Capitanata

Ballottaggio: nessun candidato sindaco sceglie la trasparenza

Di:

Torremaggiore. Il 19 giugno 2016 ci sarà, a Torremaggiore, l’elezione amministrativa di ballottaggio tra i due candidati sindaci maggiormente suffragati nell’elezione del primo turno del 5 giugno 2016. Nel Comunicato Stampa del 10 giugno 2016 il movimento Rinascita Cittadina, che ha partecipato alla competizione elettorale di Torremaggiore con Anna Lamedica sindaco, ha dato indicazione ai candidati della propria lista e agli elettori che l’hanno votata di ‘libertà di voto‘ nelle elezioni di ballottaggio del 19 giugno.

Analizzando i tempi di “vita” delle Amministrazione dal 2010 ad oggi si può vedere quanto sia stata alta la “mortalità” amministrativa del Comune di Torremaggiore.
Amministrazione Vincenzo Ciancio
Dal 13 aprile 2010 al 1° luglio 2011 (15 mesi)
Amministrazione Commissario Prefettizio Daniela Aponte
Dal 1 luglio 2011 al 21 maggio 2012 (10 mesi)
Amministrazione Costanzo Di Iorio
Dal 21 maggio 2012 all’8 aprile 2015 (2 anni e 11 mesi)
Amministrazione Commissario Prefettizio Aldo Aldi
Dal 10 aprile 2015 ad oggi ( 1 anno e 2 mesi)

Considerando che tutte le Amministrazioni politiche sono cadute a causa di lotte interne alle Giunte che, successivamente, sono state fatte proprie dai Consiglieri comunali, arrivando alla sfiducia del Sindaco, nel nostro Comunicato stampa abbiamo scritto:”.. Ad oggi entrambi i candidati, sia pure stimati e verso i quali va il nostro rispetto, paiono avere programmi simili, con poche differenze di facciata e senza particolari slanci innovativi. Entrambi disporranno di consiglieri eletti dalle idee molto differenti tra di loro ed entrambi non hanno annunciato (ad oggi) i nomi della futura Giunta Comunale.A queste condizioni il voto alla prossima amministrazione Comunale dovrebbe essere dato “sulla fiducia”. Sulla base della nostra analisi politica e degli errori che nel passato hanno portato a sorprese nelle giunte poi insediatesi a Palazzo di città ….‘libertà di voto ”. Nessuno dei due candidaci a sindaco nel ballottaggio del 19 giugno 2016 ha scelto la trasparenza amministrativa dicendo pubblicamente, prima dell’elezione, da chi sarà composta la propria giunta e questa la giudichiamo una scelta politica che non garantirà una sicura stabilità amministrativa al nostro Municipio.

Per questo motivo Rinascita Cittadina ribadisce la posizione della ‘ libertà del voto ‘ il 19 giugno 2016.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati