Politica
"Tanti i meriti"

Di Gioia: Regione, invariato livello di tassazione

"Se partiamo da questi elementi di verità, devo dire allora che il bilancio della Regione viene valutato tra i migliori in Italia"


Di:

Bari – “ABBIAMO a che fare con un bilancio che cade in un momento in cui la vicenda finanziaria nazionale è incerta e indefinita come raramente è avvenuto nella storia repubblicana italiana. Tutto questo carica di aspettative il dibattito che, comunque, rimane condizionato da una vicenda che è quella della fiscalità nazionale. Oggi non possiamo non raccontare ai pugliesi che sulla Puglia incombono quasi 400 milioni di euro di tagli ai trasferimenti e che è tuttora in discussione con il complesso delle Regioni, con il Governo e con i Ministeri competenti, un ragionamento che vuole le Regioni ridimensionate nelle funzioni, nelle prerogative anche costituzionali”.

I numeri: la Regione Puglia mantiene il livello di tassazione invariato rispetto all’anno scorso. L’anno scorso era l’anno nel quale è entrato a regime un taglio importante di oltre 70 milioni di euro con la riduzione delle addizionali IRPEF e con l’eliminazione delle accise sulle benzine (quindi non è un trend costante nel tempo) e il consolidamento di un taglio che ogni anno produce i suoi effetti, di quasi 70 milioni. Non è una cosa da poco, non è una cosa che altre Regioni in tempi come questi hanno immaginato. Abbiamo mantenuto le aliquote invariate in presenza di un taglio che non è legato a questa manovra finanziaria, ma al venir meno delle funzioni delegate sulle leggi Bassanini, perlomeno a quanto veniva corrisposto sulle leggi Bassanini, che negli ultimi due-tre anni è superiore a 300 milioni. Abbiamo mantenuto e ridotto la pressione fiscale, come segno di assoluta efficienza. Lo si è potuto fare perché la sanità non solo per merito dei cittadini, ovviamente, ma anche per chi ha strutturato i piani di rientro e le misure del piano operativo, consentendo risparmi notevoli. A fronte di una minor disponibilità di quasi 500 milioni di euro noi abbiamo compensato con il mantenimento delle addizionali livelli assolutamente fisiologici.

La Puglia è tra le Regioni che hanno la tassazione sull’addizionale IRAP più bassa, pure in presenza di una base imponibile non certamente paragonabile a quella delle Regioni del nord, che è vero che hanno aliquote più basse, ma hanno un numero di aziende e un numero di soggetti passivi decine di volte superiore al nostro. Per quanto riguarda l’IRPEF, ci troviamo in una posizione nella quale le Regioni del Sud sono assolutamente meno virtuose di noi. Per quanto riguarda gli sgravi che abbiamo immaginato, siamo tra le Regioni più innovative, tant’è che la minoranza, mi pare si stia cimentando a modificare un articolo di legge che abbiamo introdotto l’anno scorso e che consente alle famiglie numerose e ai portatori di handicap di beneficiare di sgravi fiscali. È quindi un falso storico dire che siamo quelli che tassano molto.

Se partiamo da questi elementi di verità, devo dire allora che il bilancio della Regione viene valutato tra i migliori in Italia. Il rating della Puglia è secondo solo a quello della Regione Lombardia, il nostro livello d’indebitamento è praticamente fisiologico e deriva per molta parte dallo strumento finanziario che si è dovuto utilizzare per reperire risorse per la sanità quando fu stipulato un bond da oltre 800 milioni di euro, le cui rate oggi gravano su questi bilanci. È un bilancio che si è potuto permettere, nelle ultime manovre, di finanziare 600 milioni di mutuo per la sanità, un mutuo che grava per i due terzi sulle amministrazioni che vanno dal ’95 al 2005, quindi neanche riferibili alla responsabilità politica del Presidente Vendola”.

Lo dice in una nota l’assessore al bilancio Leo Di Gioia.

Redazione Stato

Di Gioia: Regione, invariato livello di tassazione ultima modifica: 2014-12-18T20:33:07+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This