Manfredonia
"Se davvero si vuole affrontare il tema di una vera riorganizzazione della sanità, il primo nodo da sciogliere è quello relativo alla mancanza di personale"

“La farsa e le verità sull’ospedale di Manfredonia”

"In poco più di 24 mesi, si è passati dalle proteste dei cittadini di Manfredonia contro il declassamento del San Camillo da ospedale di I livello ad “ospedale di base” alla soddisfazione delle istituzioni"

Di:

Manfredonia. ”IN poco più di 24 mesi, si è passati dalle proteste dei cittadini di Manfredonia contro il declassamento del San Camillo da ospedale di I livello ad “ospedale di base” alla soddisfazione delle istituzioni per il mantenimento dello stesso livello. Il tutto al netto del nuovo piano di riordino sanitario pugliese. Il sindaco dichiara sul sito del Comune “Al di là delle considerazioni sulla classificazione ospedaliera e sui numeri dei posti letto, ritenuto che sono essenziali i servizi che la struttura offre e la qualità degli stessi, si può sostenere, senza ombra di dubbio, che sono state accolte le richieste di sanità della comunità sipontina”. “Manfredonia conserva una buona struttura ospedaliera di base – prosegue il sindaco- con reparti specialistici (psichiatria, cardiologia e gastroenterologia) di assoluta qualità”.

A tal fine, ci terremmo a ricordare al Sindaco che un’ospedale di base dovrebbe avere: Presidi ospedalieri di base (bacino di utenza 80.000 – 150.000 abitanti), dotati di Pronto Soccorso e delle seguenti specialità: Medicina interna, Chirurgia generale, Ortopedia, Anestesia e servizi di supporto in rete di guardia attiva e/o in regime di pronta disponibilità sulle 24 ore (h.24) e che quindi i reparti di eccellenza da lui declamati verranno cancellati non appena il piano di riordino sarà esecutivo sempre che venga reso esecutivo. Il dubbio ci viene spontaneo visto che il Presidente della regione Puglia per non scalfire la sua maggioranza ha lasciato la patata bollente nelle mani del premier Renzi in modo che la responsabilità ricada sul governo visto che il piano fatto dalla regione è improponibile e che lui ne esca vittima per poi poter sfidare Renzi per la leadership del partito.

Se davvero si vuole affrontare il tema di una vera riorganizzazione della sanità in Puglia e a Manfredonia, il primo nodo da sciogliere è quello relativo alla mancanza di personale. Si potranno razionalizzare i posti letto e i reparti, ma se la pianta organica non sarà adeguata significherà negare ai cittadini di questa Regione l’esigibilità di un diritto fondamentale, quello alla tutela della salute. Tornando all’ospedale di Manfredonia ci risulta che uno dei reparti che funzionava ossia la chirurgia dopo aver perso il dott. Ciavarella il reparto sia stato affidato ad un medico di Cerignola (…)”.

(Lettore: Marco M. (…) Manfredonia 19.03.2016)

———————————————————-
PIANO DI RIORDINO – FOCUS STATOQUOTIDIANO
———————————————————-
Manfredonia. P.O. San Camillo di Manfredonia: classificazione “ospedale di base” per un totale di 135 posti letto: 8 reparto Cardiologia, 20 Chirurgia generale, 24 medicina generale, 16 ortopedia e traumatologia, 15 psichiatria, 20 recupero e riabilitazione funzionale, 4 riabilitazione cardiologica, 4 riabilitazione respiratoria, 10 Gastroenterologia, 14 Lungodegenza. Così dalla Deliberazione della Giunta regionale n. 161 del 29 febbraio 2016 “Regolamento Regionale: “Riordino Ospedaliero della Regione Puglia ai sensi del D.M.70/2015 e della Legge di stabilità 28 dicembre 2015, n.208. Modifiche e integrazione del R.R. n.14/2015”.

31 i posti letto per la Casa di cura privata San Michele di Manfredonia, tutti di geriatria.

LA DELIBERA INTEGRALE – 161/2016 – PIANO RIORDINO OSPEDALIERO PUGLIA

———————————————————————————————————-
FOCUS PRECEDENTI POSTI LETTO – DICHIARAZIONI SINDACO DI MANFREDONIA – GOVERNATORE EMILIANO

L’ATTO INTEGRALE – Adozione piano ospedale RR 36/2012, “156 posti letto per Manfredonia” (SLIDE)

Piano riordino, Riccardi: Manfredonia conserva una buona struttura ospedaliera di base

“Il 29.02 piano riordino sanità definitivo: in Capitanata da 5 a 4 ospedali, 3 di base”

Allegati

Redazione Stato Quotidiano.it RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
26

Commenti


  • Marco

    Gentile redazione volevo ringraziarla per aver pubblicato l’articolo ma mi spiace vederlo tagliato del finale


  • Marco

    Manfredonia,ospedale San Camillo, durissimo scontro Riccardi-Gentile-Manfrini.
    Ma quale scontro solo una messa in scena in previsione della chiusura.


  • Redazione

    Buonasera sig. Marco, innanzitutto la ringraziamo per il testo; il suo giudizio (negativo) sul direttore sanitario può restare, come vede non ci sono problemi, è nella sua facoltà di esprimere liberamente il proprio pensiero; ma nell’insieme la frase rimossa sembrerebbe contenere degli elementi denigratori e probabilmente contestabili; è nell’interesse di tutti; certi di una comprensione della nostra valutazione, la ringraziamo, buona serata. A disposizione; Stato Quotidiano.it – segreteria@statoquotidiano.it


  • corsaro

    PIANO DI RIORDINO – FOCUS STATOQUOTIDIANO
    FOCUS PRECEDENTI POSTI LETTO – DICHIARAZIONI SINDACO DI MANFREDONIA – GOVERNATORE EMILIANO
    Redazione come detto dal sig.Marco le sue aggiunte all’articolo sono solo le dichiarazioni di facciata tanto Renzi boccerà un piano inpresentabile come quello


  • Redazione

    Certo, abbiamo solo allegato ulteriori dati e il documento relativo al piano di riordino per una maggiore comprensione dei fatti; a presto, grazie. Stato Quotidiano.it


  • Giuann Ursacchi

    Questa che abbiamo vinto è solo la prima battaglia. L’orografia del nostro territorio ci penalizza. Dovremmo puntere a migliorare il pronto soccorso. Bene l’eliporto. Ma dobbiamo avere una buona cardiologia, UTIC, con annessa riabilitazione. Per arrivare a San Giovanni ci vogliono minimo 30 minuti, a Foggia 40. Troppo tempo per un infartuato. Ciò vale sia per l’invecchiamento della popolazione, che per i turisti. Quale turismo senza ospedale?


  • scatarello

    Il Sindaco di Manfredonia dopo aver vinto le primarie e le votazioni se ne sta fregando dei cittadini tanto …..
    Sindaco vogliamo lo stesso diritto alla salute che ha Lei vogliamo curarci anche noi è inutile che fai finta di alzare la voce tanto poi arriva la Gentile e vi fa abbassare la cresta a te campo e bordo.
    1 GENTILE in cambio di 10-100-1000 bordo-campo-riccardi


  • sipontino

    Caro Marco lei che è di Manfredonia dovrebbe sapere il detto ” Manfredonie je l’amante di di frustir “. Di cosa si meraviglia dei politici ? Caro Marco questa è una l’Italia .
    Viva l’Italia Viva Manfredonia


  • u sindc d macch

    Finalmente qualcuno che smaschera riccardik vogliamo bevilacqua sindaco così avremmo tutto alla prima botta


  • Paolino

    Lasciato perdere a u zii ma sitemat a me non pote fà i miracul pu sputal


  • bevilacqua

    Noi cerignolani abbiamo ottenuto il primo livello alla prima botta voi l’ospedale di base ai play-aut


  • alvaro vitoli

    sindaco dopo che fai chiudere l’ospedale facci la grazia di aprire una sanitarvice ospital almeno lavoriamo nel privato ..


  • u sindc d cirignol

    caro Angelo so bevilacqua se tin qualche problem chiam a me ca li facim alla prima bott .


  • siccione

    A parte i commenti di satira credo che l’articolo fatto dal sig. Marco sia serio. Il nostro sindaco dopo le moine di circostanza si è addormentato assecondando il gioco sporco del presidente Emiliano tutto questo per una potrona a roma? Il piano così come proposto con addirittura la costruzione di altri 4 ospedali non passerà la colpa sarà del governo Emiliano e il sindaco diranno che hanno fatto il massimo daranno la colpa a renzi e poi chiederanno i voti per andare a Roma per cambiare le cose. A Roma cambieranno le cose ma non per noi Manfredoniani ma per le loro tasche


  • giacinto bonovox

    @scatarello vedi che proprio la bella di cerignola fu la prima a muoversi per far mettere una bella croce sul san camillo.


  • Uomo Libero

    Ci sono voluti 25 anni per aprire l’ospedale e solo 25 mesi per chiuderlo.
    Ancora una volta la politica è lontana dalle necessità dei Cittadini.
    Sicuramente ci aspettavamo di più dai nostri rappresentanti sia di destra sia di sinistra. Quelli di Cerignola si sono dimostrati più bravi ed incisivi.
    Forse è arrivato il momento di cambiare radicalmente il nostro modo di scegliere le persone che ci devono rappresentare.


  • gerry

    3 (tre) soli medici rimasti in servizio in pronto soccorso a coprire un servizio H24, ne vogliamo parlare ? Vogliamo anche chiederci perché ad uno ad uno sono tutti fuggiti via ? Che si aspetta” il fattaccio” per parlarne ? Per porre rimedio ? E i responsabili intanto che fanno ? Si preparano alla pasqua ? Mi raccomando alla pasquetta occhio a non farvi male.


  • Osservatore

    @Marco. Ma quale messa in scena ? Tu piuttosto dov’eri? Ti posso assicurare che lo scontro c’è stato. L’unico che ha provato ad alzare la voce, l’unico che ha cercato di lottare e lotta ancora è sempre lui, il primo cittadino . Purtroppo lasciato spesso solo …….


  • deluso

    POVERA MANFREDONIA svuotata di tutto……. una città vuota ma piena di chiacchiere e politici a zuffunn…


  • Roberto

    il nostro ospedale è alla deriva più totale.
    Addirittura ci facciamo “prestare” chirurghi e assistenti dall’ospedale di Cerignola,che vengo ad eseguire banali interventi di routine, e i nostri vengono sempre messi in penombra, qualcuno si chiede il perché? che umiliazione .


  • Antonio

    Caro Marco penso che tu abbia qualcosa nei confronti del sindaco,si evince dall’odio con cui scrivi.Dici cose non vere. Ti posso garantire che il sindaco a differenza di tanti altri ha lottato fino alla fine raggiungendo un buon risultato. A Manfredonia ci sono già tanti allenatori, tanti professori, tanti filosofi, tanti cavalieri . Lascia stare non incrementare il numero di imbecilli che si sentono come sopra.


  • Frank

    La verità cari signori che nessun politico vi dice , e che il destino dell’ospedale è stato già deciso, lasciando l’ospedale così come è oggi , e il prossimo anno lo chiuderanno dando la colpa a chi ci lavora come hanno già fatto per il reparto di ostetricia . Invece di perdere tempo a protestare , imparate a votare .


  • sipontino

    La verità che che i politici non vedono . Il Prof . Ciavarella in tutti gli anni di servizio presso la chirurgia di Manfredonia ha fatto più interventi e di maggiore qualità della chirurgia di Cerignola . Adesso cosa ci voliamo aspettare da costui ? Vi meravigliate se si vuol portare gli interventi a Cerignola ? Ma secondo voi è secondo il/i politici questo chirurgo vuole salvare la chirurgia di Manfredonia a discapito della sua chirurgia di Cerignola ? Politici sveglia .

  • Questa e la fine dell’era Paolo Campo chi avut avut che c’è ne frega a noi di Manfredonia tanto grazie a i Manfredoniani ci siamo riempiti le tasche e mo ci andiamo a curare fuori da Manfredonia i tre remagi Rik Paul e Bordis


  • Verità

    Vorrei spendere due parole in merito alla risposta lasciata da “sipontino”.
    Spendo queste parole pur non lavorando a stretto contatto reparto , ma conosco bene la realtà.
    La chirurgia dell’ospedale di Manfredonia ha SEMPRE, e ripeto sempre, avuto grandi numeri.
    Posso confermare che i grandi intervebti c’erano prima del DOTT. Ciavarella, ci sono stati anche durate la sua permanenza, ma senza il dott. Ciavarella non vengo meno come dici tu i grandi interventi, perché ti posso assicurare che ci sono altri chirurghi che da sempre hanno effettuato grandi interventi e tutt’ora continuano ad effettuarli, e sopratutto in tutti questi anni, ci sono state vite di giovani donne/uomo salvate sul filo di un rasoio senza il supporto del suddetto dottore!
    Purtroppo è un reparto sfortunato, senza identità, di anno in anno assisteremo inerti all’arrivo e all’andata di un primario, che viene collocato dal politico di turno che avrà come unico naturale scopo quello di dirottare interventi presso la propria struttura di appartenenza o portare il proprio personale! Mettendo nell’ombra i nostri di professionisti!
    Quindi Sipontìno, ma più che altro Sipontìni tutti , non andate dietro false chimere l, ma affidatevi ai nostri di professionisti che sono lì come ogni mattina, ma sopratutto abbiate fiducia in ognuno di loro, senza lasciarvi influenzare da giudizi del personale infermieristico, che molto spesso cambia in base vento, e al rapporto con il dottore!


  • guappo di cartone

    Bravo Marco tu sei l’esempio della schifezza della schifezza della schifezza d’omme! Sei l’emblema del spara sulla croce rossa pensando che altri come lui stiano a sentirlo ed applaudirlo. Siccome si parla di politica credo che sia uno dei TANTI CRETINOMETRI DI GRILLO che aprono la bocca solo per prendere aria e persone allo stesso livello stanno ad ascoltare. Un consiglio d’amico invece di il cervello ! ahhh dimentica ……………..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi