Sport
Per i lucani: il Tribunale Federale Nazionale ha reso nota la penalizzazione di 4 punti, da scontare nel prossimo campionato

Lega Pro, girone C: difficoltà per Matera e Casertana

"L’intera dirigenza della Casertana ha invece deciso, nella serata di ieri, di dimettersi in blocco"

Di:

Foggia – Se il Foggia Calcio se la passa bene, non si può dire lo stesso di quelle che saranno le sue rivali nel prossimo campionato di Lega Pro. Dopo le difficoltà economiche palesate da Benevento e Barletta, quest’ultimo implicato anche nella spinosa questione calcioscommesse, sono Matera e Casertana ad essere protagoniste in negativo di questa prima fase di avvicinamento alla nuova stagione.

QUI MATERA – Nel pomeriggio di ieri, il Tribunale Federale Nazionale ha reso nota la penalizzazione di 4 punti, da scontare nel prossimo campionato, inflitta al club della città dei Sassi, in merito ai fatti avvenuti in occasione di Taranto – Matera del 30 marzo 2014. Il match (poi finito 1-0 per i pugliesi), valevole per il campionato di Serie D, fu oggetto di un tentativo di alterare il risultato in favore degli ospiti; sempre in relazione a questa gara, sono stati inflitti anche tre anni di inibizione e un’ammenda di 50mila euro a Desolda (all’epoca dei fatti ds del Taranto) e Saverio Columella (persona che svolgeva attività nell’interesse del Matera).

QUI CASERTANA – Clamorosa la situazione venutasi a creare nel capoluogo campano: nell’ambito di una vera e propria guerra mediatica tra l’ex sindaco della città Pio Del Gaudio e del patron della società rossoblu Giovanni Lombardi, l’intera dirigenza della Casertana ha deciso, nella serata di ieri, di dimettersi in blocco. Così riporta parte del comunicato stampa apparso sul sito del club: “La Casertana F.C. è costretta a prendere atto di quella che è stata la reale volontà dell’ex sindaco Del Gaudio pronto ad affondare il colpo nei confronti di questa società. Addirittura l’ex sindaco invita il presidente Lombardi ad andar via (“se vuole andare via, vada via: i casertani sapranno trovare altro”), come si legge in un passaggio ufficiale a firma del dott. Pio Del Gaudio; nonostante il Presidente Lombardi ed i soci stamane in conferenza stampa si erano resi disponibili ad attendere ancora un anno per la realizzazione dell’impianto in erba sintetica, facendo importanti sacrifici economici. Preso atto di ciò, il presidente della Casertana F.C. Giovanni Lombardi e i suoi soci Pasquale Corvino e Giovanni Pascarella, nonché il direttore generale Pannone, rassegnano le proprie dimissioni irrevocabili e mettono il titolo sportivo a disposizione in modo che “i casertani individuati dall’ex sindaco Del Gaudio (ovvero chiunque abbia interesse) possano garantire un futuro migliore alla Casertana e ai suoi appassionati tifosi”.
Momenti caldi dunque per i due club di Lega Pro, sicuramente sono maggiori i timori per la Casertana, anche in relazione alla dead-line per le iscrizioni al prossimo campionato, fissata per il 30 giugno.

(A cura di Salvatore Fratello)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi