FoggiaSport
Arriva la Cremonese, che ha vinto il girone A

Grande attesa a Foggia, debutto in Supercoppa

Quanto alla probabile formazione, stando alle parole di mister Stroppa, non dovrebbero esserci grossi stravolgimenti rispetto all'undici tipo che ha trionfato in campionato

Di:

Foggia, 19 maggio 2017. Saturday night con debutto in Supercoppa. Nella serata di domani, allo “Zaccheria” va in scena la 2^giornata del trofeo che si disputa tra le vincitrici dei tre gironi di Lega Pro: al Foggia tocca ospitare la Cremonese, che ha vinto il girone A.

Alla vigilia del match, come sempre, ha parlato mister Stroppa: “Il girone A sembrava ormai deciso, perché l’Alessandria aveva preso un grande vantaggio, però la Cremonese ha meritato perché ha fatto un percorso incredibile. Affrontiamo una squadra di assoluto livello, esperta, piena di uomini che hanno fatto la serie B. L’allenatore ha vinto campionati su campionati e lo stimo tantissimo, è una delle più forti dei tre gironi. Le scorie della fine del campionato si fanno sentire e, vedendo Cremonese-Venezia, loro non mi sembravano le stesse squadre viste in campionato. Noi la Supercoppa la vogliamo vincere, ci stiamo allenando bene. Non c’è la stessa tensione del finale di stagione come è normale che sia, è fisiologico, per via anche del momento in cui arriva questa partita, però c’è la volontà di fare la partita con la giusta determinazione e cattiveria. La squadra ha voglia di giocare, mi sorprende ogni giorno, perché nonostante la vittoria del campionato tre settimane fa e la settimana di sosta, mi rende veramente orgoglioso e soddisfatto. Sarebbe bello vincere con più gol di scarto, per poter andare a Venezia e contare su due risultati su tre. Non ha senso fare turnover, scenderà in campo la squadra migliore. Empereur, Martino e Faber non ci saranno, per il resto sono tutti disponibili”.

Il tecnico, poi, prosegue parlando del futuro: “Mercato? Tutte notizie false finora. Non ho dato nessun nome allo società, i giocatori devono stare sereni e tranquilli. Le mie indicazioni le darò a fine stagione, tenendo conto di chi vorrà rimanere e chi vorrà andare via. Sicuramente farò presenti le mie idee, anche se il portafoglio non è il mio; le dinamiche di mercato sono dettate poi anche da altri aspetti che bisogna considerare. Sarà un lavoro di equipe, fatto a tre con Colucci e Di Bari, con l’aggiunta del presidente. Il mio contratto? Non credo ci siano problemi, non ci sono delle date, c’è solo da firmare un foglio, non in bianco, ma siamo d’accordo su tutto. Agnelli non è stato solo un calciatore in campo, ma è stato un valore aggiunto nello spogliatoio; la stagione l’abbiamo portata ad un certo livello perché nello spogliatoio c’erano dei valori assoluti. Vacca? Un giocatore straordinario: non credo lui abbia la stima di stesso come magari gli altri l’abbiano nei suoi confronti; deve avere un’autostima tale da poter ambire a diventare più bravo. Mazzeo? Ha parlato poco ma ha fatto cose straordinarie, è il centravanti perfetto. Affermo poi questa cosa dopo aver letto voci su un possibile centravanti in arrivo: il centravanti titolare dell’anno prossimo, se dovessi rimanere qua io, sarà Mazzeo. Per me è un giocatore imprescindibile per il modo in cui questa squadra gioca e non parlo solo dei gol che ha fatto, ma i movimenti e tutto quello che fa; ha una capacità di far giocare la squadra che non ha nessuno, è straordinario sotto tutti gli aspetti. Arriva al risultato attraverso il lavoro. Stiamo parlando del capocannoniere del campionato che è stato fuori due mesi, bisogna dargli il giusto peso”.

Quanto alla probabile formazione, stando alle parole di mister Stroppa, non dovrebbero esserci grossi stravolgimenti rispetto all’undici tipo che ha trionfato in campionato. Spazio dunque al 4-3-3: Guarna tra i pali, con Loiacono, Martinelli, Coletti e Rubin a comporre il reparto arretrato; centrocampo con più di una opzione, ma i titolari dovrebbero essere Agnelli, Vacca ed Agazzi. In attacco è sicuro del posto Mazzeo, che probabilmente sarà affiancato da Sarno e Sainz-Maza.

Per quanto riguarda la Cremonese, gli uomini di mister Tesser necessitano di un successo per poter sperare ancora di vincere il torneo, vista la sconfitta interna con il Venezia. Tanti dubbi per l’allenatore dei grigiorossi, che dovrebbe però utilizzare il 4-3-1-2: in porta dovrebbe esserci Galli, con Salviato e Bastrini a giocare sulle fasce in difesa, mentre Canini e Ferretti comporranno la parte centrale del reparto.

Probabile l’impiego di Scarsella, Pesce e Cavion in linea mediana, mentre Brighenti agirà alle spalle di due tra Talamo, Stanco e Scappini.

PROBABILI FORMAZIONI

FOGGIA: (4-3-3) Guarna; Loiacono, Martinelli, Coletti, Rubin; Agnelli, Agazzi, Vacca; Sarno, Sainz-Maza, Mazzeo. All.: Stroppa.

CREMONESE: (4-3-1-2) Galli; Salviato, Canini, Ferretti, Bastrini; Scarsella, Pesce, Cavion; Brighenti; Stanco, Talamo. All.: Tesser.

Arbitro: sig. Vincenzo Fiorini di Frosinone.

(A cura di Salvatore Fratello, Foggia 19 maggio 2017)

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This