Cronaca

Rapine e droga nel Nord barese, 56 ordinanze di custodia cautelare: i furti, i nomi, gli incassi


Di:

Bari – ALLE prime luci dell’alba, oltre 300 militari del Comando Provinciale di Bari, supportati da un elicottero e da unità cinofile, hanno portato a termine un’importante operazione di polizia che ha consentito di disarticolare una organizzazione criminale, operante principalmente nel comune di Bisceglie e dintorni, dedita alle rapine ad esercizi pubblici, agguati e regolamenti di conti, spaccio di stupefacenti ed estorsioni.

66 ORDINANZE DI CUSTODIA CAUTELARE – 66 sono state le ordinanze di custodia cautelare emesse dal GIP del Tribunale di Trani, Dott. Roberto Oliveri del Castello, di cui 55 eseguite a carico di altrettanti soggetti, uomini e donne, che dovranno rispondere, a vario titolo, di “tentato omicidio”, “rapina”, “detenzione e porto abusivo di armi”, “detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti”, “estorsione”, “furto” e “incendio”, commessi principalmente a Bisceglie, Trani e Molfetta tra il 2007 e il 2008.

L’OPERAZIONE – L’operazione conclude una complessa ed articolata attività avviata dai Carabinieri della Compagnia di Trani e coordinata dal Sostituto Procuratore Dott. Ettore Cardinali, che ha avuto inizio nel mese di gennaio 2007 a seguito del tentato omicidio di un noto pregiudicato della zona, il 48enne Giovanni Leuci. Nella circostanza, nei pressi del mercato ittico di Bisceglie, l’uomo venne attinto ad una gamba da alcuni colpi di pistola cal. 7.65. Le indagini, sviluppatesi con intercettazioni telefoniche ed ambientali oltre a numerosi e impegnativi servizi di osservazione e pedinamento, hanno consentito di delineare i contorni del sodalizio e di portare alla luce l’esistenza di un substrato criminale complesso e variegato in cui a farne le spese erano soprattutto piccoli commercianti, predati alcune volte solo di poche decine di euro, e inermi cittadini. Il filone investigativo ha permesso di documentare come il “business” dell’organizzazione comprendesse i più disparati settori: traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, furti d’auto, rapine ed estorsioni, reati che hanno seminato il terrore tra la popolazione biscegliese. Numerosi sono stati i riscontri effettuati nel corso di tutta l’attività. Lo dimostrano il sequestro di ingenti quantitativi di droga, armi e munizioni di vario calibro e le 18 rapine scoperte, commesse ai danni di vari esercizi commerciale della zona, finalizzate all’approvvigionamento di risorse da destinare principalmente all’acquisto e spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare cocaina. Si tratta di crimini non occasionali ma ben studiati, preparati e realizzati con spregiudicatezza e determinazione grazie anche alla disponibilità di armi. Tutti scoperti sono stati gli autori degli agguati a colpi di arma da fuoco verificatisi a Bisceglie nel 2007, in particolare:

ELENCO DELLE RAPINE,
comune di Bisceglie
– 27.01.2007, Bisceglie, Corso Umberto – tentato omicidio del 48enne Giovanni Leuci, attinto da tre colpi di pistola cal. 7.65 mentre a piedi percorreva una strada nei pressi del locale mercato ittico;
– 21.07.2007, Bisceglie via Piave – due individui esplodevano numerosi colpi di pistola all’indirizzo di un’autovettura di piccola cilindrata con a bordo due individui;
– 14.09.2007, Bisceglie, via Lamaveta – due individui a bordo di un ciclomotore esplodevano 3 colpi di arma da fuoco all’indirizzo del 42enne Michele Di Pierro che fortunatamente scampò all’agguato.

Tentati omicidi (Bari)

Tentati omicidi (Bari)

OPERAZIONE ULTIMA SOLUZIONE – L’operazione odierna, convenzionalmente denominata “Ultima soluzione’, ha consentito di mettere freno all’escalation criminale degli ultimi anni nella cittadina di Bisceglie, sferrando un ulteriore durissimo colpo ai gruppi criminali organizzati del nord Barese. “Ultima soluzione” rievoca per molti aspetti l’operazione “Dolmen” conclusasi nel dicembre del 2008 con la completa disarticolazione dell’organizzazione mafiosa capeggiata da Salvatore Anacondia, storico boss della mafia del Nord Barese e da anni collaboratore di giustizia.

DI SEGUITO, L’ELENCO DELLE RAPINE SCOPERTE:
Comune di Bisceglie:
– 12.09.2007 – supermercato Crai – 1700 euro
– 19.09.2007 – pizzeria “Snoopy” – 500 euro;
– 25.10.2007 – lavanderia “Sud America”;
– 20.11.2007 – agenzia di credito La Saetta – 450 euro;
– 30.12.2007 – supermercato Super Alvi – 390 euro;
– 28.12.2007 – supermercato Despam – 5000 euro;
– 02.01.2008 – supermercato Dok – 2780 euro;
– 05.01.2008 – supermercato Crai – 1700 euro;
– 08.01.2008 – negozio “Tutto Igiene” – 920 euro
– 12.01.2008 – supermercato Dimeglio – 5600 euro;
– 16.01.2008 – bar That’s Amore – 300 euro;
– 21.01.2008 – azienda “Zeta Cash”
– 24.01.2008 – donna – 6200 euro
– 29.01.2008 – bar Rouge Cafè – 50 euro;
– 31.01.2008 – rivendita di tabacchi – 7000 euro;

Comune di Molfetta:
– 31.12.2007 – supermercato Sisa – 870 euro;
– 05.01.2008 – negozio Marino Store – 2800 euro

Comune di Corato:
– 19.01.2008 – supermercato Crai – 900 euro

ELENCO ARRESTATI –
Ordinanza di custodia cautelare in carcere, Francesco Boccia, cl. 68, di Bisceglie; Alessandro Caggianelli, classe 82, di Bisceglie, Sorvegliato Speciale; Davide Caggianelli cl. 78, di Bisceglie, Sorvegliato speciale; D.C. cl. 83, di Bisceglie; Antonio Canaletti, (alias: Tony Ciccio Paolo), cl. 74, di Bisceglie, Sorvegliato Speciale; Pietro Capogna, classe 1977, Andria; Addolorata Caterino, cl. 59, di Andria; Clarissa Caterino, cl. 89, di Bisceglie; Natale Caterino (alias: “Lino Caterino”), cl. 54, di Bisceglie; Pasquale Caterino, cl.73, di Andria; Giuseppe Catino, (alias: “Pepperson”), cl. 84, di Molfetta; Michele Catino, cl. 64, di Bisceglie; Vito Catino, (alias: “Vituccio”), cl. 86, di Bisceglie; Vincenzo Cianciana, (alias ”u Tranese”), cl. 53, di Bisceglie; Giuseppe Cuocci, (alias “Pinuccio il molfettese”), cl. 56, di Bisceglie; Michele Cuoccio, cl. 76, di Bitonto; Luigi D’Addato (alias “Chiang e ‘rrid”), cl. 73, di Bisceglie; Sergio De Cillis , (alias “Sergio Sessanta”), cl. 64, di Bisceglie; Nicola De Feudis, cl. 89, di Bisceglie; Grazia De Ruvo, cl. 89, di Bisceglie; Leonardo De Vincenzo, (alias “Dino”), cl. 80, di Bisceglie; Nicola De Vincenzo (alias “Teppè”), cl. 85, di Bisceglie; Pantaleo De Vincenzo, cl. 78, di Bisceglie;M.D.; Stefano Dell’Olio, cl. 77, di Bisceglie; Antonio Dell’Orco (Alias “Mascidd”), cl. 89, di Bisceglie; Domenico Ferrucci (Alias “ngappacane”), cl. 86, di Bisceglie; Girolamo Gentile (alias “Cirone”), cl. 66, di Bisceglie; Domenico Germinario (alias: “Mimmo”), cl. 87, di Bisceglie; Vincenzo Germinario (alias “Provolone”), cl. 84, di Bisceglie; Luciano Goffredo, cl. 85, di Bisceglie; Donato Lafranceschina (alias “U Baron”), cl. 68, di Bisceglie, Sorvegliato speciale; Enrico Lafranceschina, cl. 80, di Bisceglie; Giacomo Lafranceschina, cl. 87, di Bisceglie; Leonardo Lamanuzzi, (alias “Bubbù”), cl. 53, di Bisceglie; Marco Leuci (alias “Marchino”), cl. 59, di Bisceglie; Mauro Leuci (alias “Mauro Mazzombrell”), cl. 85, di Bisceglie; Vincenzo Leuci (alias “papè” o “fave e sivoni”), cl. 76, di Bisceglie; Antonio Lorusso (alias “Liquore”), cl. 79, di Bisceglie; Francesco Lorusso (fratello di Nenè), cl. 64, di Andria; Sebastiano Lorusso (alias “Nenè”), cl. 59, di Andria; Daniele Mastrapasqua, cl. 82, di Bisceglie; Michele Meraviglia (alias “Varritt”), cl. 83, di Bitonto; Antonio Montarone, cl. 82, di Bisceglie; Pasquale Morgigno, cl. 78, di Bisceglie; Gennaro Padovano (alias “Gigliuzz ù sgangnat”), cl. 88, di Bisceglie; Antonio Pignataro (alias “Nello”), cl. 84, di Andria; Giovanni Ruggieri (alias “Giovanni dei panini”), cl. 78, di Bisceglie; Mauro Soldani, classe 64, di Bisceglie; Alessandro Strippoli, cl. 85, di Bisceglie; Vito Tedeschi (Alias “Witton”), cl. 73, di Bisceglie; Bartolomeo Todisco (alias: “Attila”), cl. 86, di Bisceglie; Tiziana Tolomeo, cl. 57, di Bisceglie; Diego Uva, cl. 64, di Bisceglie.

AGLI ARRESTI DOMICILIARI – Agata Margutti, cl. 81, di Bisceglie; Elisabetta Parisi (alias “Betty”), cl. 79, di Bisceglie.

Rapine e droga nel Nord barese, 56 ordinanze di custodia cautelare: i furti, i nomi, gli incassi ultima modifica: 2010-04-19T12:31:14+00:00 da Girolamo Romussi



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This