Foggia

De Leonardis: basta minacce a commercianti foggiani

Di:

Foggia – “L’ENNESIMO atto intimiditario ai danni di un esercizio commerciale a Foggia ha suscitato indignazione e sconcerto. Da un parte, una malavita che cerca di ribadire il suo ruolo inquinante nell’economia e nel tessuto sociale locale, dall’altra una comunità sempre più esasperata e desiderosa di liberarsi da una cappa asfissiante che tende a pregiudicare e compromettere qualsiasi sforzo, qualsiasi tentativo di crescita, di risalita, di ripresa“.

“Nell’esprimere piena solidarietà alle vittime dell’ultimo insano gesto, ai familiari, a quanti sono rimasti particolarmente colpiti dalla gravità dell’episodio; nel ribadire la preoccupazione per l’emergenza criminale in città, nonostante l’impegno ammirevole delle forze dell’ordine e degli inquirenti e pur in un quadro di risorse necessariamente limitate per il difficile momento che sta vivendo il Paese; auspicando che la neonata associazione antiracket diventi un simbolo cui identificarsi e aggrapparsi, grazie alla coscienza, alla determinazione, alla volontà di smarcarsi e sottrarsi definitivamente da questa terribile spirale da parte di una collettività fin troppo provata, il Nuovo Centrodestra auspica immediate ed efficaci risposte a questa nuova deriva, che avrà però l’unico effetto di rendere ancora più coesa e consapevole la Foggia che tutti noi vogliamo, desideriamo, ammiriamo, sentiamo nostra. Libera dalla paura e dalla violenza”.

Lo dice in una nota del consigliere regionale Giannicola De Leonardis e del Nuovo Centrodestra di Foggia.

Redazione Stato@riproduzioneriservata

De Leonardis: basta minacce a commercianti foggiani ultima modifica: 2014-11-18T20:19:46+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi