Manfredonia
Collegandosi a questo link (http://asemanfredonia.it/3025-2/), è possibile consultare e scaricare gratuitamente tutti i materiali d'informazione "ufficiali" del servizio di raccolta differenziata porta a porta

ASE Manfredonia: differenziata, ecco dove avere risposta alle vostre domande

Qualora vi fossero ulteriori dubbi eo richieste contattare direttamente i seguenti recapiti ‪"A.S.E. SpA": 800.724590; 0884.542896; 345.6558565

Di:

Manfredonia. Collegandosi a questo link (http://asemanfredonia.it/3025-2/), è possibile consultare e scaricare gratuitamente tutti i materiali d’informazione “ufficiali” del servizio di raccolta differenziata porta a porta del Comune di Manfredonia. Diffidare dalle leggende metropolitane che forniscono informazioni distorte e\o del tutto infondate. Qualora vi fossero ulteriori dubbi e\o richieste contattare direttamente i seguenti recapiti ‪”A.S.E. SpA”: 800.724590; 0884.542896; 345.6558565; www.asemanfredonia.it (mail: raccoltadifferenziata@asemanfredonia.it) ed i canali social Facebook e Twitter dell’azienda. ‪#‎differenziamoci‬ (nota stampa)

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
7

Commenti


  • Dany

    Certe cose vanno preparate bene, fatta a scaglioni e fasce d’età, e per differenti abitazioni…
    Ci sarà del caos, al posto di semplificare le cose, sempre a complicarne, p cert personagg…
    Poi certi rifiuti organici, soprattutto con il caldo, vanno ritirati tutti i giorni!

    Poi una domanda che molti vogliono sapere, quali sono i vantaggi di chi farà bene questa differenziata?


  • AZ

    allora…stando a quanto scritto nel sito, io la sera dovrei prendere il mio bel bidoncino…e lo dovrei mettere fuori il portone…giusto? e se c’e’ vento forte, e o imbecilli che ci giocano e il mio bel bidoncino si rompe voi me ne portate un altro la mattina giusto? non e’ che pensate che lo compri di tasca mia….altrimenti potrei pensare che questo e’ un super business per i produttori di bidoni….oppure potrei optare per lasciare fuori casa solo il mio sacchetto e basta…


  • 10 e lode

    Ma chi ha fatto questa scelta?
    Succederà un pandemonio per le strade, liti condominianli..buste lasciate ovunque…migliaia di bidoni che spariranno o saranno vandalizzati…ottima iniziativa.


  • Sab

    Qualcuno ha scritto che: probabilmente… se le cose non dovessero andare nel verso giusto sarebbe un caos in tutto e per tutto. Hanno ragione!!! Vogliamo parlare anche di questa spesa in più che riguarda le buste specifiche per la differenziata ?!!! Vogliamo parlare anche, di quelli che per lavoro, escono alle 6 del mattino o addirittura prima, come me, rischiando di trovare la differenziata non raccolta perché magari gli operatori non sono ancora giunti in questa zona ?!!! Come ca..o dovrò fare ?!!! Chi provvederà a riprendere i contenitori ?!!! Siamo alle solite!!!


  • Pasquale

    Volevo chiedere all’ASE notizie in merito ai 35 ragazzi della distribuzione, che fine faranno, verranno sostituiti o continueranno a distribuire i bidoncini, speriamo che questa volta non si faccia tutto in silenzio come in passato. Vogliamo più trasparenza e più notizie.


  • ilproletario

    Ospite di mio figlio al nord Italia, per circa un mese, ho praticato la raccolta differenziata. Tutte le sere accompagnavo mio figlio al suo box dove trovavo i bidoncini che portavamo fuori, uno per ogni sera. Il dramma era per i rifiuti organici che contenevano i pannolini sporchi e fetenti del mio nipotino appena nato, finché una sera, anzi pomeriggio sul tardi, ho visto un camion per la raccolta dei rifiuti che raccoglieva buste chiuse dai cittadini: ho chiesto informazioni e ho saputo che ogni giorno il camion sostava in un punto dove on precedenza c’erano i cassonetti e aspettava i cittadini con l’umido che era fastidioso conservare in casa o in garage. Chissà se si può fare al sud!.


  • stato a rotoli

    Sarebbe sensato e civile ritirare l’umido tutti i gg per evitare il diffondersi di odori sgradevoli e di malattie come a Napoli.abbiamo diritto alla salute.Immaginiamo la cosa in piena estate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi