Manfredonia
Ricorso per l'ottemperanza della sentenza del Consiglio di Stato – Sez. V n. 5626/2014, resa tra le parti

Concorso Capo servizio Comune Manfredonia, Consiglio Stato accoglie ricorso privata

Concernente esclusione dal concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura a tempo indeterminato di un posto di capo servizio - ingegnere o architetto – risarcimento dei danni


Di:

Roma. ”(..) E’ appena il caso di rilevare, infine, che la manifesta pretestuosità della motivazione addotta dalla Commissione rafforza la conclusione di un aggiramento dei vincoli imposti dal giudicato. In estrema sintesi, risulta dunque fondata la conclusione di parte ricorrente che la nuova determinazione assunta dall’Amministrazione abbia reiterato, con forza ancora maggiore, il vizio sostanziale che già inficiava gli atti annullati dal Giudice amministrativo”. Con recente sentenza, il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha accolto il ricorso proposto dall’ing. Antonietta Amoruso, rappresentata e difesa dall’avv. Lodovico Visone, contro il Comune di Manfredonia, rappresentato e difeso dall’avv. Antonia Molfetta, e l’arch. Antonio Manzella, rappresentato e difeso dall’avv. Luigi D’Ambrosio, per l’ottemperanza della sentenza del Consiglio di Stato – Sez. V n. 5626/2014, resa tra le parti, concernente esclusione dal concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura a tempo indeterminato di un posto di capo servizio – ingegnere o architetto – risarcimento dei danni.

Il Comune di Manfredonia e l’arch. Antonio Manzella si erano costituiti in giudizio. Relatore nella Camera di consiglio del giorno 19 gennaio 2016 il Cons. Nicola Gaviano.

Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso “nella parte in cui proposto in funzione di ottemperanza del giudicato in epigrafe, e per l’effetto:
– dichiara la nullità degli atti impugnati;
– ordina di dare esecuzione al giudicato secondo i criteri e le modalità di cui in motivazione nel termine di giorni 40 dalla notifica o comunicazione in via amministrativa della presente sentenza, all’uopo nominando come commissario ad acta il Prefetto della Provincia di Foggia.
Dichiara inammissibile la domanda risarcitoria della ricorrente”.
Condanna il Comune di Manfredonia al rimborso alla ricorrente delle spese processuali del presente giudizio, che liquida nella misura di euro tremila oltre gli accessori di legge; compensa le spese nei rapporti tra ricorrente e contro interessato.

Ordinato che la citata sentenza sia eseguita dall’autorità amministrativa.

SENTENZA INTEGRALE

Redazione Stato Quotidiano.it – RIPRODUZIONE RISERVATA

Concorso Capo servizio Comune Manfredonia, Consiglio Stato accoglie ricorso privata ultima modifica: 2016-02-19T13:19:43+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • Chi sbaglia deve pagare!

    Che vuol dire paga Il Comune? Vuol dire paghiamo noi contribuenti le spese e quant’altro i danni per il ricorso vinto? Paghino i responsabili, vengano individuati i responsabili della macchina burocratica comunale e si proceda a recuperare i danni.


  • antonella

    REdazione gentilmente mi chiarisca la sentenza in essere, cioèla sentenza dichiara che la commissione giudicatrice che doveva esaminare titoli e candidati ha di fatti aggirato i vincoli preposti per la scelta del candidato per la copertura del posto messo in concorso? Capisco bene la sentenza di stato oppure ?


  • Redazione

    No, si parla di un “aggiramento dei vincoli imposti dal giudicato”; difatti, il ricorso della privata è stato per “l’ottemperanza della sentenza del Consiglio di Stato – Sez. V n. 5626/2014”, relativa al concorso. In allegato c’è la sentenza integrale. A presto – Stato Quotidiano.it


  • Ciccillo

    il giudice ha ben compreso che la commissione ha forzato la mano… ed ora il prefetto deve proclamare vincitrice l Amoruso. tutto questo costerà a noi caproni manfredoniani 3.000 euro per ora + 200.000 euro per i 5 anni di mancata retribuzioni a cui il comune sara condannato con il successivo ricorso al Tar. Capito?


  • antonella

    Leggendo la sentenza agli atti, la commissione esaminatrice non avendo attribuito ulteriore punteggio all’ ing. Amoruso, viene accusata di aver forzato i vincoli, ora chi paga? Spero che il comune non paghi con i soldi dei contribuenti, se la commissione ha sbagliato a non assegnare punteggio ulteriore, oppure ha omesso una ulteriore valutazione di ulteriori titoli, è la commissione che deve pagare in Toto, chi sbaglia paga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi