Foggia
Un successo che sembrava sfuggire di mano, riagguantato ad un soffio dal triplice fischio

Foggia, Iemmello cala il poker: satanelli ripartono

Il Foggia, impegnato nel match interno contro l’Ischia, si impone per 4-2 sui campani, conquistando una vittoria sofferta

Di:

Foggia. Un successo che sembrava sfuggire di mano, riagguantato ad un soffio dal triplice fischio. Il Foggia, impegnato nel match interno contro l’Ischia, si impone per 4-2 sui campani, conquistando una vittoria sofferta e raggiunta solo nel finale grazie al poker di Pietro Iemmello, sempre più capocannoniere del campionato a quota 17 reti.

4-3-3 per mister De Zerbi, che sorprende un po’ tutti lasciando Sarno in panca, a beneficio di Chiricò schierato dal 1’ nel tridente d’attacco; modulo a specchio per Porta, subentrato in settimana alla guida dela compagine gialloblu, che sceglie di schierare Armeno e Kanoute a supporto del centravanti Gomes. Il primo tentativo arriva dopo circa 1’, ad opera degli ospiti, che concludono dalla distanza con Di Vicino, ma il pallone termina alto, controllato da Micale. Foggia che comincia a guadagnare campo e schiacciare l’Ischia nella propria trequarti, andando vicino al gol al 7’: angolo di Chiricò dalla destra, Agnelli sul primo palo anticipa tutti e devia di testa il pallone, che termina di un soffio a lato del palo. Il meritato vantaggio rossonero arriva già al 10’, Angelo si sovrappone per l’ennesima volta sulla destra, Agnelli lo vede e lo serve, il cross del brasiliano è un cioccolatino per Iemmello, che di testa trafigge Iuliano, insaccando la sfera sul secondo palo. Sugli spalti è uno spettacolo già visto: la curva Nord inizia a cantare ad un quarto d’ora dall’inizio del match, mentre la Sud è lasciata deserta, con il solito striscione “Rispetto”, posto al centro del settore. I Satanelli continuano a gestire la manovra, al 20’ Floriano va vicinissimo al raddoppio, cogliendo un incredibile palo interno dopo aver saltato mezza difesa campana; quattro giri di lancette più tardi, ancora l’esterno ex-Barletta si rende pericoloso, calciando centrale dopo aver approfittato di un errore della difesa ospite. Bel contropiede dei padroni di casa al 25’, con Chiricò che allarga sulla destra per Floriano, la cui conclusione mancina è preda di Iuliano, che blocca la sfera in due tempi. Raddoppio Foggia alla mezz’ora: uno scatenato Angelo riceve sulla destra e serve Iemmello, la cui prima conclusione di destro è violentissima e respinta da Iuliano, ma il centravanti si avventa sulla sfera ed insacca con un bel mancino al volo. Inaspettatamente, l’Ischia riapre i giochi al 37’: Kanoute scappa sulla destra e crossa sul secondo palo, la difesa buca e Pepe è liberissimo di insaccare a porta sguarnita. Il finale di frazione non regala altre emozioni, si va all’intervallo sul 2-1.

La ripresa segue lo stesso canovaccio tattico del primo tempo, con il Foggia a manovrare e l’Ischia tutto chiuso nella propria trequarti, alla ricerca della ripartenza vincente. Le offensive rossonere non sono però incisive, almeno fino al 70’, allorquando Angelo scodella l’ennesimo pallone dalla destra, pescando sul secondo palo Chiricò (nel frattempo spostato a sinistra, con il neo-entrato Sarno a destra), la cui conclusione è strozzata e termina alta non di molto. Minuto 72, va in scena un film già visto più volte durante questa stagione: contropiede gestito da Kanoute, che si fa sessanta metri con la palla al piede, poi allarga sulla destra per D’Angelo, che serve nuovamente il compagno, steso in area da Loiacono; penalty sacrosanto, che Kanoute insacca spiazzando Micale tra i fischi dello “Zaccheria”. Clamorosa opportunità per i rossoneri al 78’, su cross di Di Chiara, Iemmello tocca la sfera e Vacca conclude, il tiro è però troppo debole e Iuliano riesce a deviarla in corner; un istante più tardi, mischia accesa a centrocampo, la gara si innervosisce, ne fa le spese Sarno, ammonito per proteste. Angelo, nettamente il migliore dei suoi, calcia da quaranta metri (79’), ma Iuliano riesce ad allungarsi e mettere in angolo; ancora un’opportunità clamorosa un giro di lancette più tardi, Iemmello controlla in area ed effettua un tiro-cross su cui Arcidiacono interviene in scivolata, mandando incredibilmente il pallone alto a porta sguarnita, ma l’assistente in quest’occasione segnala un off-side dell’esterno rossonero. Nei minuti seguenti il Foggia prosegue strenuamente la propria azione offensiva, provandoci con Gerbo e Vacca dalla distanza, ma Iuliano in qualche modo riesce a salvare la propria porta. La pressione dei Satanelli sortisce gli effetti sperati al 91’: Gerbo recupera palla sulla trequarti destra e lascia partire un cross preciso che scavalca la difesa e trova Iemmello, che conclude al volo e batte Iuliano, trovando la tripletta personale e scatenando l’esplosione dello “Zac”. Al minuto 92 arriva anche l’incredibile poker foggiano, Iemmello si libera di un avversario a centrocampo e dà il via ad un coast-to-coast che lo porta a tu per tu con Iuliano, freddato con una precisa conclusione al centro della porta; 3’ più tardi arriva il triplice fischio.
Il Foggia torna al successo dopo due turni di digiuno, continuando ad alimentare le proprie speranze di agguantare i play-off, traguardo che resta ampiamente alla portata degli uomini di De Zerbi grazie soprattutto alle prodezze di Pietro Iemmello, autentico mattatore del successo odierno.

TABELLINO
FOGGIA: (4-3-3) Micale; Angelo, Loiacono, Gigliotti, Di Chiara; Agnelli,Riverola (dal 73’ Vacca), Gerbo; Chiricò (dal 73’ Arcidiacono), Floriano (dal 65’ Sarno), Iemmello. A disp.: De Gennaro, Agostinone, Coletti, Quinto, Lodesani, Sainz-Maza, Lauriola. All.: De Zerbi.
ISCHIA ISOLAVERDE:(4-3-3) Iuliano; Florio, Savi, Filosa, Pistoia (dal 32’ Pepe); Spezzani, Di Vicino, Palma (dal 46’ Acampora); Kanoute, Armeno, Gomes (dal 60’ D’Angelo). A disp.: Modesti, Guarino, De Palma, Porcino, Passariello, Manna, De Clemente. All.: Porta.
Arbitro: sig. Capone di Palermo.
MARCATORI: 10’, 30’, 91’e 92’ Iemmello (F), 36’ Pepe (I), 74’ Kanoute (I).
AMMONITI: Sarno (F);Gomes, Iuliano (I). – ANGOLI: 11-0 per il Foggia. – RECUPERI: 1’ p.t.; 5’ s.t..

(A cura di Salvatore Fratello – salvatore.fratello@outlook.com)

FOTOGALLERY

Foggia, Iemmello cala il poker: satanelli ripartono ultima modifica: 2016-03-19T20:07:35+00:00 da Salvatore Fratello



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Lucio_BO

    Bravi Ragazzi! Avanti con fiducia e abnegazione, con tanta sofferenza e sacrificio. Come nella vita, anche nello sport i risultati si ottengono così! Gli pseudo tifosi dello Zaccheria (almeno i chiachill) lasciateli ale loro verità ed illusioni: saliranno sul carro del vincitore quando ormai non servirà più l’apporto che oggi è indispensabile e necessario! Oggi ilvFoggia è rappresentato da Voi ed io sto con Voi, SEMPRE! GRAZIE RAGAZZI E GRAZIE AL TIMONIERE DE ZERBI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi