Eventi

Officinema 2013, a Rocchetta Sant’ Antonio in scena “Briciole di Cultura”

Di:

Foto di gruppo con giuria e a sinistra i tre vincitori dell' officinema 2013 (ST)

Rocchetta Sant’Antonio – CRESCITA, condivisione, partecipazione. Costruisci, cresci, condividi. Prendi in mano la tua vita e fanne qualcosa di unico e irripetibile.

Vivere il presente, imparando dal passato alla ricerca di un futuro migliore
. Paure timori sogni speranze progetti alla ricerca di un futuro migliore. Questi alcuni dei temi affrontati lo scorso 11 agosto 2013, a partire dalle ore 21, durante la serata finale di “Officinema 2013”, nella magnifica cornice di Piazza M.T. Di lascia, a Rocchetta Sant’ Antonio, piccolo paese sul Sub – Appennino Dauno in provincia di Foggia, davanti ad un pubblico di appassionati e semplici curiosi accorsi numerosi per l’ occasione.

Un’ iniziativa fortemente voluta dall’ Amministrazione Comunale e dal Sindaco di Rocchetta Sant’ Antonio Dott. Ranieri Castelli e l’ Associazione culturale Liberamente. A giudicare i cortometraggi in concorso una giuria di docenti, esperti, appassionati del settore e il regista di “Ultima Fermata” Giambattista Assanti.

“Un paese ricco di storia e tradizione da scoprire e riscoprire tassello dopo tassello”, come ha più volte sottolineato l’ instancabile Andrea Gisoldi, Responsabile dell’ Associazione culturale Liberamente e moderatore della serata. Questi ha evidenziato l’ importanza del cinema come strumento di promozione aziendale, locale e di veicolazione sociale.

Una piccola “vetrina” per far apprezzare le bellezze architettoniche, enogastronomiche e non solo delle piccole realtà locali, sempre più spesso poco conosciute ai più. Stesse idee ribadite dal Sindaco di Rocchetta Sant’Antonio dott. Ranieri Castelli. Questi, nel suo intervento, ha ribadito l’ importanza del gruppo non come un surplus, qualcosa di cui poter fare volentieri ammeno, ma come momento di crescita e coesione sociale, per migliorare e migliorarsi al servizio degli altri.

Un esempio? L’ Associazione culturale Liberamente.

Un gruppo affiatato composto da ragazzi e ragazze di ogni età che, mettendo a disposizione parte del loro tempo libero, con spirito di dedizione e abnegazione realizzano, durante tutto l’ anno, iniziative socio -culturali, enogastroniche con un unico filo conduttore: mettere “a nudo” le proprie competenze al servizio della collettività locale, perché, come si evidenzia in alcune scena di uno dei film in concorso “Pòppitu” : “valiamo poco l’ uno senza l’altro”. Parole chiavi: buoni pensieri, buone parole, buone azioni.

Destinatari dell’ iniziativa i tanti giovani, affinchè, anche di fronte alle piccole e grandi difficoltà che la vita può porre di fronte, non si perdano mai d’animo. Un modo per ribadire che, qualora ce ne fosse ancora bisogno, per salvaguardare nel tempo l’ immenso patrimonio artistico presente sul territorio, non servono grandi formule matematiche e grandi meeting ma basta “rimboccarsi le maniche”, valorizzando e salvaguardando ciò che il territorio già offre.

Presenti alla manifestazione, tra gli altri, alcuni attori del Film “Ultima Fermata”, Luca Lionello, Ivana Lotito e Nicola Di Pinto. Durante la manifestazione proiettati anche alcuni spezzoni di backstage del film di e con Claudia Cardinale dal titolo “Ultima Fermata”, che uscirà nelle sale nel 2014 e che verrà proiettato, così come promesso dallo stesso Regista, nell’ Edizione 2014 di Officinema, con alcune scene girate e ambientate tra i piccoli vicoli di Rocchetta Sant’Antonio, un piccolo centro del sub Appennino Dauno. Aperte le iscrizioni per selezionare le comparse del Film che verrà girato, in parte, a Settembre prossimo.

Per informazioni è possibile contattare la stessa Associazione Culturale Liberamente.

Tra i Premi assegnati: Premio Officinema 2013, Premio Gargaunia, e il Premio alla Carriera. A rallegrare la serata la musica di Matteo Conoscitore con colonne sonore di alcuni dei film più conosciuti.

Tutti d’accordo nell’ indicare l’ importanza del cinema come strumento veicolatore di cultura, il sale della vita, quel qualcosa in più, come ha ribadito più volte lo stesso Sindaco di Rocchetta, dà più “sapore alla pasta” e perché un paese senza cultura è come un contenitore vuoto, come corpo con un cuore che non battere più.

(A cura di Marco Bonnì)

Officinema 2013, a Rocchetta Sant’ Antonio in scena “Briciole di Cultura” ultima modifica: 2013-08-19T12:19:45+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi