Manfredonia
"Ogni anno, milioni di tonnellate di rifiuti abbandonati finiscono negli oceani..."

“Vera emergenza rifiuti sulla Riviera Sud di Manfredonia” (FOTO)

"C'è ancora molto da fare per educare tutti a non uccidere il nostro patrimonio paesaggistico, costiero e la salute del nostro mare"

Di:

Manfredonia. ”Ogni anno, milioni di tonnellate di rifiuti abbandonati finiscono negli oceani, sulle spiagge, nelle foreste o da qualche parte semplicemente nella natura. La causa principale di tutto ciò sono i modelli insostenibili di produzione e di consumo delle nostre società, cattive politiche di gestione dei rifiuti e mancanza di sensibilità nella popolazione. Ormai non abbiamo più bisogno di vere queste immagini venire da lontano. Il problema è ormai a casa nostra. Non possiamo ignorare tutto perché ne vale della salute del nostro ecosistema e della nostra direttamente specie se questi rifiuti entrano nella nostra catena alimentare, pensiamo alla pesca e all’agricoltura. Dalle ultime spiagge di Siponto alla Riviera Sud di Manfredonia è una vera emergenza rifiuti abbandonati o arrivati con le mareggiate. La natura di questi rifiuti si evince facilmente, ci sono imballaggi ad uso della pesca come cassette di poliestere e calze in fibra di plastica per la coltivazione di mitili. Comunque non si fanno mancare i rifiuti dei semplici cittadini che, passata una giornata in spiaggia, abbandonano imballaggi alimentari, lattine e bottiglie di plastica. C’è ancora molto da fare per educare tutti a non uccidere il nostro patrimonio paesaggistico, costiero e la salute del nostro mare”.

FOTO


(Manfredonia 19 aprile 2016 Enzo Renato – Presidente Ambiente Nautilus)



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • antonella

    Si potrebbe istituire un coordinamento di ragazzi e adulti volontari che si occupino,anche per un ora al giorno per aiutare a ripulire la spiaggia, tutti gli arenili, in un ottica di aiuto a tenere pulita la città e favorire il turismo, in compenso i commercianti dei litorali e chiunque voglia partecipare, potrebbero offrire dei buoni per consumazioni in base alle ore
    effettivamente prestate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!