ManfredoniaPolitica
"Noi – ha proseguito Emiliano – condividiamo l’idea che l’economia sia centrale nel contrasto alla povertà"

Reddito di Dignità. Emiliano: usciremo dalla crisi con la schiena dritta

Secondo Emiliano “anche l’Italia ha diritto ad un suo sistema di reddito di reinserimento lavorativo e sociale e questo stiamo sperimentando in Puglia"


Di:

Bari. “ReD, cioè il Reddito di Dignità – ha detto il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, intervenendo telefonicamente alla presentazione del disegno di legge organizzato a Lecce questa mattina – di un progetto che deve andare in porto, perché non ci sono alternative. Stiamo lavorando per razionalizzare tutti gli interventi di contrasto alla povertà, che in passato, anche in modo positivo, sono stati realizzati. Ovviamente, secondo una prospettiva nella quale la povertà viene attaccata non solo aspettando che il ciclo economico risolva i problemi”. “Noi – ha proseguito Emiliano – condividiamo l’idea che l’economia sia centrale nel contrasto alla povertà, ma nel frattempo, per dirla con Keynes, saremo tutti morti se non ci muoviamo a trovare dei sistemi che in maniera anticiclica, blocchino gli effetti devastanti sul corpo sociale”.

Secondo Emiliano “anche l’Italia ha diritto ad un suo sistema di reddito di reinserimento lavorativo e sociale e questo stiamo sperimentando in Puglia, che è l’unica regione che sta mettendo sul piatto di questa sfida una quantità di risorse finanziarie senza precedenti: settanta milioni di euro che, ovviamente, dovranno essere impiegati con intelligenza. Mi auguro che nella sperimentazione che avvieremo al più presto possibile, appena la legge verrà approvata, possano essere apportate tutte quelle migliorie che derivano dalla esperienza di tutti i soggetti con cui stiamo interloquendo in queste settimane”. “A gennaio – ha concluso Emiliano – incontreremo il Presidente dell’Inps, Boeri, col quale desideriamo completare la nostra visione. Il sistema regionale sarebbe molto rafforzato da un intervento nazionale. Io mi auguro che questa battaglia pugliese, una delle tante battaglie di eguaglianza e di tutela dei diritti che la Regione sta portando avanti, riusciremo finalmente a vincerla. Siamo una regione con la schiena dritta, che riconosce ciò che di positivo il Governo sta svolgendo in molte materie, ma laddove, come nel caso del ReD, non siamo d’accordo sull’impostazione governativa, non abbiamo problemi a sfidare positivamente il Governo, in termini di leale collaborazione, chiedendo che le nostre tesi siano valutate, apprezzate e che le risposte arrivino nel merito”.

Redazione Stato Quotidiano.it

Reddito di Dignità. Emiliano: usciremo dalla crisi con la schiena dritta ultima modifica: 2015-12-18T16:52:02+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Pasquale

    Non credo che un reddito, tipo assegno di sopravvivenza senza lavorare, dia DIGNITÀ .
    Gia’ in passato la cassa integrazione, per alcuni durata 30 anni, e’ stato un errore ed una ingiustizia , perché insieme al lavoro in nero che svolgevano, hanno fatto una concorrenza SLEALE verso gli altri lavoratori che purtroppo erano in regola.
    Questi soldi si potrebbero impegnare per mandare in pensione persone che hanno 35 o 38 anni di contributi, e far lavorare un po’ tutti.
    Solo il lavoro da’ DIGNITÀ e non assegni per avere solo consensi politici, se non si e’ capaci fate spazio a chi ha la possibilità di portare il vero lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi