Foggia
Indagini Mobile di Foggia

Foggia-Cesena, sequestro beni a ex consigliere Laccetti

Con l’allora responsabile dell’Ufficio SUAP del Comune di Foggia, Fernando Biagini, attinto da ordinanza di custodia cautelare poiché ritenuti responsabili di concussione all’imprenditore Raffaele Zammarano

Di:

Bari/Foggia – FINANZIERI del Nucleo pt Bari/G.I.C.O. e personale della Squadra Mobile della Questura di Foggia, a seguito di complesse indagini patrimoniali, hanno proceduto a Foggia e a Cesena al sequestro preventivo, preordinato alla confisca per “sproporzione”, di beni nella disponibilità dell’ex consigliere comunale Massimo Matteo Laccetti. La misura cautelare reale è stata disposta dal G.I.P. presso il Tribunale di Foggia, dottor Domenico Zeno, su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Il suddetto provvedimento ablativo trae origine dalle indagini svolte dalla Squadra Mobile della Questura di Foggia nell’ambito delle quali lo scorso 2 aprile tre persone, tra cui lo stesso Massimo Matteo Laccetti e l’allora responsabile dell’Ufficio SUAP del comune di Foggia, Fernando Antonio Biagini, furono attinte da ordinanza di custodia cautelare poiché ritenute responsabili di concussione in danno dell’imprenditore Raffaele Zammarano.

Le indagini eseguite dalle Fiamme Gialle, che sono consistite nella valorizzazione in chiave patrimoniale degli elementi acquisiti nell’indagine penale, nonché nell’esame, nel confronto e nell’intreccio di informazioni estratte dalle diverse banche dati in uso al Corpo, hanno permesso di verificare l’assoluta sproporzione tra i beni nella disponibilità di Massimo Matteo Laccetti e la sua capacità economica, ufficialmente dichiarata.

Nello specifico, è stato dimostrato che, nel periodo 2007 – 2012, il nucleo familiare di Laccetti, a fronte di disponibilità ufficiali per circa 180 mila euro, aveva di contro effettuato acquisti ed investimenti per oltre 240 mila euro. Pertanto, sulla base del provvedimento emesso dall’Autorità Giudiziaria, sono stati sottoposti a sequestro preventivo un immobile, due autovetture ed il 50% del capitale di una società dedita all’esercizio e all’accettazione di scommesse e concorsi pronostici avente sede in Cesena, ritenuta di fatto nella disponibilità di Laccetti, tramite interposta persona.

Il valore dei beni sottoposti a sequestro nell’odierna mattinata è di circa 110 mila euro. La misura cautelare attuata fa seguito ai due sequestri preventivi per equivalente che i finanzieri del G.I.C.O. e gli agenti della Squadra Mobile hanno già eseguito nei mesi di aprile e maggio scorsi nei confronti di Laccetti e Biagini. In quelle occasioni furono sequestrati denaro, gioielli e autovetture per un valore complessivo di 106 mila euro.

Redazione Stato

Foggia-Cesena, sequestro beni a ex consigliere Laccetti ultima modifica: 2014-11-18T12:08:49+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi