16 settembre 2014 - Aggiornato alle

Stato Quotidiano

Zapponeta, approvato riequilibrio di bilancio. Opposizione contesta su debiti e revisori conti

Zapponeta, approvato riequilibrio di bilancio. Opposizione contesta su debiti e revisori conti
18 ottobre
16:00 2011
condividi

L'aula del consiglio comunale di Zapponeta (ST)

Zapponeta – A seguito della diffida (Prot. N. 556/3. 12/AREA II) indirizzata al Comune di Zapponeta, il 6 ottobre 2011, dal Prefetto di Foggia ( Focus riequilibrio e Riequilibrio 2 – inerente la mancata approvazione del riequilibrio di bilancio nei termini previsti, e cioè entro il 30 settembre (ai sensi dell’art. 193 del Decreto Legislativo n. 267/00) – il Presidente del Consiglio di Zapponeta ha convocato ieri, lunedì 17 ottobre, alle ore 17, in sessione straordinaria, il Consiglio Comunale.

La discussione è stata aperta dal Sindaco, Domenico Rizzi, che, con una breve relazione, ha esposto l’azione di Governo adottata ed in corso di adozione per il futuro, con la promessa di “impegnarsi per gli anziani e per i giovani entro la fine dell’anno, reperendo dall’esterno le cifre dovute”.

Il dibattito si è poi spostato sul punto cruciale: il riequilibrio di bilancio. E’ su questa questione che il capogruppo di “Giovani e Futuro”, Fabio La Macchia, ha fatto notare subito come “nelle fascette contenenti i punti all’ordine del giorno del Consiglio Comunale, il bilancio del Comune è in equilibrio. Come è possibile?”. “Sui manifesti, in piazza dite che ci sono i debiti, e poi in Consiglio Comunale approvate un bilancio in equilibrio, a pareggio. Assurdo. Voi mascherate i veri conti del Comune – ha ammonito La Macchia durante il consiglio – ed, invece, dovete mettere a nudo quello che è il reale bilancio dell’amministrazione comunale. E se ci sono irregolarità, dovete mandare le carte alla Procura della Repubblica e far pagare agli amministratori responsabili. Ci vogliono i fatti, e non le parole”. “In ultimo vorrei ricordare – continua La Macchia – che il Piano Generale di Sviluppo (PGS), se è vero che non è vincolante ai fini dell’annullamento del bilancio preventivo, è però obbligatorio per l’amministrazione per programmarsi le cose da fare durante il suo mandato. Ma sono passati cinque mesi e non si vede ancora niente”.

Pronta la risposta del Sindaco Rizzi che ha detto di “non conoscere esattamente quali e quanti siano i debiti fuori bilancio del Comune. Inoltre, voglio evidenziare che, se il Comune, nell’eventualità, sarà commissariato, non ne trarranno vantaggio né i cittadini né i consiglieri che non potranno essere più candidati”. E sul Piano generale di Sviluppo (PGS): “L’Amministrazione comunale è senza fondi. Quale programmazione è dunque ipotizzabile?”.

“Sembra strano che non conosciate i debiti, visto che non fate altro, ogni giorno, che parlarne. Io rimarco che, se sono stati commessi degli scempi in passato, sono il primo, insieme a voi, a denunciarli. I debiti non ce li dobbiamo accollare noi, ma li dobbiamo far pagare agli amministratori responsabili. E voglio invitare il Sindaco a dire la verità sulla questione del commissariamento, perché se questo avverrà, chi non sarà più candidabile saranno gli amministratori colpevoli del disastro e non certo noi – ha replicato La Macchia – Quindi il Sindaco sia chiaro sulla questione. E sul PGS – evidenzia La Macchia – è fondamentale, aldilà dei soldi a disposizione, progettarsi quello che si vuole fare nell’arco del proprio mandato”.

La nomina del revisore dei conti. Il Sindaco Rizzi ha fatto sapere all’Assise consiliare e ai cittadini presenti che sono pervenute tre domande: il rag. Castriotta Paolo di Zapponeta; il dott. Mignonna Martino di Foggia ed, infine, il dott. Tomaro Angelo di Lavello. “Facendo un’analisi dei curricula dei tre candidati”, avvisa il Sindaco, “per titoli e competenza, propongo il dott. Mignonna Martino di Foggia”. Sulla stessa linea anche l’Assessore Riontino Giovanni e la consigliera comunale di maggioranza, Merlicco Eleonora, che hanno parlato di “una scelta fatta alla base di una maggiore preparazione e competenza. Noi scegliamo quello che è meglio per l’amministrazione. Conta la professionalità”.

Alla proposta del Sindaco e i suoi consiglieri, il capogruppo di “Giovani e Futuro” ha obiettato: “mi rammarica che l’Amministrazione preferisca un soggetto esterno da Zapponeta. Se parlate di competenza ed esperienza, vi ricordo che il rag. Castriotta Paolo è stato già revisore dei conti di questo Comune, svolgendo il ruolo con la massima serietà. Quindi dalla vostra scelta – ha concluso La Macchia – apprendiamo solamente il mancato posto di lavoro ad un soggetto del luogo”. In ogni modo è stato il dott. Mignonna Martino a divenire il nuovo revisore dei conti del Comune di Zapponeta, ottenendo 8 voti favorevoli, contro i tre ricevuti dal locale rag. Castriotta Paolo.

L’altro ed ultimo punto all’ordine del giorno riguardava la modifica del “regolamento per l’esecuzione di lavori, forniture e servizi in economia” che ha visto l’approvazione all’unanimità.


Consiglio comunale. Il comunicato dell’Amministrazione. Le cifre riportate dal sindaco su debiti e risorse dello Stato per Zapponeta.
Focus

enzoriontino@interfree.it

Tags
Vota questo articolo  

Articoli correlati

20 Commenti

  1. Anonimo
    Anonimo ottobre 18, 19:59

    Finalmente i consigli comunali fatti ad un’ora decente,dove ancche noi ragazzi possiamo assistere GRAZIE SINDACO RIZZI.

  2. gianpiero
    gianpiero ottobre 18, 20:23

    Sindaco rizzi solo chiacchiere
    non farai pagare mai. chi a conbinato
    il disatro,

  3. Redazione
    Redazione ottobre 18, 20:35

    Andrea Piano (FB)

    ho letto il tuo intervento in consiglio comunale su Stato Quotidiano. Ho visto che voi avete votato il revisore quando invece la normativa prevede l’estrazione a sorte. Mi stavo chiedendo il motivo.

    “25. A decorrere dal primo rinnovo dell’organo di revisione successivo alla data di entrata in vigore del presente decreto, i revisori dei conti degli enti locali sono scelti mediante estrazione da un elenco nel quale possono essere inseriti, a richiesta, i soggetti iscritti, a livello regionale, nel Registro dei revisori legali di cui al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, nonché gli iscritti all’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili”. art.16, comma 25 del d.l.138/2011 come convertito in legge 148/2011.

  4. anonio
    anonio ottobre 18, 23:37

    Furbacchione, l’art 25 è incompleto! che disonesti e che modo di dare informazioni! ma credete che siamo tutti asini come te!

  5. Anonimo
    Anonimo ottobre 19, 00:28

    Fabio, hai sempre accusato qsuesta amministrazione, di essere sottoposta a Savino Di Noia, che non c’era niente di nuovo,ecc. ecc. Ma Paolo Castriotta non è stato revisore dell’amministrazione S. Di Noia????

  6. x Anonimo
    x Anonimo ottobre 19, 10:24

    Questo non significa nulla,
    rimane il fatto che Castriotta è stato paragonato ad un incompetente, quando invece, ha le esperienze e le capacità giuste.

    Un revisore, non è al soldo di nessuno e tantomeno di Savino Di Noia.

    Il revisore, indipendentemente da chi amministra, ha un ruolo eticamente e professionalmente indipendente e “”di controllo”” se necessita.

    Forse non hanno voluto, per questo motivo, in quanto il Castriotta è poco incline a piegarsi alla volonta amministrativa.

  7. verità
    verità ottobre 19, 12:29

    per i consiglieri riontino e merlicco..la vostra nomina è perchè è stata meritevole o di esperienza o cosa????????????????????i panni sporchi si lavano in casa…

  8. verità
    verità ottobre 19, 12:37

    vorrei ricordare gli ultimi dieci anni i revisori di monte sant’angelo e di foggia ..mai visti a zapponeta e causa della situazione del DISASTRO DEL COMUNE DI ZAPPONETA..che esperti…………………..

  9. x per anonimo
    x per anonimo ottobre 19, 20:00

    Io giorno 17 Ottobre 2011, C’ERO. E sono uno di voi.Chi ha messo in dubbio le capacità del rag. Castriotta?? In verità si è parlato di titoli ed esperienze amministrative(secialmente con un comune così disastrato come il nostro e non per colpa di questa amministrzione)…Ma diciamoci la verità, non ci va bene niente!!Lasciamoli lavorare e non diciamo stupidaggini, facciamo una opposizione costruttiva x il bene del nostro paese…VERITAS

  10. Il rompiscatole
    Il rompiscatole ottobre 19, 21:00

    Caro Vincenzo Riontino
    voglio solo ricordarti che il mestiere del giornalista è una cosa seria,bisogna farlo per passione e per disinteresse, bisogna raccontare i fatti così come sono e non camuffare la verità solo perchè sei un ….che segue le orme di un super p……che siede nella minoranza!! Impara a fare il mestiere ma ancora prima procurati uno straccio di laurea che ti permetta di definirti giornalista perchè con un diploma come il tuo puoi pulirti solo il… (si precisa che per essere giornalisti, vale a dire iscritti all’albo non c’è necessità di possedere ad oggi un titolo di studi universitario, ndR). con tanti laureati che vanno a spasso aspettano proprio te!!…fatti raccomandare dal tuo beniamino Fitto il quale sicuramente potrà sistemarti in qualche locale di terz’ordine a fare…………………
    Come diceva qualcuno in piazza , impara un mestiere impara a fare il parrucchiere e non seguire tuo padre ma tuo nonno!! E sopratutto svegliati prima e butta il sangue per guadagnarti il pane….infante!!

  11. verità
    verità ottobre 20, 10:48

    per riontino vincenzo,
    bravo, bravo, bravo.
    la realtà dei fatti nel tuo
    articolo è ben descritta.
    non ti preoccupare se ti dicono
    cattiverie, questa si chiama “CRITICA”.

    hanno fatto una brutta figura,
    poi dire che ci sono debiti
    per una somma di € 2.447.550,41,
    crediti per 2.500.000,00
    è vergognoso.
    sono spariti i debiti!!!
    scusate ma sul palco rizzi,
    non elencò una serie di debiti???
    dove sono andati a finire???
    allora chi ha ragione:
    RIZZI sul palco, o
    RIZZI in consiglio comunale???????

  12. Il rompiscatole
    Il rompiscatole ottobre 20, 14:23

    Vincenzo dovresti vergognarti,censurare alcune parti del mio commento solo perchè ti ho colpito dentro!!
    Non ti permettere mai più ad inserire un tuo commento all’interno del mio,se vuoi esprimerti fallo come tanti altri e non tagliando pezzi e pezzettini.
    Ancora una volta hai dimostrato di essere di parte ma sopratutto di stare dalla parte maligna e ………..della società zapponetana.

    P.S.Impara a scrivere e abbi più fantasia la prossima volta visto che i tuoi articoli sono così poveri di intelligenza!

  13. Redazione
    Redazione ottobre 20, 14:26

    Gentile signore,
    i commenti vengono moderati dalla Redazione. Se Lei continua a diffamare noi continueremo ad eliminare. Come avvenuto per gli attacchi contro la Maggioranza.

    Saluti,
    Red.

  14. per la redazione
    per la redazione ottobre 20, 16:41

    cara redazione lei è faziosa e molta arrogante!!! NON è MODO DI FARE GIORNALISMO; mi dispiace ma è la verità. dotor. Scirciello Ruggero foggia

  15. Redazione
    Redazione ottobre 20, 16:44

    Gentile dottore,
    accogliamo le Sue rimostranze ma senza capirne le ragioni. All’articolo che vede segue il comunicato dell’Amministrazione.

    Comunque lo accettiamo. Se vuole esporre il suo punto di vista può sempre venire a trovarci, e glielo dico sinceramente, in redazione.

    Grazie,
    Red.

  16. Ghino di Tacco
    Ghino di Tacco ottobre 20, 19:08

    Per Verità, vale anche per te, poco attento ma comprensibile, recati al comune cosi Rizzi ti fa vedere tutti debiti fatti dai tuoi amici! caro! Carta canta!!!!!

  17. zoccagnano
    zoccagnano ottobre 21, 09:18

    Ve la prendete con Vincenzo Riontino che ha redatto l’articolo!

    Siamo alla frutta, come nei regimi autoritari, chi non scrive filo regime, va eliminato!

    Non è questa la democrazia, l’articolo corrisponde per intero a quanto è successo in consiglio.

    Infine, a vincenzo voglio dire, che quando ti criticano, vuol dire che ha detto la verità e vogliono sopprimerla.

    Bravo Vincenzo.

  18. rombi c.
    rombi c. ottobre 21, 12:41

    per rompiscatole,
    è vero può darsi
    che a vincenzo l’hai colpito dentro,
    stai attento a non farti colpire dentro da vincenzo!!!!
    l’effetto sarebbe diverso!!!
    sempre se per te non è un piacere.

  19. un osservatore
    un osservatore ottobre 23, 22:47

    mi chiedo…un riequilibrio di bilancio votato senza che il sindaco abbia consapevolezza dei debiti che credibilità ha? bravo Fabio, non vogliono in commissaramento perchè hanno gà deciso di rcandidarsi o perchè vogliono evitare l’intervento della Procura? verità e libertà per Zapponeta

  20. per redazione
    per redazione ottobre 28, 10:58

    vorrei sapere se il revisore dei conti del comune di foggia che si chiamo martino mignogna è la stessa persona eletta revisore dei conti del COMUNE DI ZAPPONETA-VI RINGRAZIO PER LA RISPOSTA…

Scrivi un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi richiesti sono evidenziati *

Angolo del Cittadino