Cronaca

“Il tablet è mio”, ma lui è straniero e messaggi scritti in pugliese

Di:

Bologna – UN 34enne originario della Tunisia è stato denunciato dalla Polizia di Bologna per porto abusivo di armi, ricettazione e detenzione di droga ai fini di spaccio, a causa dei suoi precedenti specifici. Dopo un controllo l’uomo è stato trovato in possesso di “un cutter, un tablet e un involucro contenente 0,21 grammi di cocaina“.

Agli agenti l’uomo ha riferito di essere il proprietario del tablet: ma sullo stesso sono stati trovati diversi messaggi scritti in dialetto pugliese.

Redazione Stato

“Il tablet è mio”, ma lui è straniero e messaggi scritti in pugliese ultima modifica: 2014-11-18T20:18:39+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi