Economia

Giannini: “Tagli Manovra mettono a rischio le Imprese ittiche”


Di:

Giannini Federpesca (ST)

Bari – “LA manovra finanziaria 2012 – legge di stabilità – varata dal Consiglio dei Ministri contiene tagli importanti anche per il settore della Pesca, prevedendo una riduzione indistinta degli sgravi contributivi della legge 30/98; in particolare è stato disposto, per l’anno 2012, l’applicazione nel limite del 60% e, a decorrere dall’anno 2013, nel limite del 70% delle attuali percentuali agevolative”. “Siamo fortemente preoccupati per le ripercussioni sull’intero comparto ittico, sul sistema delle imprese di pesca e sui relativi livelli occupazionali” afferma il direttore di Federpesca, Luigi Giannini ”E’ una stangata che il settore non merita: le difficili condizioni conseguenti all’incremento dei fattori produttivi unito alle restrizioni operative imposte dalle normative comunitarie solo in capo alle flotte degli Stati membri dell’Unione europea, in un bacino, quello Mediterraneo, ove operano, senza nessun vincolo, agguerrite flotte extracomunitarie, non permettono assolutamente il pur minimo aggravio dei costi, pena il fermo dell’attività del naviglio peschereccio nazionale”.

“La gravità delle conseguenze a danno del settore ittico comporta la necessità di un repentino ripensamento da parte del legislatore in sede di applicazione definitiva della manovra” conclude Giannini “ in modo che possano ripristinarsi, almeno parzialmente, condizioni di parità di trattamento con le flotte da pesca extracomunitarie, con le quali dobbiamo ogni giorno confrontarci sui mercati europei”.


Redazione Stato

Giannini: “Tagli Manovra mettono a rischio le Imprese ittiche” ultima modifica: 2011-10-18T10:33:37+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This