GarganoManfredonia
Si terrà sabato 19 dicembre, alle ore 18, presso la Masseria Calderoso di San Marco in Lamis, l’evento “GAL Gargano con vista sul futuro”

Il cuoco poeta Don Pasta all’evento “GAL Gargano con vista sul futuro”

Tutti i sensi sono chiamati in causa: vista, gusto, olfatto, tatto, udito


Di:

San Marco in Lamis. Si terrà sabato 19 dicembre, alle ore 18, presso la Masseria Calderoso di San Marco in Lamis, l’evento “GAL Gargano con vista sul futuro”. Tre i momenti in programma: alle ore 18 la presentazione dei risultati e prospettive della nuova programmazione con gli interventi del presidente Schiavone, della direttrice Notarangelo, dei beneficiari del GAL Gargano e dell’Assessore regionale all’agricoltura, Leo di Gioia; a seguire, eccellenze garganiche in buffet e l’esibizione di Don Pasta, dj, economista, appassionato di gastronomia. Ingresso gratuito.

“Se hai un problema… aggiungi olio”, questo è il motto di Don Pasta, cuoco poeta, ecologista e stralunato. Donpasta non cucina mai piatti fuori stagione! Contrario al “fast food” e agli OGM, denuncia le nuove forme di caporalato e rivendica il cibo come frutto di commistioni meticce… come pasta e sarde. Sul palco usa vinili e pentole contemporaneamente, mixer e minipimer per frullare musica e veloutés. Una consolle, un piano da cucina, fornelli e vinili, coltelli e Technics 1200 si sporcano a vicenda con buone vibes e farina, tenera e di grano duro per l’insostituibile “Imperia” a manovella che sforna tagliatelle.

Tutti i sensi sono chiamati in causa: vista, gusto, olfatto, tatto, udito. È una performance multimediale in cui ci si lascia andare alla emozione del cibo, ai suoi profumi, colori, le sue forme, i suoi aromi. Il dj set è speziato di sonorità del mondo intero, tra il funk, il reggae, il Sud America e la Londra meticcia. Profumi di cioccolata e caldo soul.

DON PASTA – Don Pasta è un dj, economista, appassionato di gastronomia. Per il New York Times, “uno (e per certi versi unico) dei più inventivi attivisti del cibo”. Sul palco usa vinili e pentole contemporaneamente, mixer e minipimer per frullare musica e veloutés, una consolle, un piano da cucina, fornelli e vinili, coltelli e Technics 1200. Il suo primo progetto, “Food sound system” è divenuto un libro, edito da Kowalski, e uno spettacolo multimediale, in tournée in giro per il mondo da ormai dieci anni. A questo ha fatto seguito nel 2009 “Wine Sound System” sempre edito da Kowalski, tradotto anche in francese dal marzo 2011. Nel febbraio 2013 è stato pubblicato il suo terzo libro: La Parmigiana e la Rivoluzione. Collabora tra gli altri con Paolo Fresu, David Riondino, Daniele di Bonaventura. Scrive regolarmente per Slow Food, Repubblica, Left Avvenimenti e collabora con Smemoranda, Alias, Fooding, l’Università del Gusto di Slow Food, CasArtusi e Cultura gastronomica. Organizza a Roma il Festival Soul Food con Terreni Fertili e a Toulouse, dove vive, l’Academie des Cuisines Metisses.

Lavora attualmente sul progetto Artusi Remix con Casartusi, sulla cucina popolare italiana.

L’evento è promosso nell’ambito del PSR Puglia 2007-2013 – Asse IV – misura 431 azione 5 “Eventi promozionali” del PSL “Gargano”
www.galgargano.it

Il cuoco poeta Don Pasta all’evento “GAL Gargano con vista sul futuro” ultima modifica: 2015-12-18T10:00:16+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi