglio indiscriminato degli alberi affetti dalla malattia sulla base di indicazione Ue. A fare il punto della situazione in un incontro alla Camera, e’ il presidente di FareAmbiente, Vincenzo Pepe insieme, tra gli altri, agli avvocati che hanno portato la vicenda nei tavoli dei tribunali. A questo proposito e’ stato ricordato che e’ atteso entro un paio di mesi il nuovo Piano anti Xylella del Commissario Silletti, con misure meno coercitive rispetto al precedente sospeso dal Tar del Lazio.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi