AttualitàManfredonia
NelSalento.com illustra l’indagine svolta dall’Osservatorio Regionale

Puglia inarrestabile secondo i dati SPOT 2014 sul turismo

I dati dell'Osservatorio Regionale, ancora provvisori, relativi al 2015 non fanno che confermare un trend più che positivo, con un +7,4% di arrivi e un +10,7% di presenze nel solo mese di maggio rispetto al 2014


Di:

18/12/2015 – Lecce. Sebbene caratterizzato da una stagione estiva poco favorevole, quello del 2014 è stato per la Puglia un altro anno all’insegna del successo con un +2,6% di arrivi complessivi rispetto al 2013, e un 9,2% in più di soli arrivi stranieri rispetto allo stesso anno. Gli italiani arrivati in Puglia per le proprie vacanze sono stati 2,6 milioni per un totale di 10,726 milioni di presenze, mentre i turisti stranieri sono stati in totale quasi 664 mila producendo presenze per 2,547 milioni. È l’Osservatorio Regionale sul Turismo a confermare quanto la Puglia piaccia ai turisti nostrani e stranieri, rendendo noti nel mese di ottobre 2015 i dati ufficiali raccolti dal Sistema Puglia per l’Osservatorio Turistico (SPOT), ovvero il sistema telematico per la trasmissione dei dati statistici sul movimento turistico da parte dei titolari di tutte le strutture ricettive pugliesi, che sono obbligate ad utilizzarlo dal gennaio 2013.

Ma come riportato da http://www.nelsalento.com – sito web di riferimento nelle informazioni turistiche locali – che ha mappato tutti i dati riportandoli poi in un’utile infografica – sono anche altri autorevoli istituti di ricerca, quali Doxa per Europcar, Piepoli per Confurismo, SWG per Confesercenti, a ribadire che nonostante gli effetti ancora evidenti della crisi economica la Puglia ha registrato nel 2014 un progressivo aumento dei flussi turistici, internazionali in particolare. Merito di un’attenta strategia di promozione orientata alla destagionalizzazione, lo scorso anno la regione pugliese non è stata solo la regina delle vacanze estive degli italiani e dei turisti internazionali, ma già a Pasqua 2014 e durante i ponti del 25 aprile e del 1° maggio aveva registrato una crescita rilevante: +14% di incoming nazionale nel solo mese di maggio e oltre il 10% in più fino a giugno, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, anche sul fronte della domanda di turisti stranieri. Interessante anche l’indagine multiscopo ‘Tourist Profile & Preferences’ che l’Agenzia Puglia Promozione ha condotto da luglio a ottobre 2014 attraverso delle interviste personali in forma di questionari a risposta multipla (3.500 questionari raccolti, di cui un 30% da turisti stranieri e un 70% da turisti italiani) volta a misurare i principali aggregati della domanda turistica di italiani e stranieri in Puglia durante la stagione estiva.

Da questi dati emerge che sono soprattutto il Salento e la Valle d’Itria le mete pugliesi preferite, come del resto confermato anche da una ricerca di TripAdvisor. Per il noto portale, infatti, subito dopo le maggiori capitali europee, le destinazioni maggiormente frequentate nel periodo estivo sono proprio le località balneari e la Puglia piazza ben cinque località su otto: Gallipoli, Ugento, Vieste, Otranto e Porto Cesareo. Gli stessi comuni di Gallipoli, Ugento con le sue marine, Otranto e Porto Cesareo sono quelli che hanno registrato più arrivi in assoluto per ciò che riguarda la provincia di Lecce, insieme allo stesso capoluogo. E se si considera il fatto che, sempre dai questionari dell’indagine di Agenzia Puglia Promozione, la regione più a est d’Italia emerge come una terra considerata dai turisti ospitale, autentica, solare, bella, divertente e anche economica, non stupisce per niente il dato relativo a quanti scelgono di tornarci per una seconda esperienza: ben il 59% degli italiani e un ottimo 23% degli stranieri. Il maggior flusso di domanda turistica nazionale è rappresentato dagli stessi pugliesi, ma i turisti d’oltre confine che la prediligono sono nell’ordine i tedeschi, i francesi, gli svizzeri e gli inglesi. Ma la Puglia piace molto anche oltreoceano come confermano i numeri degli arrivi di americani e giapponesi.

L’appeal della Puglia continua, quindi, a far vivere al suo settore turistico un momento favorevole nonostante altre destinazioni europee, e mediterranee in particolare, nel 2014 abbiano registrato un tasso di crescita del turismo internazionale stazionario se non addirittura negativo. “La Puglia e in particolare il Salento si dimostra una delle zone più attraenti turisticamente parlando” – commenta Marco Bove, amministratore di www.nelSalento.com che è tra i siti a tema Puglia più affermati con oltre 3.000.000 di visitatori – “Un mix tra bellezze naturalistiche, architettoniche ed enogastronomiche hanno incontrato il gusto dei turisti facendo crescere gli arrivi, nonostante il periodo non proprio favorevole”.

I dati dell’Osservatorio Regionale, ancora provvisori, relativi al 2015 non fanno che confermare un trend più che positivo, con un +7,4% di arrivi e un +10,7% di presenze nel solo mese di maggio rispetto al 2014.

L’infografica è presente a questo URL http://www.nelsalento.com/blog/wp-content/uploads/2015/11/infografica-dati-turismo-puglia-salento.jpg

Puglia inarrestabile secondo i dati SPOT 2014 sul turismo ultima modifica: 2015-12-18T18:25:40+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi