Foggia
L’assessore all’annona su fiere e documento del commercio

Amorese: “Entro fine anno riorganizzazione dei mercati”


Di:

Foggia. Fino al 2 ottobre sarà possibile inoltrare la domanda per i posteggi alla Fiera di Santa Caterina che si terrà dal 24 al 27 settembre in via Galiani e via Mazzei (angolo viale Fortore). Da 3 anni la tradizionale manifestazione a ridosso del Natale è stata spostata dalla periferia (zona del mercato del venerdì) in centro. Una richiesta della Confcommercio, accolta dal Comune, per una manifestazione che riunisce gli ambulanti da Foggia e provincia e da regioni limitrofe.

Da assegnare 165 posti.“In base alle norme sul commercio- dice l’assessore all’annona Claudio Amorese- oggi è un avviso pubblico a disciplinare questa fiera, dunque la procedura è più trasparente”. Per l’assegnazione dei posteggi sarà redatta apposita graduatoria in base al maggior numero di presenze pregresse nella medesima fiera, maggiore anzianità di iscrizione al registro delle imprese per l’attività di commercio al dettaglio su aree pubbliche, ordine cronologico di ricevimento delle domande. La graduatoria sarà affissa all’albo pretorio del Comune entro il 9 novembre 2017.

Il documento strategico sul commercio

L’anno scorso è stato presentato il documento strategico sul commercio che è diventato subito la “bandiera” dell’amministrazione contro la “deregulation” in atto e per mappare le strutture ad hoc. “Dieci anni di vuoto sul tema”, precisò il sindaco. Un atto che fece più clamore del solito anche perché si collocò dopo una serie di eventi, dopo le dimissioni dell’assessore di Fdi Jenny Moffa che rivendicava il suo atto di indirizzo contro la “sanatoria” per gli ambulanti (nelle more della realizzazione o riorganizzazione dei mercati rionali) decisa dall’amministrazione in carica. A un anno dall’approvazione del documento sul commercio l’assessore aggiunge: “Sono pronti i bandi per fiera e mercati tipici, entro la fine dell’anno riorganizzeremo il mercato Arpi, Cep e quello di piazza Volontari della Pace. Riorganizzeremo il mercato del venerdì riassegnando i posti già occupati e assegnandone di nuovi, secondo il criterio dell’anzianità di iscrizione al registro delle imprese e dell’anzianità dei posteggi. Sulla piaga degli ambulanti c’è ancora da lavorare, abbiamo avviato un’attività di legalità e sequestrato molta merce, è anche un problema culturale, spesso la bancarella rimossa l’abbiamo trovata il giorno dopo nello stesso posto. E’ sempre più difficile stare a vendere in strada perché o hai una licenza itinerante oppure un posteggio isolato”.

I dati sulle assegnazioni dei posti

I dati dei posti da riassegnare risalgono all’anno scorso. Al mercato del venerdì, per esempio, è assodato che dei 410 posti disponibili sono occupati solo 250/300, fra mercati Arpi, Pinto, Cep, Rosati, via Miranda e 26 posti del cosiddetto “mercato dei polacchi”, alle spalle del D’Avanzo, si totalizzano 500 posti. Se ne aggiungerebbero altri 300 circa. Fra le proposte al vaglio, un cambio di disposizione del mercato Rosati per non occupare tutte le traverse del viale e migliorare i problemi di sicurezza estendendolo per qualche metro. Il documento si occupa di disciplinare anche le fiere, i mercatini natalizi, lo street food, i “mercati a chilometro zero” secondo un indirizzo che valorizza l’identità di quelli rionali.

(A cura di Paola Lucino, Foggia 18.09.2017)

Amorese: “Entro fine anno riorganizzazione dei mercati” ultima modifica: 2017-09-18T21:47:12+00:00 da Paola Lucino



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This