Manfredonia

Cig in deroga, Caroli: aumenta il fondo per la Puglia

Di:

L'assessore Leo Caroli (statoquotidiano - Ph: net.unotv)

Roma – L’ASSESSORE al Lavoro, Leo Caroli, ha partecipato oggi a Roma alla riunione sul riparto dei fondi degli ammortizzatori sociali in deroga. “Posso dire di uscire soddisfatto dalla riunione – ha dichiarato Caroli – in particolare perché gli assessori al Lavoro delle altre regioni hanno compreso le ragioni che hanno portato la Puglia a chiedere una implementazione delle somme destinate per gli ammortizzatori sociali in deroga. Infatti a fine riunione si è deciso di passare dai 31 milioni già assegnati alla Puglia nell’ipotesi elaborata dal gruppo tecnico di lavoro della Conferenza delle Regioni per il 2013 a circa 46 milioni.

E’ stato determinante per il risultato la convinzione del presidente della commissione Lavoro, Giancarlo Simoncini (assessore al Lavoro della Regione Toscana) che per primo ha riconosciuto la legittimità delle nostre rivendicazioni, tanto da far arrivare a questo risultato finale. Mi piace sottolineare che i sedici milioni in più ottenuti per la puglia corrispondono a circa 2 mensilità di Cassa integrazione in deroga per 15mila persone. Rimane tuttavia il problema della insufficienza complessiva delle risorse e della incertezza della loro esigibilità.

Si tratta quindi – adesso – di confrontarci con il Governo per farlo impegnare a rimpinguare il fondo con un ulteriore miliardo e a condividere la richiesta che le Regioni fanno di varare un nuovo strumento di regolamentazione degli ammortizzatori sociali che sia orientato ai principi di universalità”. “La Regione Puglia – conclude Caroli – si impegnerà, come ha fatto finora, a lavorare in tal senso, sia per aumentare il fondo che per arrivare a un sistema di tutele universalistico di tipo innovativo e concorrerà alla definizione di nuovi e differenti criteri per il riparto delle risorse a partire dal 2014”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • avvocato Salvemini

    Ma questo è solo il differimento della morte. Tanto passeranno anche questi altri due mesi e poi i beneficiari dovranno andare a mangiare alla mensa dei poveri.
    Perchè, invece, non si cerca un modo per investire in creazione del lavoro quei soldi che si è riusciti ad ottenere in più????!!!!!
    Sarà pure retorica come domanda ma merita, una volta tanto, una risposta soddisfacente.


  • avvocato Salvemini

    X “IL PENSIERO”

    Caro pensiero hai visto i posti di lavoro creati dal contratto d’area????

    TUTTO FINITO
    SOLO CIG

    COMPLIMENTI!!!!


  • il fatto

    NON AUMENTANO I FONDI,MA AUMENTANO I NUMERI DI CHI STà IN FONDO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi