Manfredonia
Inutili gli interventi predisposti dall'Amministrazione comunale, inutili gli appelli e le denunce dei volontari della Civilis - Engea di altre associazioni

Manfredonia, “Grazie bestie: il torrione ora è diventato una discarica..”

Solo 2 mesi fa, le antiche mura del Torrione erano state "ripulite, igienizzate e liberate dalle buste di immondizia"


Di:

Manfredonia, 19 giugno 2017. “GRAZIE bestie: pannolini, buste con rifiuti, feci, bottiglie, siringhe e cassette di polistirolo, scarti, passeggini, elettrodomestici: le antiche mura del Torrione sono state ridotte ad una discarica”.

Ancora messaggi a Stato Quotidiano dai residenti della zona centrale di Manfredonia, a causa del continuo sversamento di rifiuti nelle antiche mura del Torrione Santa Maria.

Inutili gli interventi predisposti dall’Amministrazione comunale, inutili gli appelli e le denunce dei volontari della Civilis – Engea e di altre associazioni.

I residenti richiedono un intervento, anche in considerazione dell’imminente stagione estiva “La permanenza dei rifiuti sul posto, che crescono ogni giorno a dismisura, ha reso il torrione una discarica, con presenza di insetti sull’intera area. C’è il rischio di prendersi delle infezioni. Il nostro sdegno è rivolto alle bestie, agli incivili che, noncuranti, di qualsiasi intervento e appello al senso civico, continuano a deturpare questo luogo“.

Possibile una denuncia contro ignoti e “qualsiasi altra azione che consenta di far rivivere un luogo storico di Manfredonia”.

Solo 2 mesi fa, le antiche mura del Torrione erano state “ripulite, igienizzate e liberate dalle buste di immondizia”, in seguito ad una “operazione di pulizia svolta dall’ASE, dopo l’espresso invito ricevuto dall’Amministrazione comunale”.

Così si era espressa l’assessora all’Ambiente, Innocenza Starace: “Serve l’impegno collettivo, dal gestore del servizio al singolo cittadino, se vogliamo migliorare quantità e qualità della raccolta differenziata e combattere il degrado urbano che si associa all’abbandono di rifiuti”.

“Nonostante la campagna di informazione sia stata capillare, alcuni si ostinano ancora a non osservare le regole, lasciando dove capita la busta dell’immondizia, incuranti dell’igiene e del decoro del loro territorio. E’ un atteggiamento che non possiamo più accettare”, aveva rimarcato il sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi.

“Le regole ci sono – aggiunse l’assessora Starace – e vanno fatte rispettare, anche per sostenere coloro che adottano atteggiamenti virtuosi e permettono di incrementare la raccolta differenziata”. “E’ necessaria, quindi, una buona educazione, accompagnata da senso civico, anche perché la rimozione di questi rifiuti – concluse Innocenza Starace – ha un costo e, quindi, diventa un danno, oltre che alla natura, anche alla collettività”.

Avere una città pulita è un diritto, mantenerla pulita è un dovere”, aveva detto in una nota stampa del Comune l’amministratore unico dell’ASE, Adriano Carbone.

Nel frattempo non sono ancora terminati gli interventi relativi alla progettualità “Parco lama Scaloria”. Il mancato completamento dei lavori – e la presenza delle diverse transenne – spinge ulteriormente gli incivili a deturpare le antiche mura del Torrione Santa Maria.

———————————
TORRIONE SANTA MARIA. Donato al Comune dagli eredi del Comm.Vincenzo D’Onofrio (nel marzo 1969, con donazione anche dei germani Bissanti, con atto accettato dall’allora sindaco, il geometra Nicola D’Andrea). Da ricordare che con nota del 1980 i germani Pesante Antonio e Pesante Federico si dichiararono disponibili a cedere 396 mq di area non vincolata relativa a mure contigue. Nel maggio 1980 anche dei lavori ad opera dell’impresa Cingoli Nicola di Teramo. (info dal Comune di Manfredonia).

http://www.statoquotidiano.it/06/12/2011/messa-in-sicurezza-dei-torrioni-il-comune-tenta-lacquisizione/63152/

FOTO DEL 30 MAGGIO 2017 – SITUAZIONE PEGGIORATA ALLA DATA ODIERNA

redazione stato quotidiano.it

Manfredonia, “Grazie bestie: il torrione ora è diventato una discarica..” ultima modifica: 2017-06-19T18:55:21+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
35

Commenti


  • Città senza regole e senza controllo

    E’ plateale che il manico non è buono e l’inciviltà dilaga come uno tsnami. Tutta Manfredonia ormai è inguardabile.


  • STUFO

    PER L’ENNESIMA VOLTA: COMMISSARIO PREFETTIZIO!


  • Raffaele Vairo

    Mi associo all’indignazione verso gli incivili che abbandonano i rifiuti, quasi in ogni dove nella nostra città.
    Come ho già avuto modo di scrivere non bastano gli “interventi predisposti dall’Amministrazione comunale, gli appelli e le denunce dei volontari della Civilis – Engea e di altre associazioni”, ma è necessario sanzionare, con pesantissime multe, questi individui senza vergogna.
    Certo occorre, anche, la collaborazione di noi cittadini.


  • Antonello Scarlatella

    Come detto in un altro post la citta’ e’ un pattume.
    L incivilta’ regna sovrana. Per non parlare dell area portuale e della strada di raccordo tra il mercato e via pulsano. Una autentica discarica a cielo aperto.
    Serve un atto di coraggio molto forte per colpire gli incivili.
    Arrivano I turisti a Manfre e Venerdi fotogravano la pattumiera buttata sul porto a ridosso della lega navale.
    Fate qualcosa presto. Ne va della dignita’ della nostra citta’ che tra un po viene sputtanata a livello europeo tramite I social.
    Ad oggi delle citta’ della Puglia che visito giornalmente Manfredonia e’ la piu sporca. Di questo dobbiamo vergognarcene tutti.


  • Maria

    Tanto tra poco si pensa alla festa ed al carnevale! Qst è la realtà di m……


  • Manfredonia mai così in basso!

    Incapaci dimettetevi tutti!

  • La città è un vero e proprio contenitore di monnezza dovunque si gira si trovano rifiuti l’ambiente è in progressivo degrado forse era meglio quando non c’era l’assessore all’ambiente funzionava meglio .


  • Tonino il bello

    Strade perennemente sporche oltre a minidiscariche ovunque, sinceramente è un disastro totale. Inoltre, sempra che la situazione peggiori quotidianamente e vertiginosamente.


  • Post

    Giusti gli appelli al senso civico che non deve mancare in ogni buon cittadino, ma pare che gli appelli sempre più frequenti restino completamente inascoltati.
    Continuare a dare la colpa a pochi incivili non può essere un alibi per nascondere il peggioramento che si registra nella raccolta dei rifiuti urbani.
    Peggioramento confermato proprio dalle innumerevoli segnalazioni, dai continui appelli al senso civico e dai numerosi commenti.
    Perché la città è più sporca da quando è partita la differenziata? La colpa è dei cittadini? Pochi incivili riescono a fare tanti danni? O forse c’è qualcosa da correggere?
    Differenziare è giusto, ma una cosa è fare la differenziata, altra cosa è il ritiro dell’immondizia (già differenziata).
    Se dal ritiro quotidiano (come si faceva prima), si passa a quello saltuario (oggi) è ovvio che qualche “incivile” sarà più tentato (sbagliando) di smaltire i rifiuti in modo irregolare, come dimostrato dall’aumento di buste di immondizia sparse in ogni angolo della città.
    Ma con un ritiro quotidiano (almeno dell’organico) o più frequente tale pratica sarebbe sicuramente scoraggiata.
    Quindi, giusto condannare (e punire) chi non rispetta le regole (anche se inefficaci a quanto pare), ma invece di limitarsi a ripetere appelli che restano inascoltati, da classi dirigenti ci si aspettano serie misure concrete e soluzione dei problemi.


  • Anto

    A Manfredonia sono quasi tutti incivili, vedo donne ben vestite e curate buttare a terra carte con una tale disinvoltura che fa paura, fa pensare quasi che sia normale. Ieri ho visto un gruppo di ragazze scartare il gelato e buttare tutto a terra le ho rimproverate con tono scherzoso, loro però mi guardavano come un extraterrestre.


  • cittadino

    Indubbiamente l’incivilta’ di tanti esseri immondi (forse da cio’ deriva la parola immondizia) sta mettendo a dura prova questa città. Però devo dire che chi deve dare l’esempio…. lo da in negativo. Mi riferisco ai vari cumuli di sfalcio lasciato da chi ha tagliato i “prati” delle aree pubbliche. Orbene, o m2glio ormale…. nonostante passato diversi giorni essi stanno sembra li, o l’aglio quello c’è resta atteso che il vento ha dato uno mano a quelli spazzini che non spazzano e non vedono ciò che deve essere raccolto.


  • Commercialista idealista

    Il controllo del territorio da parte di tutte le forze dell’ordine ?
    Non si potevano montare telecamere, o non sono sufficientemente remunerative (come quelle messe per il corso o sui semafori)?

    Un comune che dice di tenere alla pulizia non poteva investite poche migliaia di euro per montare telecamere nei posti dove sono state ritrovate discariche , come è stato fatto in altre città ?


  • The King

    Le persone intelligenti sono capaci di modificare i progetti. Gli stupidi in genere perseverano.


  • ma per piacere

    Ma di quali dirigenti parlate…??????? Qui se non facciamo -non si risolve un vel niente.ed era stato tutto scritto un anno fa…proprip su questa testata, peccato che i nostri pseudo politici. Ed amministratori….ase. che più di bambini scresciuti non sono.se ne sbattono. E fanno finta di nulla. -…e vi posso assicurare che in bambino saprebbe gestire meglio.
    -….e così si può Commisariare.


  • pentastellato

    L’isola ecologica dell’ASE dev’essere aperto 24 ore su 24 ore, invece ora è aperta solo la mattina, fino alle ore 13, perchè gli operatori sono tutti “impiegati” e l’ Amministrazione non riesce a stabilire un turno continuo nelle 24 ore. Forse, sarebbe opportuno che fossero aumentati anche i punti di isole ecologiche, considerando le diverse zone della Città. Infine, se fosse necessario, aumentare l’organico dei vigili con il ricorso estivo agli ausiliari.


  • raffaele

    IL BELLO VIENE ORA!!!


  • raffaele

    IL BELLO VIENE ORA


  • Droni servi

    Gliela farei mangiare quella schifezza a chi la lasciato li.


  • verità

    Concordo con libero impegno comunque c e immondizia dappertutto se nn sapete gestire dimettiti è una vergogna arrivati a questo punto era meglio quando c erano i bidoni della spazzatura


  • Pollice verde

    è giusto chiamarli per nome: bestie, appunto. però è anche giusto porre rimedio ad un degrado infinito e continuo. le periferie sono zeppe di rifiuti, le strade fuori dal centro fanno da spartitraffico di immondizia, anche il centro città, come ben si evidenzia, sta soccombendo alla gentaglia e ai suoi derivati. mi chiedo, è tanto difficile beccarli flagranza o adottare video sorveglianza così da punirne una decina con relative ammende e gogna pubblica???


  • Manfredonia nell'era della pietra

    E che dire di piante e erbaccia che sta nascendo sui marciapiedi, sotto i marciapiedi e sotto molti palazzi di Manfredonia? Questa sintomologia botanica denota scarsa attenzione dell’essere umano alla cura e attenzione del proprio habitat.


  • Pasquino

    Che ci siano incivili in questo paese è più che naturale perché quelli ci sono dappertutto ma che mancano i controlli e’ un dato di fatto. Per i punti già soggetti a rilascio di immondizia perché chi di dovere non fa effettuare seri controlli a tutte le ore? Perché l’amministrazione non ha dotato l’intero paese di cestini porta rifiuti? Perché addossare le colpe agli incivili sempre e comunque e mai fare mea culpa? Perché non si effettuano controlli sui propri dipendenti che stanno in strada a parlare con il telefonino o con qualche amico oppure stanno tranquillamente a mangiarsi un panino? Perché si vedono carrelli lasciati a bordo strada senza che nelle vicinanze si veda un operatore? Allora incominciassero a togliere la trave che hanno nei propri occhi e poi pensassero alla pagliuzza dei cittadini. Tante cose però non si possono fare perché le elezioni politiche sono sempre più vicine.


  • miralem

    Occorrono piu isole ecologiche in diversi punti della città aperti dale 6 alle 22 continuativamente altrimenti non se ne esce!


  • Angelo

    OK POST il tutto è cominciato con questo modo di fare la differenziata. Se non volete prendere ad esempio Firenze, vedete almeno Margherita di Savoia!!!!!


  • svolta

    Pasquino, le tue odierne osservazioni furono fatte già anni ed anni fa, ad iniziare dal rendere maggiormente visibili i carrelli, l’obbligo di indossare tute per gli operatori “Ben visibili”, sicchè chi stava nei bar a giocare a carte o in altro luogo era facilmente riconoscibile
    Oggi a quelle tecniche ed accorgimenti hanno messo in pratica altre mosse….. la stanchezza e la malavoglia a svolgere il proprio lavoro…. osservare per rendersi conto, per non parlare del fatto che o non vedono o aggirano la raccolta, sia stradale che di accatastamenti di materiale…. vedere Siponto in particolare.
    Ma poi mi chiedo e chiedo quante ore e quanti giorni lavorano, atteso che verso le 10,30/11,00 li si vede già in fila indiana per le strade per andare a riporre il carrello nei depositi sparsi per la città.


  • Maria Pia

    Lo bollette sempre alte e u fit n casa per colpa vostra e che incentivo ci aver dato? Ci state rovinando la quiete familiare.


  • Pasquino

    Svolta, purtroppo i problemi sono sempre quelli anche se passa il tempo. Questo sta a significare che lor signori fanno orecchie da mercante e sono sordi alle lamentele dell’intero paese. Io spero che a furia di rimarcare le stesse manchevolezze chi di competenza prenda gli opportuni provvedimenti. Per cortesia non offendiamo le bestie paragonandole agli uomini.


  • STUFO

    COMMISSARIO PREFETTIZIO URGENTE! IL FONDO E’STATO RAGGIUNTO! COMMISSARIO PREFETTIZIO PER DARE FIDUCIA AI CITTADINI E RISALIRE LA CHINA!


  • Sfascio sipontino

    povera Manfredonia che brutta fine hai fatto.


  • cittadino

    Percorro, la mattina, i soliti tratti di strada e noto che alcune buste marroni contengono la cacca dei cani, non essendoci i previsti bidoncini, i proprietari dei cani, le lasciano sotto i marciapidi e stanno sempre li…. ciò denota che lo spazzino o x quella strada non è passato affatto o le vede, e ciò vale anche per altro, non raccoglie. Tempo addietro si diceva di far passare delle visite oculistiche ad alcuni operatori ecologici e aggiungo che dopo gli occhi venga acuita anche una visita psicologica…. in quanto si ha la sensazione che alcuni non si sono proprio adattati a far tale lavoro…. In quanto prima svolgevano altro tipo di attività, più appagante.


  • Antonio Trotta

    Salve, non capisco una cosa:
    Il problema è che gli incivili sporcano o che l’ASE non pulisce?
    Vogliamo fare questioni filosofiche su come si devono comportare le persone o sul motivo per il quale l’ASE non pulisce.
    Abbiamo un altro assessore che scrive su FB? A questo punto perchè non costituiamo un consiglio comunale online a costo zero.


  • svolta

    x Trotta Antonio…. Ti rispondo: l rifiuti stanno all’ASE come agli Operatori ecologici sta la raccolta….. l’equazione non torna, quello che torna è che loro stanno come anche gli stipendi mensili e la situazione sporca era prima e maggiormente lo è adesso, dopo la raccolta porta a porta/differenziata.
    Manfredonia una cittadina tutta a se stante….. dove chiunque può fare quello che vuole, e anche non fare……


  • angelica

    Povera italia si diceva scherzando e ridendo…ma mó povera italia e sopratutto povera manfredonia jov tanda bell tanta timb fè mó é finita! Pù FRKATV?


  • Antonio Trotta

    Svolta, capisco. Tuttavia non si può continuare a dare la colpa agli incivili.
    Da che mondo è mondo sono sempre esistiti.
    Chi deve controllare (vigili/polizia locale) dove sono.
    Installassero le telecamere per identificare le persone. Tuttavia poi dobbiamo andarli a prendere.


  • angelica

    E comunque é vero che gli spazzini nn fanno una mazza sono giorni e giorni che c`é l’immondizia. Che qualcuno vicino via san rocco di buon cuore ha spazzato e messo in un angolo ed è ancora lí e allora ? Come la mettiamo? Manfredonia é pure loro degli Adetti dell ase o no? Mah? Povra noje? Più controlli perché c`é gente disperata che vuole lavorare…i mazzangann a casaaaa!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This