Foggia

“Libera la domenica”, petizione Confesercenti in Capitanata

Di:

Negozi; no Confesercenti liberalizzazioni orari (ST)

Foggia – VA in piazza la petizione per la campagna “Libera la Domenica” promossa da Confesercenti con Federstrade e il sostegno della Cei, firme necessarie per una Legge di iniziativa popolare che riporti alla Regioni la potestà di disciplinare le aperture domenicali dei negozi, limitando gli eccessi introdotti dalla liberalizzazione e garantendo la giusta concorrenza. “Un lavoro incessante – continua a ribadire Carlo Simone, presidente di Confesercenti Foggia – il cui obiettivo non è quello di vietare aperture festive e domenicali, ma di renderle compatibili con le effettive esigenze di operatori e consumatori, riportando alla Regione le competenze in materia di orari”.

L’iniziativa è finalizzata alla raccolta di firme per presentare in Parlamento una proposta di Legge di iniziativa popolare che venga esaminata nella prossima legislatura. La proposta non vuole vietare le “domeniche aperte” ma punta a ripristinare le competenze delle Regioni in modo tale da rendere le aperture meglio compatibili con le esigenze degli imprenditori, dei loro lavoratori e delle famiglie di consumatori.

Con la Confesercenti è scesa in campo anche la Cei (Conferenza Episcopale Italiana), che ha aderito alla proposta, dando vita a una inedita e importante sinergia. “Una intesa – aggiunge Franco Granata, direttore provinciale di Confesercenti Foggia – che ha permesso mobilitare masse importanti di operatori del settore e anche di semplici cittadini che decideranno di aderire alla nostra iniziativa. Vogliamo regolamentazioni specifiche, magari con calendari elaborati su apposite esigenze che scongiurino confusione e provochino ripercussioni nella vita e nelle abitudini della comunità”. Le firme saranno raccolte il 20 e 27 gennaio, il 10 e il 24 febbraio, il 10 e il 24 marzo, il 7 e il 14 aprile, dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle 20, a Foggia (corso Vittorio Emanuele), Cerignola (corso Roma, zona villa comunale), Lucera (piazza Duomo), Manfredonia (piazza del Popolo) e San Severo (corso Garibaldi).


Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • BAT

    Non incantate più nessuno. Quando avete trasferito il mercato vicino all’Iper perchè lo avete fatto? Lo sapete che la Corte Costituzionale ha bocciato i ricorsi delle Regioni sulle domeniche? Tutta propaganda inutile. Le vacche sono scappate. Dovevate fare la rivoluzione quando c’era il Governo. Le firme non servono a nulla.


  • Rosa

    IPOCRITI E VENDIFUMO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi