Cronaca

Verifiche su opere finanziate dal CIPE, Barca in Puglia

Di:

Palazzo Chigi, ministri Barca e Riccardi

“Siamo ben lieti di accogliere il Ministro Barca ed i suoi Ispettori, visto l’ennesimo annuncio fatto, per verificare le opere finanziate dal CIPE con delibera n. 62 del 3 agosto 2012, frutto di importante lavoro contenuto nell’accordo congiunto Fitto-Vendola. Ai tecnici forniremo, ancora una volta, ogni utile dettaglio dal quale emergeranno chiaramente che tutti gli atti necessari per l’avvio delle opere sono stati compiuti dai diversi livelli locali, regionali e dal Ministero”.

“Le opere furono inserite in delibera CIPE perché disponevamo di un livello di progettazione in linea con la delibera CIPE 1/2011 che ne definiva le linee guida per il finanziamento degli interventi. Il nostro auspicio – è l’ennesimo invito e sollecitazione al signor Ministro – è che dalle parole si passi ai fatti. Aspettiamo rispettosi sin da marzo scorso, la firma dei contratti istituzionali e/o accordi di programma, per la erogazione effettiva delle risorse che hanno ottenuto l’ok dalla Corte dei Conti già dal 22 dicembre 2011 e pubblicati in G.U. il 31.12.2011”.

“Ricordiamo che, oltre alla utilità di aprire i canteri tanto pubblicizzati in un momento così particolare, già la sola opera relativa alla S.S. 172 consentirebbe la messa in sicurezza di un’asse stradale vitale ed importantissimo di collegamento tra lo Jonio e l’Adriatico e che troppe vittime ha contato, oltre al positivo impatto ambientale e della salute che determinerebbe per le comunità interessate. Se non adesso visti i soli annunci e continui rinvii a giorni diversi, quando una positiva e consequenziale risposta visto che il lavoro è pronto ufficialmente da oltre 14 mesi?”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi