Manfredonia
A cura dell'Avvocato Nicola Mauro Palumbo

Quando per separarsi o divorziare non serve l’avvocato?

"Quindi, al di fuori dell’ipotesi di cui all’art. 12 della legge n.162/2014, in tutte le altre procedure di separazione o divorzio l’assistenza di un avvocato è necessaria e in alcuni casi obbligatoria"

Di:

Manfredonia. Non tutti sanno che per divorziare o per separarsi non sempre è necessaria l’assistenza di un avvocato. Dall’11 dicembre 2014 giorno dell’entrata in vigore della legge n. 162 del 2014, che ha avuto come obiettivo quello di semplificare la procedura di divorzio e separazione tra due persone, consente a chi vuole divorziare o separarsi di presentarsi davanti al Sindaco del Comune di residenza di uno dei due coniugi, oppure di quello presso cui è trascritto l’atto di matrimonio senza l’assistenza di un avvocato.

Questo è però possibile solo a particolari condizioni:
La coppia non deve avere figli minori, o maggiorenni portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti.
L’accordo fra i coniugi non deve contenere atti di contenuto patrimoniale.

Due procedimenti distinti
La legge n. 162 del 2014 fa riferimento a due procedimenti distinti: 1) la negoziazione assistita da avvocati (art.6); 2) il procedimento davanti al Sindaco (art.12).
Entrambe le procedure valgono quando la separazione o il divorzio sono consensuali.

Negoziazione assistita da avvocati
Questa procedura può essere esperita dai coniugi che hanno figli minori o maggiorenni portatori di handicap grave o non autosufficienti.

L’accordo sulla separazione o sul divorzio deve essere scritto dall’avvocato (uno per ciascun coniuge) che, dopo averlo fatto firmare ai coniugi, autentica le loro sottoscrizioni e lo deposita presso il procuratore della Repubblica del Tribunale competente per la parte attinente i figli. Se il procuratore della Repubblica riconosce che l’accordo non contiene accordi contrari all’ordine pubblico e che tutela gli interessi dei minori, comunica ai legali il proprio assenso. Il nullaosta, così ottenuto, deve essere inviato entro 10 giorni da uno degli avvocati al Sindaco del comune in cui il matrimonio (civile o religioso) è stato celebrato. Se il termine dei 10 giorni non viene rispettato, l’avvocato è sanzionato da 2.000 euro a 10.000 euro.
Attenzione però. La legge non fissa un termine entro cui il PM deve esprimere il suo parere sull’accordo: data la loro mole di lavoro è quindi possibile che i tempi non siano così brevi.
Altra particolarità è che per questa procedura che non è giudiziale non è possibile usufruire del gratuito patrocinio (spese a carico dello Stato).

Procedimento davanti al sindaco
I coniugi che non hanno figli minori o maggiorenni portatori di handicap grave o non autosufficiente possono concludere davanti al Sindaco, o del comune di residenza di uno di loro o di quello presso cui è stato celebrato il matrimonio, un accordo di separazione o divorzio . Tutto anche senza l’aiuto di avvocati. Il valore di questi accordi è uguale a quello dei provvedimenti giudiziali.  Il sindaco, una volta ricevuto l’accordo e, non prima di 30 giorni dalla ricezione, invita i coniugi a comparire davanti a lui per la conferma definitiva. L’art. 12, secondo comma della legge n. 162/2014 stabilisce che gli accordi depositati non possono contenere alcun patto di natura patrimoniale.

Quindi, al di fuori dell’ipotesi di cui all’art. 12 della legge n.162/2014, in tutte le altre procedure di separazione o divorzio l’assistenza di un avvocato è necessaria e in alcuni casi obbligatoria.

A cura dell’Avv. Nicola Mauro Palumbo
(esperto in diritto di famiglia, dei minori e delle persone)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This