FoggiaGarganoManfredonia
"Mancano datai attendibili sulla consistenza dei cinghiali e le "stime" danno numeri ballerini a seconda dei contesti in cui sono diffuse"

Cislaghi “Cinghiali, caccia selettiva non risolve il problema”

"Piano di questo tipo, senza studi specifici sulla consistenza dei cinghiali, sulle loro capacità riproduttive, sulla tipizzazione genita attuale, sono misure stolte che servono solamente ad assicurare una "quota di rimonta" da macellare"


Di:

Foggia. ”Se ci sono troppi cinghiali la “caccia selettiva” è assolutamente inutile perchè NON RISOLVE IL PROBLEMA ma, solamente, lascia libertà di sparare durante tutto l’anno a chi, con i ripopolamenti dissennati degli inizi secolo, ha introdotto cinghiali ungheresi che hanno ibridato i più piccoli, e meno prolifici, cinghiali autoctoni.
La presenza di cinghiali nelle periferie urbano NON è sintomo di “sovrappopolamento” di cinghiali ma, unicamente, vuol dire che nelle periferie urbane c’è di che mangiare (sono onnivori come i maiali).

Mancano datai attendibili sulla consistenza dei cinghiali e le “stime” danno numeri ballerini a seconda dei contesti in cui sono diffuse. Che fine hanno fatto i due censimenti annuali sulla fauna selvatica imposti dale leggi e regolamenti vigenti? Chi ha il compito di effettuare i censimenti oggi visto che le competenze degli Osservatori Faunistici Provinciali NON sono state trasferite all’Osservatorio Faunistico Regionale?

Se ci sono troppi cinghiali si devono attivare i Servizi Veterinari per studiare e adottare le misure incruente necessarie al contenimento della specie, come si è fatto per i colombi a esempio.
IL sospetto, anzi la certezza, è che con proposte come queste NON si vuole affrontare seriamente, e su basi scientifiche, il problema ma si vuole solamente assicuare ai cacciatori animali da uccidere, per puro diletto, durante tutto l’anno.

Piano di questo tipo, senza studi specifici sulla consistenza dei cinghiali, sulle loro capacità riproduttive, sulla tipizzazione genita attuale, sono misure stolte che servono solamente ad assicurare una “quota di rimonta” da macellare con le doppiette e non a risolvere il problema se il problema esiste.
Cinghiali a spasso in città in Puglia legge per abbatterli

[http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/news/home/901684/cinghiali-a-spasso-in-citta-in-puglia-legge-per-abbatterli.html/&h=atnslmwhxybwteszdewopcm85_addebxsdd11-nqyal3qbgqwufzv7aeqkgk4amqhpz8lvufwiltlwzidlc_kr-jbbjszm6wfl4qonfkgdnsjxudqnrkyr9tbwrxh1-rcpcvbnk1tcbz&enc=azn40wattacayuqseafz5_aehl8ruvjjrs7ogjcjsg_idpi9s-m4verhlwrmfubfwwrioqcaiy8ihbgps3qqbdohozxzht0b4jfvoccllw1ydglgf7c7lumepb9nilvoepy1g6rgfeoldfspqvif5xbucxisgsztibzsex5zqoxt59e6proep9dearsqbsb6wbg&s=1_green]

Si chiama caccia selettiva e scatta quando la presenza di una specie è diventata insostenibile”.

(A cura di Giorgio Cislaghi, Foggia 19.06.2017)

Cislaghi “Cinghiali, caccia selettiva non risolve il problema” ultima modifica: 2017-06-19T11:02:53+00:00 da F. Giorgio Cislaghi



Vota questo articolo:
7

Commenti


  • Leo

    Era meglio 100 anni fa


  • Il mostro delle paludi sipontine in pieno centro

    Portateli a Manfredonia abbiamo bisogno di incrementare la fauna delle paludi sipontine del lungomare del sole.

  • Signor cislaghi, innanzitutto nn c’è stato sul Gargano nessun tipo di immissioni di cinghiali ungheresi e se mai ci fosse stato ci inserisca i documenti. Inoltre il nostro cinghiale si è riprodotto a dismisura grazie o non grazie ai maiali nostrani che abbiamo nel territorio. Se il problema della crescita a dismisura lei nn la percepisce va bene, però i danni da cinghiali li ha visti? Un ragazzo è morto a Rodi garganico!!! Oltre ai danni che fa alle agricolture!!! Le chiedo chi è che li paga questi danni? Nelle altre regioni la caccia di selezione la fanno e la parola stessa lo dice “Selezione”. Per cui se ci sono animali in più vanno contenuti e nn come chiede qualcuno di castrarli chimicamente perché sarebbe disumano e contro natura. La politica dell’ambiantalismo e animalismo con tutto rispetto ha un limite!!!

    Non mi nascondo dietro ad un nickname .

    Luigi Le Noci
    Presidente Arci Caccia Manfredonia


  • rafaello Altanero

    Egr. Sig. Luigi Noci……..la COLDIRETTI controlla e inoltra le domande dei rimborsi anche x danni fantomatici di ungulati…ora anche delle nutrie……è conclamato che sono stati introdotti in italia cinghiali dalla Romania e Ungheria x il piacere ed il divertimento del popolo dei cacciatori………..i valori numerici delle varie popolazioni di ungulati, volpi, nutrie vengono dimensionati a richiesta delle varie ATC , veda che la stessa cosa si è verificata nei nostri fiumi con varie tipologie di pesci grazie alla FIPS………ed ora x essere PESANTE continua con la razza umana…………………provi a smentire tutto ciò………………….Grazie x l’attenzione

  • Signor Altanero, in Puglia le nutrie non ci sono!!! Lei è convinto che sono stati introdotti dall’atc o da altro ente i cinghiali da altre nazioni ed io le credo solo quando vedo i documenti di tutto ciò che sostenete. Anche altra gente è convinta che anni addietro c’e’ stata immissione di vipere, però nn ci sono prove documentate!

  • Dimenticavo che la legge riguarda la Puglia e che le altre regioni hanno altre realtà che a noi nn interessano. Se i danni richiesti sono fantomatici sta a chi controlla e sovvenziona controllare la veridicità. Io, come altri,possiamo smentire dell’immissione di cinghiali in Puglia con dei documenti e nn credo esistano perché a me nn risulta ci sia stata nessuna immissione di cinghiali.


  • il giusto

    Signor Altanero, lei da rovigo viene a controllare e commentare i problemi nostri?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi