SportStato news
Il termine di paragone, dopo la vittoria in semifinale contro la Russia diventa ora l'Olimpiade di Atene

Immenso Setterosa, dopo 12 anni torna in finale

Una sfida difficile per la prima squadra italiana che raggiunge la finale a Rio

Di:

Roma. Dodici anni dopo Atene, il Setterosa riprende la caccia all’oro. Ma prima ancora di scendere in vasca, l’Italia Team è sicuro già di aver vinto un’altra medaglia: che sia d’oro o d’argento, è la 25ª a Rio 2016. Merito di un gruppo fantastico, allenato da Fabio Conti, che ha iniziato l’avventura olimpica con l’obiettivo di riscattare il 7° posto di Londra 2012.

Ma il termine di paragone, dopo la vittoria in semifinale contro la Russia 12-9 (2-2, 4-2, 2-0, 4-5), diventa ora l’Olimpiade di Atene, quando le azzurre si laurearono campionesse olimpiche. Tra di esse c’era Tania Di Mario, oggi a segno insieme a Garibotti (5 reti), Tabani (2), la cannoniera del torneo Bianconi (2), Radicchi e Queirolo. Toccherà al capitano caricare le compagne verso un riscatto olimpico che passa anche dal 6° posto di Pechino 2008.

Venerdì il verdetto. Le avversarie saranno le campionesse olimpiche e mondiali degli Stati Uniti. Una sfida difficile per la prima squadra italiana che raggiunge la finale a Rio (in lizza ci sono ancora il Settebello e l’Italvolley maschile), ma il posto più alto sul podio dista soltanto un gradino. (FONTE: coni)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati