Manfredonia

Manfredonia, “ripartono le attività di recupero scolastico”

Di:

Manfredonia, “ripartono le attività di recupero scolastico” (st)

Manfredonia – TEMPO di verifica dell’attività svolta e di programmazione. In particolare, per i servizi riguardanti i minori, è partito mercoledì 12 settembre il servizio di assistenza domiciliare educativa e doposcuola presso la Parrocchia Croce e presso il Centro Giovanile Comunale di Piazzetta del Mercato. L’attività di doposcuola viene svolta anche in altri luoghi della città come, ad esempio, la Parrocchia S. Camillo e la Casa della Carità.

L’Assessorato ai Servizi Sociali ha preparato un protocollo di intesa per attivare una collaborazione con tutti i soggetti che operano in questo settore al fine di creare momenti di confronti, sinergie, forme di collaborazione e rendere questo servizio più proficuo ed efficace.

Per l’inizio di queste attività sono previsti i seguenti appuntamenti. Giovedì 20 settembre, alle ore 18, ci sarà un incontro tra i vari soggetti interessati al recupero scolastico ed al termine sarà firmato il protocollo, che potrà essere condiviso in seguito anche da altri che vorranno operare in rete su un tema così importante.

Il giorno 25 settembre, alle ore 19, ci sarà un incontro dei genitori dei bambini del doposcuola e di coloro che hanno partecipato alle attività estive per discutere di questo servizio e condividere la necessità di un maggiore coinvolgimento delle famiglie. Il 26 ed il 27 settembre, presso il Centro Giovanile di Piazzetta del Mercato, sarà organizzata la mostra delle attività svolte durante il periodo estivo; attività che sono stato organizzate dall’Ufficio Servizi Sociali e curate dagli operatori della Cooperativa “S. Giovanni di Dio”, che gestisce il servizio di assistenza domiciliare educativa, e dai giovani del Servizio Civile.

La visita della mostra per genitori, scolaresche e tutti coloro che ne saranno interessati è possibile dalle ore 10 alle 12,30 e dalle ore 16 alle 19,30. Alle attività estive hanno partecipato circa 60 minori di età compresa tra i 7 e i 12 anni. L’obiettivo è stato quello di accompagnare i minori che corrono il rischio di rimanere soli durante il periodo estivo in attività ludiche ed educative, consentendo loro di soddisfare il bisogno di fare, esplorare e conoscere.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi