Manfredonia

Fisco: nuovo valore catastale su mq e non numero vani

Di:

(via Tribuna, Manfredonia; Ph: Stato2012@)

(Ansa) ROMA – Il valore catastale delle case sarà determinato non più sul numero dei vani, bensì sui metri quadrati e sarà collegato al ”valore di mercato”. Lo prevede l’articolo della delega fiscale con la riforma del catasto, votato oggi dalla commissione Finanze della Camera, che concluderà il voto sul testo entro venerdì.

Prevedere ”abbattimenti del carico fiscale” per le abitazioni e gli edifici colpiti da un terremoto o da altri ”eventi calamitosi”.



Vota questo articolo:
6

Commenti


  • marcelo

    Cara redazione,
    anche se non c’entra nulla con l’articolo vorrei che leggesse questo articolo:
    Asd Manfredonia C5: Gabriele Spano nuovamente convocato in Nazionale Under 21
    Spano con la maglia del Manfredonia C5
    Spano con la maglia del Manfredonia C5

    E’ con estrema soddisfazione che la società Manfredonia C5, da sempre fiduciosa nelle potenzialità dei talenti sipontini, comunica la convocazione in Nazionale del suo giovane tesserato Gabriele Spano.

    Stamane è giunta la notizia che Spano, universale sipontino classe 95, prenderà parte nuovamente allo stage della Nazionale di Calcio a 5 Under 21 che si terrà a Belluno dal 18 al 22 settembre. Ad onor del vero, per Gabriele si tratta del secondo raduno a cui partecipa, dando un seguito al primo tenutosi in quel di Pescara.

    Spano, nonostante la sua giovanissima età, vanta già numerose presenze nel campionato nazionale di serie B con la casacca biancoceleste, essendo diventato un valido punto di riferimento per la prima squadra ormai da due stagioni. Il suo impegno, le sue capacità tecniche e tattiche lo evidenziano come uno dei più promettenti giovani nella storia della società sipontina. Si spera, dunque, che questo non sia un punto di arrivo ma un bel trampolino di lancio per una florida carriera.

    I più graditi complimenti vanno al giovane emergente Gabriele Spano da parte di tutta la società Manfredonia C5 e dei suoi compagni di squadra.

    Michela Quitadamo – Ufficio Stampa Asd Manfredonia C5


  • Redazione

    Ok grazie, in pubblicazione, grazie, Red.Stato

  • Ma sulla casa occorre: Rilancio dell’attività edilizia in generale e di quella popolare in particolare, affinché tutti possano disporre di una dignitosa abitazione ed accedere alla proprietà della casa. Il settore dell’edilizia costituisce, peraltro, una delle fondamentali fonti di occupazione sia diretta che indotta. Emanazione di un prestito pubblico a tasso agevolato per l’acquisto della prima casa. Abolizione dell’IMU sulla prima casa e introduzione per legge del divieto di applicazione della stessa (anche con altro nome) di qualsivoglia altra imposta. Canoni d’affitto delle unità abitative regolato dai valori di mercato, tenendo in conto, tuttavia, che la funzione primaria del patrimonio immobiliare pubblico è la sua destinazione a chi non possiede mezzi finanziari adeguati per rivolgersi al mercato. Tali canoni, pertanto, devono essere funzionali alle reali condizioni economiche dell’inquilino, con ciò significando che avendo l’attuale inquilino sufficienti mezzi economici, devono essere applicati canoni di mercato, laddove, invece, non possegga tali mezzi, lo stesso beneficerà di un “canone sociale”. La condizione di titolarità del canone sociale deve essere periodicamente attestata e dimostrata dal beneficiario attraverso la propria denuncia dei redditi.
    Capillare censimento da parte dei Comuni di tutto il patrimonio immobiliare privato ed introduzione dell’obbligo dell’imposta di reddito anche sugli immobili mantenuti sfitti oltre un limite di tempo ragionevole, da calcolare in funzione del valore di mercato del canone. (SVEGLIA)!!!!!!!

    Giuseppe Marasco – Presidente Nazionale CIVILIS – Confederazione Europea onlus


  • mario

    Nr. vani o mq.:ma del numero degli abitanti la casa importa a nessuno?C’è differenza se una casa è abitata da 5 persone o da due o da una sola?Secondo i GRANDI PENSATORI 5 o 2 o 1,per 100 mq.sempre quella è la quantità dell’immondizia.VIVA L’ITALIA E CHI LA CREO’.


  • Teo970

    Per Mario. Un conto è il valore catastale, ovvero il valore dell’immobile che è tale indipendentemente dal numero di persone che vi ci abitano e un conto è la tassa (o tributo) sui consumi o sull’immondizia. Su quest’ultima è fondamentale legare sia la dimensione dell’immobile sia il numero di componenti familiari.
    Fino a qualche anno fa si costruivano abitazioni di grossa metratura (alcune arrivano anche a 150 mq) con stanze che erano anche 6×6 mq, ingresso e corridoi spaziosi. Ora si costruiscono appartamenti che, in soli 90/100 mq, hanno: salone, cucina abitabile, tre stanze da letto, due bagni.
    Quanti di voi hanno visto nuovi appartamenti che hanno un ingresso anziché direttamente un salone?

    Credo che sia giusto modificare il valore catastale degli immobili sulla metratura effettiva e non più sul numero di vani.


  • tonino led

    VORREI SAPERE IL MOTIVO PER CUI IL VALORE CATASTALE NON PRENDE IN CONSIDERAZIONE, PER EVENTUALI TASSAZIONI, LA DIFFERENZA TRA UN’IMMOBILE UBICATO AL CENTRO E QUELLO UBICATO IN PERIFERIA. FORSE PERCHE’ LA MAGGIOR PARTE DI TALI IMMOBILI SONO DI PROPRIETA’ DEI NOSTRI CARISSIMI CONCITTADINI INFILTRATI NELLA POLITICA. NON E’ GIUSTO METTERE SULLO STESSO LIVELLO UNA CASA DI 100 METRI DI PERIFERIA DEL VALORE DI 120.000 EURO, CON LA STESSA DEL CENTRO CITTA’ DEL VALORE DI 800.000.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi