Politica

Emiliano, Marmo: “Squallide trattative da prima Repubblica”

Di:

Bari – “E’ squallido assistere a trattative da prima Repubblica e la prima era molto meglio: tra Emiliano e il M5S scatta la scintilla e i grillini chiedono la Presidenza del Consiglio regionale. Non considerano, però, che queste sono promesse che Michele Emiliano non può mantenere perché sono e restano prerogative dell’assise regionale”. Lo dichiara il Vicepresidente del Consiglio regionale, Nino Marmo.

Il neo governatore – aggiunge – dovrebbe ringraziare i pugliesi e attenersi al ruolo che l’elettorato gli ha assegnato. Non riconosco salvatori della Patria con il potere taumaturgico di assicurare ruoli di ‘garanzia’, la cui indicazione spetta ad altri. La serietà delle proposte, di Emiliano e dei grillini, la valuteremo dal comportamento. Ma sono stufo di assistere a questo teatrino di chi tenta di svilire il Consiglio regionale, espressione del popolo sovrano, offrendo disponibilità per cose (e incarichi) che scaturiscono dal voto libero di ogni Consigliere. I ruoli saranno determinati dai numeri posseduti in aula e non da un deus ex machina che vorrebbe fagocitarla!”

“Emiliano – conclude Marmo – si concentri sulla Giunta e sulle questioni urgenti della Puglia perché, dopo i dieci anni di governo suo e di Vendola, ce ne sono davvero tante che attendono ancora una risposta”.



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Movimento 5 Stelle Puglia

    CONSIGLIERI M5S AD EMILIANO: “SI’ ALLE RESPONSABILITA’, MA SOLO RUOLI DI GARANZIA. ADESSO LO ASPETTIAMO ALLA PROVA DEI VOTI.”

    I consiglieri M5S chiedono la presidenza del consiglio che per statuto spetterebbe all’opposizione e la presidenza di commissioni Ambiente e Bilancio. “Rinunceremo alle indennità”
    Non si fa attendere la controreplica dei consiglieri M5S, che si dicono disponibili ad incontrare il neo governatore Michele Emiliano giovedì o venerdì della prossima settimana. Tante le tematiche da trattare intorno ad un tavolo a partire dalle problematiche più urgenti del territorio pugliese, fino ad arrivare alle proposte di governo che il governatore ha lanciato sui media in queste settimane “Attendiamo l’incontro con Emiliano che ci sembra di capire voglia fissare al massimo per giovedì o venerdì prossimo. Ribadiamo che siamo aperti al dialogo come sempre e che la nostra priorità è quella di poter parlare di tematiche urgenti per la Puglia che non possono attendere oltre, Reddito di cittadinanza, taglio dei costi della politica, stop ai carotaggi tap e ricorso contro le trivellazioni e il decreto attuativo dello Sblocca Italia” “
    Riguardo agli incarichi di responsabilità in regione Puglia, ipentastellati ribadiscono di non “aver paura di governare” e richiedono che gli vengano affidati tre incarichi tra cui la presidenza del consiglio regionale che lo statuto assegna all’opposizione e le presidenze delle commissioni Bilancio ed Ambiente “Dal momento che il neo presidente ha espresso sui media il suo desiderio di affidare incarichi di responsabilità al Movimento 5 Stelle, attendiamo alla prova dei voti lui e la sua maggioranza quando si tratterà di eleggere il presidente del consiglio regionale che per statuto spetta all’opposizione ed il M5S è la prima forza di opposizione scelta da più di 300 mila pugliesi. Ribadiamo il nostro rifiuto per la proposta degli assessorati che presupporrebbero un controllo diretto da parte del governatore mentre noi in quanto forza di opposizione vogliamo poter essere liberi da qualunque tipo di vincolo o controllo. Ribadendo quando detto sopra ed il nostro desiderio di poter ricoprire incarichi di responsabilità e trasparenza che ci permettano di poter fare il bene della Puglia e dei pugliesi, aggiungiamo che ci rendiamo disponibili anche a ricoprire i ruoli di presidenza del consiglio e delle commissioni Bilancio e della commissione Ambiente, dal momento che Emiliano ci aveva proposto esplicitamente proprio questo assessorato. Le nostre richieste, pertanto,- specificano i consiglieri pentastellati – riguardano ruoli di garanzia che ci permetterebbero di portare la trasparenza e la competenza a 5 stelle in quei ruoli. Naturalmente rinunceremmo alle eventuali indennità di funzionesi tratterebbe pertanto, a differenza di quanto accadeva nel caso delle becere “spartizioni di poltrone” della vecchia politica, di una genuina volontà di metterci a disposizione della Puglia e dei pugliesi che non presupporrebbe alcun beneficio economico aggiuntivo. Noi non abbiamo paura di governare. Sta adesso ad Emiliano con la sua maggioranza dimostrare se esiste la concreta e seria volontà di metterci nelle condizioni di lavorare per il bene della nostra regione dando voce allo statuto ed alla volontà dei pugliesi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi