Cronaca

Aree fabbricabili: l’Amministrazione Potenza incontra i cittadini

Di:

Un passato incontro con i cittadini (st@)

Apricena – A distanza di una settimana dalla prima Assemblea Pubblica con i Cittadini, che ha visto la partecipazione di circa 700 persone, l’Amministrazione Comunale torna ad incontrare gli Apricenesi per discutere dell’annoso problema dell’ICI-IMU sulle cosiddette “aree fabbricabili”, istituita dall’art. 1 comma 2 del D.Lgs. n. 504/92. L’incontro, che si è svolto a Casa Matteo Salvatore, ha registrato la presenza di circa 400 Cittadini che, cartelle alla mano, hanno espresso il loro disappunto sul valore della base imponibile, deliberata dalla passata Amministrazione nel 2011.

“L’obiettivo dell’incontro, chiesto dall’Amministrazione – ha spiegato il Sindaco Antonio Potenza – è quello di ascoltare i Cittadini contribuenti e soddisfare le loro esigenze, per quanto possibile e lecito”. “Ci assumiamo l’impegno – ha proseguito il Primo Cittadino – di arrivare in breve tempo ad una soluzione condivisa con i contribuenti. Tengo a precisare, comunque, che non è stata questa Amministrazione ad aver deliberato quei valori”. All’incontro erano presenti anche il funzionario responsabile dell’Ufficio Tributi, Luciano Iacubino e l’ex Assessore all’Urbanistica, Matteo Leggieri, ispiratore della delibera n.23/2011 dalla quale è scaturita questa situazione. Il loro intervento è stato rivolto a spiegare il significato e l’applicazione della stessa, compreso il chiarimento dei tanti dubbi sollevati dai presenti.

“Spiace constatare – ha spiegato Potenza – che prima dell’incontro esponenti del Pd hanno provveduto a distribuire un volantino in cui si paventava una sorta di strumentalizzazione politica della vicenda, al fine di prendersi il merito degli abbattimenti già previsti dalle linee guida comunali”. In realtà sia il Sindaco che i tecnici hanno chiaramente ribadito che “ai valori indicati sulle cartelle ricevute si applicano ipsae iuris gli abbattimenti previsti dalle linee guida comunali”. “Il nostro impegno – è andato avanti Potenza – è anche quello di sospendere i termini delle cartelle a chiunque scelga di chiedere formalmente un contraddittorio all’Ufficio Tributi, piuttosto che intentare ricorsi o interpellanze che avrebbero il semplice effetto di procrastinare il problema, che c’è e va risolto”. “La passata maggioranza accusa noi di aver boicottato l’approvazione di una revisione al ribasso delle basi imponibili. Penso che farebbero bene, una volta tanto – ha ribadito Potenza – a dire chiaramente come stanno le cose e cioè che si trattava dell’ennesima bufala elettorale, come quella della presa d’atto del piano delle cave all’ultimo giorno di mandato. Fa specie sentire queste affermazioni da parte di chi, dopo aver deliberato quei valori, non ha fatto mai chiarezza sulla vicenda se non a distanza di circa due anni e solo dopo che ai contribuenti sono giunte le cartelle.”

Il Sindaco ha espresso la chiara intenzione e l’impegno a rivedere, a partire dal 2013, la determinazione della base imponibile in funzione delle sopraggiunte situazioni del mercato immobiliare e nel contempo a istituire un gruppo di lavoro che si occuperà di tutte le problematiche inerenti la questione delle aree fabbricabili, passate e future, al fine di rendere questa imposizione “più digeribile” da parte dei cittadini. “Abbiamo assistito – ha ripreso il Sindaco – a un’altra grande occasione di democrazia partecipata voluta da questa Amministrazione Comunale, che, ribadiamo, è sempre al fianco dei Cittadini, con grande disponibilità ad affrontare seriamente e responsabilmente i problemi della collettività, soprattutto in casi come questi ereditati dalle Amministrazioni precedenti. Voglio ringraziare ancora una volta Apricena – ha concluso – per il grande senso civico dimostrato nella serata”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi