Cronaca

Centrale Enplus in Consiglio: verificare le emissioni

Di:

Centrale En Plus (st)

In attesa dell’approvazione del bilancio 2012 del Comune di San Severo, che avverrà con ogni probabilità a fine ottobre in sede consigliare, è giunta nota, inoltre, di un’ulteriore convocazione su proposta dei consiglieri di Giunta: Nazario Miranda, Mario Miale, Rino di Malta, Ernesto di Scioscio, Ettore Giannubilo e Michele Marchitto. L’ordine del giorno, sottoposto all’attenzione del Sindaco e della Giunta, interesserebbe un corposo pacchetto di proposte, oltre a tematiche strettamente ambientali con la centrale termoelettrica, la En Plus, sotto i riflettori.

Come? Attraverso la verifica di emissioni, la cessione di energia sottoforma di calore alla città, e il rispetto delle prescrizioni formulate nel Decreto VIA e nell’Autorizzazione Unica. Nella nota si osserva, che “il 20 novembre 2011 è stata sottoscritta una convnzione tra il Comune di San Severo e la Società En.Plus relativa all’esercizio dell’impianto di produzione di energia elettrica alimentato a gas naturale della potenza di 400 MW elettrici. La convnzione ha impegnato la Società ad esercire la Centrale in conformità al progetto approvato all’esito del procedimento autorizzativo, ad alle prescrizioni formulate nel Decreto VIA (Valutazione d’Impatto Ambientale) recepite nell’Autorizzazione Unica.”

Nello specifico – come da dispositivo – i punti oggetto di dibattito riguarderanno:
– dati relativi alle emissioni e alla qualità dell’aria (art.2.1)
– l’utilizzo di manodopera residente nel comune e di imprese ivi aventi sede legale (art. 2.2. lettera A)
– la formazione di personale qualificato e specializzato nel settore elettronico, oltre che la realizzazione di stage
– l’ottenimento della certificazione EMAS (art. 2.2 lettera B)
– corresponsione di 1.500.000 euro da destinarsi al finanziamento di lavori pubblici (art. 2.2 lettera C)
– messa a disposizione delle imprese di contratti di fornitura di energia elettrica a condizioni economiche agevolate (art. 2.2 l.D)
– fornitura di energia elettrica per la pubblica illuminazione a condizioni economiche agevolate (art. 2.2. lettera D)
– realizzazione di una campagna di comunicazione al fine d’incoraggiare nuovi insediamenti produttivi (art. 2.2 lettera E)
– rispetto delle prescrizioni, come sopra detto riferito alla En.Plus
– realizzazione di opere d’inserimento ambientale e paesaggistico tramite isole arbustive e alberatura di alto fusto.
– Erogazione della somma annuale di 20.000 euro per la manutenzione della Villa Comunale
– fornitura del calore e vapore prodotti dalla centrale (art.2.2 l.I)
– pagamento degli oneri di costruzione e di urbanizzazione
– conseguimento dell’agibilità

(A cura di Ines Macchiarolainesmacchiarola1977@gmail.com)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi